come superare un abbandono...

Inviata da Simonetta Moretto · 8 mag 2012 Crisi esistenziale

mi e' crollato il mondo addosso mia figlia e' andata a vivere da suo papà 16 anni eta' particolare..ma sara' solo provvisorio... ed ho scoperto che il mio compagno da 6 anni mi lascia xké innamorato e già convive con questa nn mi riprendo io avevo piena fiducia in lui nn posso pensare da una vita senza...gia soffro di cuore in piu' tutto questo che nn avrebbe mai detto se nn li scoprivo nen letto iinsieme.. lui nn abitava con me ma a 80km. Mi si e' chiuso lo stomaco nn riesco neppure a bere in 7 gg ho perso 3 kg nn mi sarei mai aspettata una reazione cosi da parte mia ..aiutatemi x nn morire.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 10 MAG 2012

Cara Simonetta, il dolore che trasmette è davvero grande e forse a radici antiche che non è possibile indagare in questa sede. Come prima cosa vorrei dirle che dal suo racconto emergono il grande amore e l'attenzione per sua figlia, sentimenti che, per quanto al momento attuale (critico già solo in quanto adolescenziale) sembrano essere scavalcati da esigenze di fuga da parte di sua figlia, riveleranno nel tempo tutto il loro valore e la loro potenza, mi creda. Forrse sua figlia sente anche il bisogno di conoscere meglio questo padre assente e la convivenza con lui la porterà a rivalutare sua madre. Tempo, cara Simonetta. Riguardo al suo prendersi cura di sè, che è doveroso, poichè è lei stessa la prima persona a cui affidarsi, oltre ai ricostituenti che se ho ben capito inizierà a prendere è auspicabile un sostegno psicoterapeutico. Resto disponibile. Dott. ssa Sabina Orlandini

Dott.ssa Sabina Orlandini Psicologo a Torino

336 Risposte

200 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 MAG 2012

Cara signora Simonetta, con le sue parole sta descrivendo un pezzo drammatico di storia della sua vita, ma traspare anche la voglia di fare qualcosa, di reagire, si aggrappi al suo desiderio di andare avanti e di resistere, si senta in diritto di non soffrire!
Si faccia aiutare da uno psicoterapeuta per capire meglio quali mosse fare nel futuro prossimo.
Un carissimo saluto!
dott. Giovanna Ferro - psicologa psicoterapeuta - Savona

Dott.ssa Giovanna Ferro Psicologo a Savona

78 Risposte

34 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 MAG 2012

xke' c'e' scritto che nn voglio ricevere altre RISPOSTE??? NN CI RIESCO A SUPERARE TUTTO QUESTO nn ce la faccio mi applico ma nn ci riesco... sono sola vorrei sparire nn ho piu' voglia di vivere!!!!!!!!!!!!!!!!!aiutoooo

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 MAG 2012

Grazie dottoressa Orlandi... mia figlia e' gia 2 mesi che sta da suo padre ed io ho lavorato tanto su di me!! nel senso di pensare solo a lei mettendo da parteil mio volere e dicenogli che la cosa piu' importante e' cio che lei desidera ...ma x il mio ex compagno nn riesco afarmene una ragione e' successo tutto in fretta fino a fine gennaio tutto normale e poi lo stacco pianp piano finche' vengo a scoprire che ama perdutamente un'altra donna al punto di convivere insieme!!!!!!! nn ci posso credere era tutto x me l'unica persona con la quale mi sfogavo..lui era sempre presente..e ora nn mi ama piu' nn riesco odiarlo e nonostante tutto lo comprendo nn lo cerco xke' nn voglio una persona che nn mi vuole e' finita lo ha pure detto alla mia amica ...io resto nel mio dolore ma sto male... il rapp forse era un po' stanco ma ora x me e' come fosse l'inizio!1 nn so se mi spiego mi manca tutto il mio supporto era la mia isola...forse soffro cosi xke' prima mia figlia e poi lui...basta mi dilungo e poi vi stanco... esistesse un metodo x dimenticarlo... Grazie infinite Simonetta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 MAG 2012

ringrazio ancora tutti voi che mi avete ascoltata...sono andata dal mio medico xke' oggi sono stata male cosi..mi ha prescritto delle iniezioni x la depressione...mi sto sforzando a mangiare ma poi sto male..cosa strana io ero una super golosa di dolci invece ora neppure l'ombra.... avete voi x caso dei nominativi da consigliarmi? io sono di torino. ah leggendo attentamente la dottoressa Concetta LORICO Esposito mi chiedeva se in brasile io e il padre di mia figlia ci fossimo riavvicinati... assolutamente NO ho cercato dentro di me la calma e la sopportazione x amore di mia figlia. Solo che da li' in poi il mio ex compagno ha iniziato a cambiare leggermente fino a tutto cio' che ho raccontato...sono qui nella mia casa da sola xke' posso piangere disperarmi senza che nessuno mi ascolti Ancora GRAZIE a tutti

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 MAG 2012

Gentile Simonetta,
la sofferenza e la delusione sono forti, ma forte è anche la sua voglia e il suo bisogno di comprendere e di raccontare, di condividere... allora parta da lì e cerchi nella sua città uno psicoterapeuta che l'aiuti a fare chiarezza, a cui poter dire tutta la sua disperazione e con cui dare un senso a quello che è successo.
Rispetto a sua figlia, le posso dire che 16 anni sono un'età molto particolare, per cui non è un rapporto ormai chiuso o rovinato, lei è pur sempre la mamma, e le posso assicurare che davvero "la mamma è sempre la mamma".
Le auguro ogni bene.
Dr.ssa Alfonsina Pica, psicologa e psicoterapeuta

Dott.ssa Alfonsina Pica Psicologo a San Miniato

102 Risposte

84 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 MAG 2012

Salve Simonetta ho letto attentamente entrambe le sue richieste, soprattutto la seconda dove lei ci spiega meglio gli accadimenti. La sua disperazione è palese soprattutto perchè in questo momento lei sta vivendo un doppio tradimento quello di sua figlia e quello del suo compagno. Lei ha dedicato tutta se stessa a sua figlia, ricoprendo anche dei ruoli che non le competevano dato che il fondo un padre c'era anche se poco presente. Ha rinunciato per lei a vivere in pieno la sua relazione affettiva con quest'uomo che più volte le ha detto di sentirsi messo da parte. Adesso questa figlia la ripaga abbandonandola proprio nel momento in cui anche la storia con il compagno si chiude sempre a causa di un tradimento. Questo è quello che emerge fra le righe: una rabbia profonda. Simonetta non si faccia travolgere da quest'onda di rabbia, reagisca e soprattutto cerchi di capire cosa l'ha portata a tutto questo. Sua figlia è adolescente per cui ci sta che voglia provocarla andando a vivere con il padre, però è strano dato che lei dice che è mancato per tutti questi anni. Forse questo viaggio in Brasile vi ha uniti? Forse ciò ha scatenato una consapevolezza nel suo ex compagno circa il fatto che non sareste mai stati una famiglia? Lei come è stata durante questo viaggio? Sono tanti gli aspetti da indagare, le separazione e gli allontanamenti da rielaborare. Le consiglio di farsi aiutare da uno psicologo a superare questo momento in modo che lei possa tornare a vivere serenamente il suo quotidiano.
I miei migliori suguri.
Dott.ssa Concetta Lorico Psicoterapeuta familiare Piacenza

Dott.ssa Concetta Lorico Esposto Psicologo a Piacenza

97 Risposte

89 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 MAG 2012

Cara Simonetta, le parole che scrive sono intrise di dolore, di disperazione. Forse tutto quello che sta accadendo nella sua vita e' tanto troppo per passarci attraverso da sola. Rifletterei sul fatto di iniziare un percorso terapeutico per avere da una parte un supporto psicologico in questo momento, dall altra per capire cosa sta succedendo nella sua vita. Cordialmente.

Dott.ssa Cecilia Cimetti Psicologo a Verona

131 Risposte

143 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 MAG 2012

Cara Simonetta,
dai suoi due scritti traspare un vissuto di angoscia, dolore e disperazione che le sta impedendo di riappropriarsi della sua vita dopo un momento di abbandono. Attualmente si trova in uno stato di transizione che deriva da una parte dalla lontananza di sua figlia, dall'altra dall'abbandono del suo compagno, e come in ogni altro momento di crisi che si presenta nell'arco dell'esistenza di tutti noi, necessita di trovare una nuova e giusta collocazione degli eventi e di sè stessa.
Probabile che questo vissuto di abbandono porti con sè sentimenti di inadeguatezza e di autosvalutazione, ma già il fatto che si sia rivolta a questo portale indica che la voglia e l'intenzione di uscire da questo mare in tempesta non le mancano; si tratta comunque di un primo, enorme passo (nonchè dimostrazione di forza interiore) per mettere a posti i cocci di una vita che al momento le sembra andata in frantumi. Le consiglio pertanto di rivolgersi ad uno psicoterapeuta esperto, che la possa accompagnare in questo difficile momento di ri-scoperta di sè stessa (come donna, come compagna, come madre) e portarla fuori da questa tempesta di eventi.

I miei migliori auguri

Dott. Luca Pivetti

Studio Associato Chrysalis Psicologo a Arese

62 Risposte

100 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 MAG 2012

Buongiorno Simonetta,
la sua domanda, un fiume in piena è davvero intrisa di rabbia, disperazione, paure . Le reazioni che sta avendo, perdita dell'appetito, disinteresse generale, sono comprensibili ma è evidente che ha bisogno di un aiuto per reagire a tutto questo. Non è facile e nemmeno indispensabile farlo da soli, un buon psicoterapeuta saprà esserle vicino e l'aiuterà a trovare il modo per conoscere fino in fondo il dolore per poi superarlo. Cordiali saluti. Dott.ssa Francesca Zoppi

Dott.ssa Francesca Zoppi Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Verona

112 Risposte

154 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 MAG 2012

Vi ringrazio x aver dato retta e risposto alla mia richiesta d'aiuto..ma piu'passano i gg e piu' questo dolore lancinante allo stomaco aumenta,eppure cerco di farmene una ragione ma appena mi ritrovo sola mi sento impazzire mia figlia 2 mesi fa' ha scelto di restare dal padre xke' certe regole le stavano strette...io ho allevato mia figlia da sola xke' il padre nn c'era mai le ho dato tutto l'amore possibile standole accanto..ma nn in maniera morbosa poi 7 anni fa' mi sono separata xke' vivere con lui era un inferno. Poi ho conosciuto quello che pensavo l'amore della mia vita...questa persona mi ha dato tutto affetto sostegno amore insomma tutto!!! solo che io ho sempre messo al primo piano mia figlia e fin qui tutto normale; solo che il mio ex compagno vive a 80km da me x cui vederci era una cosa nn semplice a casa mia no allora nei weekend alternati si stava insieme...intanto gli anni passavano e lui avrebbe voluto una convivenza. anche x unire le forze economiche..ma parlandone con mia figlia nn era d'accordo...cosi' nulla e lui sempre paziente! mi diceva che nn andava bene e che si sentiva sempre escluso.(nn posso dargli torto!!) io temporeggiavo e le dicevo di avere ancora un po' di pazienza..( ma l'ANNO scorso mia figlia nn e' stata bene ed e' finita all'ospedale sempre male alla testa nn si capiva dal prelievo del midollo sospettavano un tumore quindi lascio immaginare...il padre era presente e naturalmrnte il resto nn contava ma solo la salute.. alla fine era un virus ma tutto a posto ..in piu' nn lo detto ma noi l'abbiamo adottata da piccina arriva dal brasile; e prima di separarci le avevamo promesso che l'avremmo riportata a vedere la terra dove nata Cosi'questa estate lei lo ha richiesto e siamo andati noi 3 IL MIO COMPAGNO NN ERA CONTENTO ANZI...pero' nn poteva fare altro...e gia li' manifestava un mal contento).Poi a gennaio mi spiega che sono subentrati dei problemi economici nn indifferenti e nn si sentiva di trascinarmi con lui e preferiva restare solo..(io sapevo e dove potevo lo aiutavo ma anche io fatico..lui e' una persona onestissima e mi ha sempre reso tutto a costo di fare 3 lavori)...siamo andati avanti fino a febbraio e poi le cose sono cambiate lui nn era piu' la persona presente che conoscevo, ma sempre gentile x me era l'amore ma lo trascurato...poi x caso ho scoperto che stava gia da 3 mesi con un'altra come ho scritto nella lettera precedente lui ha negato dicendo e' solo una foto..ma io nn convinta una mattina sono andata di sorpresa a casa sua e ho scoperto che nn era solo cosi mi ha detto che nn voleva ma e' capitato e ama questa donna ed ora vivono insieme cosi dividono le spese (lx lui avere una fam era il suo sogno) dice che purtroppo nn mi ama piu' ..mi vuole bene e basta!!!solo che mi ha mentito LEI conosceva gia i suoi tutti ma nn voleva ferirmi nel dirmelo xke' già soffrivo x la separazione da mia figlia..MA COSI' E' ATROCE io mi fidavo al 100x100 e invece MAI dare nulla di scontato..cerco di farmene una ragione so che nn posso fare nulla...ma e' stato tutto cosi veloce che penso di svegliarmi da questo incubo!!NN riesco RASSEGNARMI sto nel mio mondo nn lo piu' voluto sentire ne vedere xke' sto male ma nn pensavo cosi'!!nn mangiando xke' nn riesco!!! sono CROLLATA fisicamente ora faccio delle punture chissa'...MA nn posso nn riesco mi faccio tante colpe! e' x la troppa sicurezza ora pago!!!!!ma si puo' ridursi cosi? xke'???? sto scrivendo con la disperazione nel cuore...ma ci si puo' innamorare cosi tanto di una persona e andarci a vivere subito??SCUSATE mi sono dilungata troppo..era solo x darvi maggior chiarezza! ...alla fine ho perso TUTTO..le amiche hanno famiglia e nn ho piu' 20 anni sono finita nn voglio vivere... sono sola i miei sono anziani...so che magari tra 1/2 anni dovranno sostituirmi la valvola mitralica e chi ho!!sono figlia unica!! brutta cosa la solitudine..ho passato l'infanzia chiusa in un collegio x anni xke' i miei lavoravano...ecc..se continuo raccnto tutta la vita GRAZIE CHE MI AVETE RISPOSTO...questo piccolo supporto è gia una goccia in questo mare di tempesta..
simonetta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 MAG 2012

Tutti gli eventi della vita, hanno anche un abbandono. Si tratta di dare a se stessi un modo di sopportare questo dolore, questo lutto (come separazione).

Dott. Luca Iovane Psicologo a Roma

16 Risposte

9 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 MAG 2012

Buongiorno cara SImonetta,
La sua lettera e' intrisa di disperazione e dolore, ma nello stesso tempo se scrive qui ci Sara una parte di lei che ha voglia di uscirne e trovare la serenità. Questo non e' il luogo dove fare ipotesi..anche perché tante sono le dinamiche che possono averla portata a vivere questa situazione.
Le consiglio di contattare uno psicologo al più presto; durante tutto il mese di Maggio, in tutta Italia, ci sono più di 1000 psicologi e psicoterapeuti che aderiscono al Maggio di Informazione Psicologica e che offrono la prima consulenza gratuita.
Si informi quale contattare vicino alla sua zona.
Le faccio i miei migliori auguri.
Dott.ssa Maria Lucia De Vito
Lecce

De Vito Dott.ssa Maria Lucia- Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Tricase

39 Risposte

47 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

8 MAG 2012

Salve Simonetta, la sua sofferenza è palpabile e direi che ci sono dei dati oggettivi. Mi sembra di capire che si senta inadeguata sia come madre che come amante visto che sia sua figlia che il suo compagno da 6 aa hanno scelto di stare con qualcun altro. Non è questo il 'luogo' adatto per sviscerare ciò che è accaduto e perchè, dal mio punto di vista sarebbe meglio contattare uno psicologo per essere sostenuta in un momento così delicato e, perchè no?, magari cogliere l'occasione per capire cosa l'ha portata ad una situazione simile e per stare veramente bene e a proprio agio con se stessa. buon pomeriggio dott.ssa Simona Rosati

Simona Rosati Psicologo a Roma

39 Risposte

23 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

8 MAG 2012

Gentile Simonetta,
immagino che tutti questi eventi eventi di vita capitati in una maniera che ti sembra "così improvvisa" ti abbiano destabilizzato e ti procurino forte sofferenza, ma sappi che anche se ora gli eventi ti sembrano così ingiusti sono il frutto delle tue relazioni e della tua storia. So che queste parole ti potranno sembrare amare e forse ti potranno fare arrabbiare ma ciò che ci succede è anche ciò che seminiamo, anche se a volte in maniera inconsapevole. Non voglio assolutamente darti la colpa di quello che è successo ma, anzi, ti voglio far sentire protagonista della tua vita, non sono gli altri che ti fanno qualcosa ma hai costruito qualcosa che purtroppo non ha funzionato, forse perchè l'alta persona non era adatta o forse non hai colto i segnali di una relazione che non funziona o forse tu stessa hai allontanato il tuo compagno. Cosa sia successo nella tua vita non lo so, ma so che come hai partecipato a questi spiacevoli eventi potrai, superando questo momento di dolore, costruire una vita ancor più piacevole e appagante di quella che hai vissuto fino ad ora.
Dr.ssa Federica Parri

Dott.ssa Federica Parri Psicologo a Trieste

42 Risposte

28 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

8 MAG 2012

Buongiorno gentile Signora,
la sua disperazione attraversa tutto il suo scritto e rende difficile afferrare la comprensione dei tempi in cui gli eventi sono successi. Nei limiti di un consulto on line, posso dirle che se già soffriva per la separazione da suo marito, forse sua figlia non riusciva ad aiutarla a reagire e, sentendosi anche non capita lei stessa, ha preso la decisione di andare dal padre. Solo un ipotesi... Quando stiamo molto male è difficile per le persone che ci vivono accanto trovare la modalità per aiutarci, per i figli è ancora più difficile in quanto credono che i genitori siano capaci a priori a superare difficoltà e tragedie. Può accadere, sopratutto con gli adolescenti, che provino una grande rabbia quando vedono i genitori soffrire.
C'è comunque un'urgenza per lei di ristabilire anche i bisogni fondamentali. La invito caldamente a sforzarsi di occuparsi di se stessa. Per amore anche verso sua figlia oltre che per lei medesima. Chieda al più presto una Consulenza Psicologica dal vivo con uno Psicologo Psicoterapeuta che la sostenga e poi, piano piano, dopo aver ripreso un equilibrio di base, la aiuti a rivedere la sua situazione esistenziale.
Cordialmente
Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta

Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Roma

1714 Risposte

2831 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Crisi esistenziale

Vedere più psicologi specializzati in Crisi esistenziale

Altre domande su Crisi esistenziale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17250

psicologi

domande 24700

domande

Risposte 88200

Risposte