come studiare senza pensare ai problemi ?

Inviata da elena il 26 feb 2018 Crisi adolescenziali

salve sono una ragazza di 20 anni iscritta al primo anno di scienze economiche, desidero fortemente raggiungere i miei obiettivi e i mille progetti che ho per la testa ma qualcosa mi blocca ... so di essere triste perchè per problemi economici ed essendo fuori sede non mi sono potuta trasferire per seguire le lezioni del secondo semestre , ho molta maliconia e mi sarebbe piaciuto continuare i rapporti con persone che stavo frequentando in tutto quell'ambiente , università e coinquiline ... ma a parte questo io sento che ci sia altro, molto altro ... mi sento diversa non sono più come prima , ho dei momenti di desolazione assoluta , non riesco a gestire le emozioni e per cavolate mi metto a piangere , mi sforzo di studiare e la mattina mi alzo con questo pensiero che poi non va concluso e a volte neanche iniziato. e non riesco a capire il perchè penso che voglio farlo sul serio ma effettivamente poi non lo faccio. se esco non mi diverto più come prima e ho paura che restare qui mi possa far allontanare da tutto ed essere risucchiata qui. Non mi sento stimolata ,sto tutto il giorno ad annoiarmi e resto paralizzata , mi muovo, corro faccio palestra ma non riesco ad uscirne neanche sfogandomi così... penso di aver bisogno di aiuto ,che mi dà il mio ragazzo sopratutto ,che mi sostiene... e solo che quando poi ognuno fa le sue cose e siamo lontani durante la giornata io mi sento come prima. ho bisogno di aiuto perchè mi sono sentita così parecchie volte ma stavolta sento una cosa più intesa , perchè ci provo in tutti i modi a non sentire questa desolazione -ansia ... e vorrei che sparisse il prima possibile per poter studiare ...

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Cara Elena,
il tuo disagio sembra prendere forma in conseguenza al cambiamento "forzato" delle tue abitudini universitarie: vivere le lezioni giornalmente, con l'aiuto di compagni e coinquiline aveva reso probabilmente tutto più semplice e ti aveva fatto sentire meno sola. Purtroppo i problemi economici di cui parli non credo possano essere superati facilmente, ma potresti provare a mantenere i contatti con le persone che frequentavi e magari studiare con loro su skype. Lo studio universitario richiede comunque molta dedizione e forza di volontà e queste caratteristiche le puoi ritrovare solo in te stessa. Se questo stato di malessere dovesse proseguire ti invito comunque a rivolgerti ad uno psicologo che possa aiutarti a capire bene come ritrovare il tuo benessere e ti supporti nel percorso di crescita personale.
Un caro saluto

Dott.ssa Mara Lupica Spagnolo
Psicologa - Broni (Pavia)

Dott.ssa Mara Lupica Spagnolo Psicologo a Broni

8 Risposte

16 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Elena,
Studiare richiede concentrazione, motivazione e tranquillità.
Dalla sua domanda mi sembra di capire che la condizione economica e l'impossibilità di vivere a pieno la vita universitaria le abbiamo tolto molta energia e reso lo studio faticoso e poco efficace. Non sottovaluti i segni del suo disagio psicologico. Intervenire prontamente può evitarle di perdere tempo e denaro. Mettere a fuoco con un professionista i suoi vissuti emotivi e avere uno spazio settimanale per prendersene cura può liberarla dal peso che la sta opprimendo.

Rimango a disposizione
Non esiti dal contattarmi privatamente se lo ritiene opportuno.
Distinti saluti
Lazzarini Nicola Psicologo Psicoterapeuta

Dott. Nicola Lazzarini Psicologo a Viareggio

37 Risposte

110 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Elena,

purtroppo da alcuni elementi che riporta mi sembra di capire che lei è all'inizio di una depressione. Le consiglio di non sottovalutare la situazione che è dovuta a qualcosa di più profondo oltre che ad alcuni elementi situazionali (ha dovuto lasciare la sede univrsitaria), come lei stessa ha notato. Le consiglio di non risparmiare sulla sua salute e di rivolgersi quanto prima ad un terapeuta cognitivo comportamentale.

Rimango a disposizione per qualsiasi chiarimento
Mi risponda pure privatamente

Cordiali Saluti,

Dott.ssa Silvia Picazio

Dott.ssa Silvia Picazio Psicologo a Roma

343 Risposte

120 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Elena,
leggo molta ansia e non è chiara la domanda che pone. Cerca aiuto per lo studio? Perchè non vuole stare nella città dove vive (quando dice ho paura di essere risucchiata)? Teme che la relazione che vive le stia stretta? Credo che debba fare chiarezza su queste domande prima di rivolgersi ad uno specialista che sicuramente saprà aiutarla a trovare le giuste strategie d'azione. I miei auguri, dott.ssa Veronica Cascone (Bologna)

Studio di psicologia Cascone Veronica Psicologo a Casalecchio di Reno

34 Risposte

6 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Crisi adolescenziali

Vedere più psicologi specializzati in Crisi adolescenziali

Altre domande su Crisi adolescenziali

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19750 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15300

psicologi

domande 19750

domande

Risposte 77350

Risposte