Come spiegare l'abbandono da parte del papà a due bambini ?

Inviata da valeria. 25 set 2018 6 Risposte  · Psicologia sociale e legale

Buongiorno, sono mamma di una bambino di 4 anni e di una bambina di 7.
Da mesi il papà ed io ci siamo separati e adesso è in corso una causa di affidamento esclusivo.
Il papà ha completamente abbandonato i figli, nell'arco di 8 mesi li ha voluti incontrare solo un giorno per 1 ora e mezza e telefona loro davvero raramente: non ha neanche fatto loro gli auguri di compleanno.
Mia figlia evita di parlare del padre anzi, evita addirittura di rappresentare un personaggio "papà" nei suoi giochi, e in apparenza sembra serena e allegra.
Il piccolo sembra invece più turbato: è chiaro che si pone domande alle quali non sa rispondersi. Una volta ha chiesto alla sorella se il papà era morto, un'altra mi ha chiesto se le persone che vanno via vanno via per sempre, mi dice che vuole fare il pizzaiolo come il papà ma poi in altra occasione racconta al suo amichetto che "papà non viene alla recita perchè ha cambiato casa e quindi non vuole più venire a vederlo", ecc.
Io cerco di parlare del papà senza problemi, non voglio che diventi un tabù, ma fatico a trovare le parole per spiegare loro perchè il papà li ha abbandonati. Dico loro che io e il papà non andavamo d'accordo e così abbiamo deciso di andare a vivere in case diverse ma che loro sono liberi di vederlo e sentirlo quando vogliono. Ma il papà non li cerca. Cosa dovrei dire loro? Avete dei libri da consigliarmi sull'argomento? O dei libri da leggere loro che possano aiutarli?
Faccio presente che finora non mi sono rivolta a psicologi infantili perchè questa separazione, senza scendere nei dettagli, mi ha portato enormi danni economici e non me la sono sentita di sostenere altre spese oltre quelle degli avvocati.

Grazie

figli

Miglior risposta

Buonasera Valeria,

Capisco la situazione, le separazioni portano dolore anche quando sono consensuali, immagino in un ambiente così ostile. é un argomento molto delicato e non me la sento di consigliarle nessun tipo di libro, poiché a mio avviso, i bimbi andrebbero seguiti da un professionista. Le consiglio di contattare la neuropsichiatria infantile del suo paese se ha dei problemi economici e deve affrontare diverse spese per via della separazione.
Resto a disposizione per eventuali chiarimenti, mi scriva
Cordiali saluti
Dott.ssa Alice Noseda

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

Cara Valeria,
esperti di psicologia dello sviluppo si possono trovare anche senza pagare.
Potrebbe vedere se nella sua zona ci sono Consultori Familiari Cif. Oppure può rivolgersi all'AIED.

Angelo Feggi - Psicoanalista Genova

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

13 DIC 2018

Logo Dott. Angelo Feggi Dott. Angelo Feggi

474 Risposte

704 voti positivi

Buonasera, la situazione non e certo facile ma a volte i genitori sono impotenti e possono solo stare accanto ai figli nel momento del bisogno.
Le situazioni ostili si discendono solo con l'autenticità, evitando i non detti e permettendo di vivere in pieno ogni emozione. Se le cose vengono nascoste non passano, se non se ne parla sperimentano, certo occorre farlo nel modo giusto, nello spazio e nel tempo adeguati ma nascondere non risolve.
Il discorso è ampio e lungo, le faccio i miei migliori auguri e rimango a disposizione.
Cordialmente
Dott.ssa Catia caltabiano

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

16 OTT 2018

Logo Dott.ssa Catia Caltabiano Dott.ssa Catia Caltabiano

2 Risposte

3 voti positivi

Buonasera Valeria,
non è mai un argomento facile quello della separazione e certamente si smuovono degli equilibri, ma non mi preoccuperei più di tanto rispetto alle reazioni dei suoi figli. Mi sembrano più che normali. I bambini sono molto più competenti di quello che si pensa con il solito luogo comune del definirli "piccoli". E sono molto più sani dell'adulto.
Non si preoccupi di dover spiegare più di quello che è già noto. Come sta facendo adesso va bene. Giustamente il papà non deve diventare un tabù di cui non si parla, anzi. Quello che è importante ora è che lei comunichi con loro e li ascolti. Stia a vedere e valuti se più avanti riterrà opportuno avvalersi dell'ausilio di un professionista, psicologo, psicoterapeuta.
Un cordiale saluto
Dott. G. Gramaglia

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

27 SET 2018

Logo Gramaglia Dr. Giancarlo Gramaglia Dr. Giancarlo

252 Risposte

99 voti positivi

Gentile Valeria,
lei e i suoi bambini state affrontando due situazioni dolorose e traumatiche: non solo una separazione, ma anche un allontanamento importante, un vero e proprio abbandono come lei scrive.
E' difficile dare risposte limitandosi a poche righe su un portale e, anche se i libri sull'argomento sono tanti, ad esempio nelle edizioni Erickson, per esservi davvero di aiuto è necessaria una conoscenza un po' più approfondita della situazione, delle dinamiche familiari precedenti alla separazione e soprattutto dei bambini.
Se è vero che il coinvolgimento del padre nella vita dei figli dovrebbe sempre rimanere un obiettivo centrale nelle separazioni, è giusto che non sia lei ad occuparsene e che lei si dedichi a trovare un nuovo equilibrio per sé e per i suoi bambini.
Lei li descrive in maniera molto precisa non solo nei loro comportamenti ma anche nelle ipotesi su cosa si agita nel loro mondo interno e questo denota la sua capacità di mettersi nei loro panni e la sua grande attenzione per i loro vissuti. Non resti da sola a gestire questo delicato momento e il dialogo con i suoi bambini, si faccia aiutare tramite il Servizio Pubblico della sua zona ad esempio nei Consultori familiari.
Mi contatti pure direttamente, se lo desidera posso aiutarla ad individuare una struttura a cui rivolgersi.
Un cordiale saluto,
drs Lucia Mantovani, Milano

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

27 SET 2018

Logo Studio di Psicologia Dott.ssa Lucia Mantovani Studio di Psicologia Dott.ssa Lucia Mantovani

992 Risposte

449 voti positivi

Buongiorno Valeria,
capisco la situazione che sta vivendo e il dolore che sta portando questa separazione.

La prima cosa da dire è che i bambini potranno continuare a farsi domande sul padre per tutta la vita. Fino a che saranno piccoli dovrai ovviamente rispondere tu a queste domande, cercando prima di tutto di rassicurarli e di dargli dei punti fermi. Da grande però dovranno essere forti abbastanza da trovare da soli una risposta ai loro quesiti.

Ecco dunque che più che concentrarti su una spiegazione circa l’abbandono, è forse preferibile concentrarsi sul dare ai piccoli le risorse necessarie per avere legami stabili anche con altre persone, attingendo dagli altri l’amore e l’affetto che il padre biologico non è stato in grado di dare.

Affronta la situazione in modo graduale, dando sempre delle risposte adeguate ai tuoi bambini sulla base della sua età e dell’esperienza; evita di dire bugie o di assecondare le risposte di comodo, cercando nel contempo di soddisfare nel modo più spontaneo e naturale possibile le richieste affettive che i bambini evidenziano durante la varie tappe della sua crescita.

Qualora infine, anche tu dovessi renderti conto di non aver ancora accettato la tua situazione o di soffrirne, potrebbe essere utile in tal caso valutare un percorso psicologico personale, al fine anche di gestire meglio la tua emotività e il rapporto che hai con i tuoi bambini.

Resto a sua disposizione

Cordiali Saluti
Dott.ssa Lucia De Cristofaro
Psicologa-Psicodiagnosta- Specializzanda Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale a Frattamaggiore (NA)

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

26 SET 2018

Logo Dott.ssa Lucia De Cristofaro Dott.ssa Lucia De Cristofaro

5 Risposte

215 voti positivi

Domande simili:

Vedi tutte le domande
Problemi con i suoceri a causa dei bambini

5 Risposte, Ultima risposta il 06 Agosto 2016

Bambini e droga, come spiegarlo?

4 Risposte, Ultima risposta il 31 Luglio 2014

IL BAMBINO HA SCOPERTO FOTO E VIDEO DI MOMENTI INTIMI DEI GENITORI

1 Risposta, Ultima risposta il 20 Giugno 2018

Il bambino piange quando gioca a calcio come posso aiutarlo ?

2 Risposte, Ultima risposta il 26 Febbraio 2019

Sono dubbi miei o è del tutto normale alla sua età?

5 Risposte, Ultima risposta il 20 Luglio 2016

Ho a che fare con un compagno inaffettivo?

1 Risposta, Ultima risposta il 19 Aprile 2017

Memoria li e allora

2 Risposte, Ultima risposta il 24 Novembre 2016

Mio fratello ed il suo malessere...

1 Risposta, Ultima risposta il 03 Luglio 2019