Come superare la paura di avere qualche malattia incurabile?

Inviata da Danilo Kolodyazhnyy · 11 ago 2016 Ansia

Tre mesi fa ho avuto il mio primo attacco di panico. Me la ricordo come una esperienza bruttissima, mi ero spaventato tanto perché non mi batteva mai così forte il cuore e non mi ero mai sentito così male. Mi ero recato alla farmacia dove mi hanno detto di non preoccuparmi e hanno chiamato l'ambulanza. All'ospedale mi sono sentito molto meglio e stesso qualla sera mi fecero andare a casa. I primi due-tre giorni sentivo ancora il cuore che batteva un po' più forte del normale ma nulla di che. Poi, dopo un po' più di un mese, dopo aver visto una partita di calcio dove la squadra per cui tifavo ha perso e dopo aver litigato con i miei per i motivi scolastici ecc. sono andato a dormire e mi è venuto di nuovo. Poi anche il giorno dopo, quando mi ero svegliato avevo la paura che mi poteva venire di nuovo e infatti mi era venuto! E non mi passava fin quando non andai a dormire. Il giorno dopo mi venne di nuovo ma verso la sera e mi sentì ancora peggio del giorno precedente. Avevo la pressione 170 a 90, le dita sia dei piedi che delle mani freddissime e sentivo il braccio sinistro addormentarsi. Per la paura di quest'ultimo chiamammo l'ambulanza. Il dottore venne mi diede qualcosa per far abbassare la pressione e la tachicardia e disse che il fatto del braccio può essere un problema della spina dorsale e ci consigliò a farmi visitare da un buon nuerologo. Ma visto che non stavo in Italia ma in Ucraina in vacanza dai miei familiari decidemmo con mamma di visitarci appena torniamo in Italia. Nel periodo quando sono stato lì ho iniziato ad avere ansia, avere paura di morire, l'ansia di avere qualche malattia incurabile. Oltre a questo a volte avevo l'impressione di impazzire, o vedevo le cose davanti a me ma senza alcuna emozione. Quando stavo lì, in Ucraina, avevo anche l'allergia per il cane che avevamo a casa e per tante altre cose. Ieri sono tornato in Italia, finalmente, e ho parlato con mio padre. Lui ha detto che non devo preoccuparmi, che sono un giovane devo pensare a divertirmi ecc. però alla fine disse che nella settimana prossima andremo a fare la visita. Però io prima ero uno con la mentalità che se mi faceva male qualcosa non ci facevo proprio caso ma ora no, ora sono cambiato. Ogni giorno guardo la mia lingua allo specchio, e mi metto paura per ogni piccolezza tipo qualche puntino rosso o brufolo. Ultimamente mi fa male lo stomaco. Sento il rumore nelle orecchie. A volte mi viene il dolore alla parte della testa dove ci sono le sopracciglia, a volte fa male anche la parte della testa dietro, sopra il collo. Fanno male anche il collo e la schiena, soprattutto la spina dorsale. Passo le ore a leggere diverse cose su internet tipo il cancro, tumore e altre malattie incurabili. Fumavo da circa un anno ed ho smesso già due mesi fa, sempre per la paura di avere qualcosa di brutto. Come faccio a smettere di pensare a tutto questo? Da quale dottore andare a visitarsi per primo? Ed è normale che per gli ultimi due giorni non sento fame, però mangio con piacere, cioè il cibo non mi disgusta. Però oggi, forse pure perchè quando stavo in Ucraina mangiavo di meno e qui quasi il doppio e lo stomaco non è abituato, sento che lo stomaco pesante. Ho finito di mangiare cinque ore fa ma mi fa questo effetto.. e mi fa preoccupare molto..

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 11 AGO 2016

Caro Danilo
rispondo a te la stessa cosa che ho risposto ad un'altra utente con gli stessi (più o meno tuoi problemi).
Ti farebbe proprio tanto bene intraprendere un percorso di psicoterapia dove potresti apprendere una tecnica molto utile per la soluzione dei tuoi sintomi.
La Tecnica in questione è il Training Autogeno di base di J.H.Schultz che offre la possibilità di poter, con l'apprendimento, sostituire i "vissuti negativi" legati al corpo (tipici dell'ipocondria) con vissuti positivi collegati alle percezioni di rilassamento e distensione muscolare e bilanciamento del sistema neurovegetativo.
Teniamo anche presente che la suddetta tecnica ha anche un alto valore di prevenzione in quanto volg,e con l'utilizzo di determinate formule, al mantenimento della salute di corpo e mente.
Un caro saluto
Dott. Silvana Ceccucci psicologa psicoterapeuta.

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

7081 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

21 DIC 2018

Caro Danilo,
le consiglio di rivolgersi innanzitutto al suo medico di base per vedere quale specialista consultare. Poi, se non ha niente di organico, di rivolgersi ad un buon psicologo per curare la paura delle malattie.

Dott. Angelo Feggi Psicologo a Genova

473 Risposte

732 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

16 AGO 2016

Caro Danilo, quella che tu descrivi si chiama ipocondria, cioè paura esagerata di ammalarsi o morire che provoca ansia e quindi attacchi di panico.
Inoltre, essendo oramai abituato a tendere l'orecchio ad ogni minimo normale sintomo del tuo corpo, al minimo doloretto immagini cose terribili, quindi ti viene l'ansia (tachicardia, senso di stordimento, respirazione affannosa, sudorazione,tremore ecc), che sono i normali sintomi della paura di tutti gli esseri umani, non solo te, te ne spaventi ed i sintomi peggiorano ancora, diventando attacco di panico.
Insomma.....ansia ed attacchi di panico sono conseguenza del tuo problema principale, ossia, da quanto dici, l'ipocondria.
Per rislvere, ti occorrerebbe una psicoterapia.

Anonimo-157342 Psicologo a Montebelluna

554 Risposte

430 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 AGO 2016

Gentile Danilo,
l'ansia ipocondriaca può raggiungere livelli elevati trasformandosi in attacchi di panico e, come hai potuto verificare, è una condizione molto debilitante che riduce la qualità di vita delle persone.
Pertanto richiede di essere curata al più presto e il dottore a cui ci si deve rivolgere è lo psicoterapeuta.
Non si tratta però di fare una visita medica ( ne hai già ricevute in ospedale!) ma una serie di colloqui clinici che man mano ti aiuteranno a capire le origini delle tue paure e ti forniranno gli strumenti per affrontarle e superarle.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7180 Risposte

20399 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Ansia

Vedere più psicologi specializzati in Ansia

Altre domande su Ansia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 25700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17450

psicologi

domande 25700

domande

Risposte 90450

Risposte