Come superare un tradimento avvenuto 10 anni prima

Inviata da Janine · 17 lug 2020

Buongiorno,
la premessa è che amo profondamente il mio compagno e desidero passare il resto della mia vita con lui. Oggi ho 33 anni; all'età di 23 ho avuto una relazione di circa tre mesi con un uomo sposato, più grande di me di 15 anni, con il quale ho tradito il mio compagno di allora che, negli anni, è comunque rimasto al mio fianco. Il tradimento è stato scoperto dal mio compagno poco dopo la fine della relazione, ma non è mai stato apertamente ammesso da me, che ho sempre ridotto la questione a una "sbandata" senza conseguenze fisiche. Negli anni a seguire, dopo ogni discussione, questo episodio saltava fuori e io continuavo a negare, convinta di proteggere il mio compagno da inutili sofferenze. Oggi, dopo 10 anni, all'ennesima discussione in cui mi chiedeva di confessare, di spiegare, di raccontare i dettagli, ho ceduto. Non mi sono sentita affatto meglio, ma stranamente lui sì. Eppure, ciò che mi destabilizza è vedere la sua sofferenze ciclica e sapere che non posso fare nulla per rimediare. Ciò che lui mi imputa più di tutto, è di non essere stata onesta e soprattutto di non avergli dato la possibilità (10 anni fa) di fare scelte diverse, anche se sostiene che probabilmente alla fine avrebbe accettato di restare con me, perché non immagina una vita senza di me. Ma almeno avrebbe avuto un'opzione. Ora (come tutte le altre volte al venir fuori dell'argomento) mi dice solo di sentirsi perso, fallito, senza voglia di vivere. Potrà mai risolversi una situazione del genere?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 18 LUG 2020

Buongiorno Janine, per molto tempo ha tenuto il segreto per evitare la situazione in cui siete adesso, ossia confusione, dolore, demotivazione, insicurezza, paura, smarrimento. La sua paura naturalmente di attraversare questa "strettoia" dolorosa come coppia le impediva di narrare la verità al suo compagno, ma ora ha avuto il coraggio, complice la stanchezza e il peso per mantenere la segretezza, complice la speranza che potesse portare sollievo tra di voi, è riuscita a parlarne. Decisamente questo ha portato la vostra coppia in crisi, com'è normale che sia. Nonostante il tempo passato, il tempo di elaborazione inizia adesso per la vostra coppia, e questi tempi sono diversi per ognuno di voi. Vi sarebbe molto utile intraprendere un percorso di coppia per affrontare insieme le emozioni che questo evento vi suscita e rafforzare il vostro legame, il quale sembra giá solido, per proseguire insieme con nuovi punti di forza e consapevolezza. Ad ogni coppia il tradimento può essere una crisi ma anche un'opportunità per la relazione, dipende all'approccio e alla direzione che vogliamo darci.
Resto a sua disposizione.

Dott.ssa Eleni Drakaki

Dott.ssa Eleni Drakaki Psicologo a Mantova

47 Risposte

23 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

22 LUG 2020

Buongiorno Janine
Io credo che il suo compagno stia vivendo qualcosa di molto profondo che sicuramente è riferito anche al suo tradimento ma che contiene molto di più. Qualcosa che riguarda solo lui. Di fatto non possiamo sapere di cosa si tratta e non so se l'invito a parlarne con qualcuno otterrebbe un parere favorevole. Potrebbe parlargliene oppure invitarlo ad un percorso di coppia nel quale poi lui potrebbe trovare uno spazio per sè per continuare.
Laura Gaido

Dott.ssa Laura Gaido Psicologo a Grugliasco

73 Risposte

52 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 LUG 2020

Buongiorno, le sensazioni scaturite dalla lettura del suo messaggio sono molteplici: per fare un po’ di ordine da un lato vi è la situazione che riguarda il tradimento mai svelato fino ad un punto in cui evidentemente non è riuscita più a negare ciò che era accaduto. Dall’altro una situazione che riferita da lei come “mi destabilizza la sua sofferenza ciclica e sapere che non posso fare nulla per rimediare” mi ha fatto pensare a qualcosa che il suo compagno vive e che non necessariamente collegato al tradimento di 10 anni fa. Non ho elementi sufficienti per poter dire molto perché non conosco la vostra coppia né ciascuno di voi. Il mio intento voleva essere quello di interrogarsi sulla reale sua responsabilità di tutto ciò che lui le imputa. Chiaramente ora è deluso ma il nesso è solo scoperta del tradimento- sofferenza depressiva del suo compagno? La situazione è certamente più complessa di quanto non possa evincersi da un messaggio, pertanto la invito a chiarire meglio dove inizia e finisce il suo ‘contributo’ al malessere di lui per il tradimento e dove inizia qualcosa di diverso legato ad altri vissuti di lui. Provate a dialogare apertamente domandandovi tutte le cose che non sono andate e che non vanno, interrogatevi su come mai proprio ora si è sentita di dire la verità a lui nel tentativo di riconoscere si le sue responsabilità ma anche di capire meglio tutta la vostra storia, il vissuto del suo compagno e i connessi disagi che lei sta vivendo. Se non riuscite a fare un po’ di chiarezza le suggerisco dì farvi aiutare da un terapeuta che i accompagni in questo momento critico alla ricerca della verità interna di voi due. Cordiali saluti
Dott.ssa Daniela La Porta

Dott.ssa Daniela La Porta Psicologo a Roma

52 Risposte

12 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

19 LUG 2020

Si, se il suo compagno realizza di avere una grossa questione irrisolta con Se stesso. Lei non è il suo terapeuta. Una volta che ha chiesto di essere perdonata, la responsabilità di guardare al futuro senza farsi divorare dal passato andrebbe almeno condivisa con serenità e gioia per ciò che c'è ancora e che potrà crescere sempre di più. Auguri.

Dott. Ivano Ancora Psicologo a Torino

55 Risposte

40 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

18 LUG 2020

Buonasera Janine,
mi sembra di capire che solamente ieri ha confessato l’accaduto al suo compagno e che solamente ieri lui sembra essersi sentito meglio. Quello che il suo compagno viveva come “sentirsi perso, fallito, senza voglia di vivere”, dopo la sua confessione, avvenuta solo ieri e accolta con piacere secondo lei potrà in qualche modo cambiare? La invito a notare gli effetti di questa confessione nei prossimi giorni o mesi….
Inoltre la inviterei poi a chiedersi quale pericolo pensava di correre nel lasciare al suo compagno la possibilità di scegliere se poi, come lui stesso le ha confessato, sarebbe rimasto comunque con lei? Questa domanda potrebbe essere affrontata anche all’interno di un percorso di psicoterapia per valutare tutte le possibili implicazioni che temeva nella scelta di questa alternativa e per ripensare un nuovo e più funzionale modo per dare risposta alle prossime domande del suo compagno.
Augurandole che questa situazione si risolva la saluto
Dott.ssa Valeria Pozzer

Dott.ssa Valeria Pozzer Psicologo a Thiene

2 Risposte

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

18 LUG 2020

Buongiorno Janine, perdoni la mia franchezza, ma a me sembra che entrambi abbiate bisogno di rendere la vostra relazione un pochino più interessante andando a rinvangare un episodio del passato, come se fosse l'unico problema intorno al quale ruota il vostro rapporto. Sembra che entrambi abbiate un atteggiamento piuttosto immaturo rispetto alla vostra relazione; atteggiamento che probabilmente nasconde altre problematiche che avete difficoltà ad affrontare. Credo che la situazione si potrebbe risolvere spostando l'attenzione da quell'episodio, ai motivi per cui dice di amare quest'uomo; stessa cosa credo dovrebbe fare il suo compagno evitando di porre in essere comportamenti vittimistici con l'unico obiettivo di farla sentire in colpa. Cordiali saluti.

Dottoressa Daniela Noccioli Psicologo a Cascina

275 Risposte

136 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 29750 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18650

psicologi

domande 29750

domande

Risposte 101200

Risposte