Non puoi recarti in nessun centro?
Trova uno psicologo online
Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Come smettere di sentirmi inferiore?

Inviata da Aurora il 16 nov 2017 Autostima

Sono una ragazza di 26 anni ed è almeno dal liceo che penso di non essere intellettualmente dotata come gli altri che mi stanno attorno. Al liceo sono stata bocciata due volte. Cercavo di impegnarmi, ma le continue prese di mira non mi aiutavano a concentrarmi, lasciandomi andare al mio destino. Così, i miei genitori hanno optato per mandarmi in una scuola paritaria e ho ottenuto il diploma, recuperando così gli anni persi. Dopo il diploma, decido di iscrivermi ad una facoltà scientifica, ma la mollo dopo qualche mese perché non mi sento all'altezza. Così, mi iscrivo ad un'altra facoltà, sempre scientifica, ma dopo 6 anni lascio perdere anche questa. Ora sono iscritta ad una facoltà umanistica, che sembra essere un po' più nelle mie corde ma mi sento infelice lo stesso. La mia carriera scolastica in generale è stata un totale fallimento dall'inizio alla fine. Mi chiedo come mai! Mi piace studiare, passo giornate intere a farlo e a volte non esco di casa anche per più di due settimane!
Mi sento così sfiduciata, forse perchè al liceo ero vista come la nullafacente che preferiva oziare...una delle mie professoresse mi fece capire apertamente che non avrei combinato nulla nella mia vita (la cosa che mi fa arrabbiare è che questa profezia si sta avverando!) e che di bello avevo solo gli occhi (testuali parole..). I miei compagni di classe erano abbastanza altezzosi, contando anche che io vengo dalla "periferia", cosa che mi hanno fatto in qualche modo pesare.
All'università è andata meglio per quanto riguarda il rapporto coi professori, ma semplicemente perchè sono più imparziali. Purtroppo però, proprio in questi giorni ho vissuto un episodio spiacevole. Uno di questi "professori" mi ha umiliata pubblicamente su facebook (non scrivendo il mio nome, ma pubblicando la mia e-mail privata), scatenando un'orda di commenti davvero cattivi e immotivati! La mia colpa è stata quella di porgli una domanda sul suo programma... a sua detta, una domanda scontata. Sono stata insultata e denigrata! Dopo questo episodio mi sento così mortificata da non riuscire a capire come andare avanti. Probabilmente sono solo molto sensibile, dovrei passarci sopra. Il fatto è che questo comportamento mi sta facendo pensare "e se fossi io quella stupida?". Anche perchè, mi chiedo MOLTO spesso questa cosa: se tra due litiganti ognuno accusa l'altro di essere uno stupido, chi può dire chi sia veramente lo stupido?! sembra un pensiero che non porta a nulla, senza soluzione...ma quando qualcuno mi accusa, io mi chiedo sempre come potrò fare ad essere imparziale e capire effettivamente chi dei due risulta "meno intelligente".
Ad ogni modo, il comportamento di questo prof. spiegherebbe le tante cattiverie dette a proposito della mia intelligenza. Ho sempre creduto che in me ci fosse qualcosa di diverso, perchè credo di essere cresciuta in una bolla, per così dire. Sono uscita poche volte durante la mia vita, mi sono confrontata con poche persone e di conseguenza sono diventata una persona molto ingenua. Soffro moltissimo riguardo questo mio tratto caratteriale, è qualcosa che mi porto sempre dietro con grande angoscia, perché non so affrontare i problemi come gli altri..con lungimiranza, furbizia..sono sempre quella che vede le cose da un altro punto di vista e mi prendono in giro di continuo (seppur indirettamente). Forse la mia colpa è quella di essere troppo autentica, chissà.
Mi rendo conto di non aver esposto un problema specifico (ce ne sarebbero tantissimi), il mio voleva essere più che altro uno sfogo! Grazie in anticipo per l'attenzione che qualcuno mi dedicherà..

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Buongiorno Aurora...
dalla tua lettera emerge chiaramente lo stato di sofferenza che ti porti dietro ormai da anni. Il tuo sentirti diversa alimentato dal sentirtelo rinfacciare in più occasioni dai docenti, è stato un po' il motivo scatenante che ti ha fatto sentire inadeguata, minando profondamente la tua autostima.
Credo che forse, più che rinfacciare il tuo oziare e il tuo non fare nulla a scuola, sarebbe stato opportuno per i tuoi docenti stimolarti a capire le motivazioni che ti spingevano a non applicarti negli studi. Probabilmente la tipologia di scuola, le materie o i docenti stessi non sono stati per te le occasione reale per capire veramente quali sono i tuoi talenti e poterli così alimentare in modo creativo e costruttivo. Credo che di fondo la problematica reale da affrontare sia questa: capire realmente ciò chevuoi ed attivare le strategie necessarie per raggiungere i tuoi obiettivi. Se manca questa componente chiarificatrice in grado di far luce sui tuoi bisogni reali, è difficile attivare le risorse per ottenere risultati e gratificazione. Questo stato di confusione che tu chiami senso di fallimento, non è altro che una ancora mancata occasione per capire realmente ciò che desideri. Il tuo dubbio sulla tua presunta mancata capacità di capire, sulla tua poca intelligenza, è solo una questione mal posta che può generare solo sfiducia in te stessa.
Occorre riformulare la domanda in termini diversi: cosa voglio realmente? Quali sono i miei talenti? Cosa è che mi appassiona e mi spinge ad agire in modo costruttivo?
Credo che per poter affrontare queste tematiche sia utile per te un percorso chiarificatore con uno specialista psicologo.
Spero tanto di esserti stato di aiuto.e ti auguro una buona giornata.
Dott. Andrea Guerrini

Dott. Andrea Guerrini Psicologo a Empoli

29 Risposte

11 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Autostima

Vedere più psicologi specializzati in Autostima

Altre domande su Autostima

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20650 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16000

psicologi

domande 20650

domande

Risposte 80300

Risposte