Come sopravvivere a un ambiente familiare insostenibile?

Inviata da Silvia Messina · 23 apr 2021

Buonasera,
scrivo la mia richiesta perché sento che l'ambiente familiare in cui vivo è diventato pressoché insostenibile. Purtroppo non mi è ancora possibile trovare un'abitazione personale, di conseguenza mi ritrovo in difficoltà a tollerare pressoché ogni comportamento e/o atteggiamento dei miei genitori, con i quali e tra i quali da anni persiste un rapporto conflittuale (sia tra di loro sia tra me e loro), per i quali ho sviluppato, tra le altre cose, una forma misofonia che mi rende nervosa ai limiti dell'aggressività. Tuttavia, mi viene difficile manifestare il mio fastidio, ci ho provato diverse volte, ma nessuno di loro due rispetta tutto ciò. In particolare, tutto il nervoso si accumula ed esplode a cena, quando devo puntualmente sorbirmi rumori di ogni sorta prodotti dalla masticazione: a causa di ciò, è in parte dovuta la mia fame emotiva, il che non mi rende confident col mio corpo e mi impedisce di condurre una vita alimentare sana (tant'è vero che sono sovrappeso e dimagrisco e ingrasso continuamente). Altre volte, invece, diventa insopportabile persino assistere a un movimento ripetitivo di un piede da parte di mia madre. In un primo momento provo rabbia, se non addirittura odio, e poco dopo mi sento in colpa a causa delle reazioni aggressive nei loro confronti. Tante volte vorrei provare a esprimere il mio malessere attraverso il dialogo, con empatia e assertività, ma mi viene davvero difficile ed entrambi non si dimostrano disposti. Soffro di ansia generalizzata e ansia sociale, tendo al nevroticismo e sono una persona introversa, di conseguenza faccio fatica a esprimermi, preferisco stare sulle mie anche se spesso mi sento sola; a volte provo a uscire dalla comfort zone tentando di assumere un atteggiamento più partecipativo, ad esempio in un gruppo di amici, ma la mia bassa autostima mi fa chiudere ulteriormente quando mi sento incompresa (anche nel senso di non considerata) dagli altri, e ciò mi frustra nonché demotiva a partecipare nuovamente. Quello che sento di parte dei miei genitori è un sentimento di chi pensa di avere una figlia incapace di realizzarsi, una persona dalla vita piena di fallimenti, che non sa assumersi le proprie responsabilità solo perché magari non rispecchia il modello di figlia "massaia" (che si destreggia nelle faccende domestiche), tipico della società patriarcale. In sintesi, non mi sento moralmente sostenuta. Anch'io sbaglio nei loro confronti, ma il mio comportamento è una reazione in conseguenza del loro. Ho già fatto esperienza da un* psicolog* negli anni, ma non sono mai riuscita a investire del denaro, mai sufficiente, per un percorso psicoterapico. Non vedo l'ora di riuscire a raggiungere un'indipendenza economica per trovare una casa e fare psicoterapia.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 26 APR 2021

Cara Silvia,
Col passare degli anni le relazioni familiari sono sottoposte a costanti evoluzioni, ed è assolutamente normale attraversare periodi di difficoltà come il vostro. La tua forte consapevolezza è una preziosa risorsa da cui partire per un percorso di cambiamento e miglioramento, che può essere efficace e funzionale solo con motivazione e determinazione a fronteggiare tutti gli elementi più 'scomodi' che contribuiscono al generarsi di un problema. E' determinante anche la tua presa di responsabilità rispetto agli errori commessi in prima persona, oltre a quelli dei tuoi genitori sui quali non hai un potere diretto. Saper valutare con oggettività le proprie responsabilità significa essere in grado di assumere una visione lucida e chiara della situazione, e di conseguenza avere la capacità di gestire autonomamente l'ostacolo o criticità.

Il mio consiglio dunque, è quello di avviare un percorso psicologico, che in questa fase potrebbe certamente aiutarti a prendere in mano la situazione e comprendere importanti aspetti relativi a te stessa ed al rapporto fra i membri del nucleo familiare. Se non hai attualmente disponibilità economiche per perseguire questo obiettivo, puoi rivolgerti ad un servizio d'ascolto gratuito nella tua città, ad un consultorio familiare o centro servizi per le famiglie, che generalmente sono promossi e indetti dal Comune di residenza.

Per qualsiasi dubbio o richiesta resto a disposizione
Puoi trovarmi anche su instagram come puntopsicologia
Un saluto
Dott.ssa Germana Scoppio - Psicologa ad indirizzo clinico

Dott.ssa Germana Scoppio Psicologo a Bari

30 Risposte

80 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

27 APR 2021

Cara Silvia, una psicoterapia è proprio ciò di cui hai bisogno per superare i problemi emotivi e di bassa autostima ed anche per ritrovare un rapporto più sano con il cibo, aprirti agli altri ed avere una vita relazionale soddisfacente. Un caro saluto, d.ssa Antonella Ricci

Dott.ssa Antonella Ricci Psicologo a Tivoli

153 Risposte

56 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

24 APR 2021

Cara Silvia, sei una ragazza preziosa e piena di risorse. Da cio che hai scritto si nota la tua forte personalità, sei consapevole di un disagio interiore che è il frutto di un sistema familiare che necessita di ampliare il proprio spazio, migliorando la qualità delle relazioni. Prova a conquistare la tua famiglia! Ascoltali e prova a sintonizzarti con le loro paure e le loro difficoltà, ad intercettare il loro disagio interiore. Prova tu per prima ad essere un supporto emotivo per loro che stanno attraversando un momento difficile. La famiglia è un campo di allenamento in cui affinare il proprio carattere. Per essere alleati e fare parte di una squadra bisogna sostenersi a vicenda. Questo difficile lavoro ti sarà utile nei momenti di difficoltà in cui potrai trovare il sostegno da chi per primo l'ha ricevuto.

Dott.ssa Iesenia Gammino Psicologo a Palermo

7 Risposte

7 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 28350 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18150

psicologi

domande 28350

domande

Risposte 97350

Risposte