Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Come smettere di litigare con la propria ragazza?

Inviata da Marco · 28 apr 2016 Terapia di coppia

Salve, sono Marco, ho 21 anni. Da poco più di un anno sto con la mia ragazza, la amo, ma da un mese a questa parte continuo a litigarci. Molto spesso è lei che se la prende, io non me la prendo (quasi) mai per nulla, lascio correre, ma poi purtroppo non perdo occasione per evidenziare i difetti di lei. Quando lei se la prende spesso non capisco il perché del malessere, e cerco di sdrammatizzare, di smorzare i toni. Quindi si fa una prima parte della litigata in cui cerco di essere ragionevole, cerco di far capire che la cosa non è così grave, oppure provo a discolparmi. Lei continua con i classici "è colpa tua se... tu non ..." , e mi sento accusato. A causa della mia poca pazienza, se vado briglia sciolta divento rabbiosissimo, e molto cattivo. Molto spesso o ripensando, o rileggendo i messaggi mi accorgo di aver esagerato, ma se oltrepasso il limite non riesco più a controllarmi ... Fattosta che ultimamente ogni volta che litighiamo ce ne diciamo di tutti i colori, siamo veramente cattivi l'uno con l'altro ...Ieri abbiamo litigato per un fatto successo circa 7 mesi fa, una bugia sull'inizio della nostra relazione (in breve: durante il periodo dei nostri primi 2 appuntamenti, quindi i primi 10 giorni di frequentazione,ho fatto un po' il furbo in discoteca, ho baciato una ragazza e provato con un'altra, e avendo paura mi lasciasse gliel'ho detto 6 mesi dopo) ... Ne avevamo già discusso per 2 mesi, aveva rischiato di lasciarmi,mi ero sorbito giustamente 2 mesi e passa di dubbi e accuse. Adesso è rispuntata fuori dicendomi che non dovremmo essere qui dove siamo, che ho rovinato tutto, che è colpa mia se abbiamo avuto un inizio di m***a. e allora io per 10 minuti ho preso in considerazione l'idea di farla finita, stufo di recriminazioni, ma soprattutto stufo di questi mesi in cui si litiga una volta ogni 2 giorni ... Come fare per tornare a comunicare, e per non arrivare allo sfinimento in ogni litigata ? Come fare a litigare di meno ? Concludo dicendo che alla fine facciamo sempre pace, ma è veramente sfibrante, e inoltre io torno a casa ogni weekend perché sono fuori sede, per cui la vedo solo il fine settimana.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 1 MAG 2016

Caro Marco,
I problemi di coppia non sono mai da attribuire all'uno o all'altro membro. E' importante che entrambi riconosciate i vostri errori e siate disposti ad impegnarvi per migliorare la situazione. Dopo un anno di relazione probabilmente siete arrivati ad un momento di svolta ed è necessario che capiate come proseguire qualora vogliate far crescere il vostro rapporto.
Una consulenza di coppia sarebbe auspicabile.
Rimango a disposizione,
Dott.ssa Daniela Vinci
Psicologa e Consulente Sessuale

Dott.ssa Daniela Vinci Psicologo a Arluno

316 Risposte

658 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 APR 2016

Gentile Marco,
se riconosci di avere a volte esagerato e perso il controllo, forse dovresti fermarti prima e magari allontanarti momentaneamente con una scusa evitando così di innescare l'escalation.
Nei momenti di calma dovresti poi dire alla tua ragazza che è inutile rinfacciarti ogni volta quell'episodio passato appartenente all'inizio della vostra storia e che litigi troppo frequenti non fanno bene alla vostra relazione che in tal modo si deteriorerà e rischierà di finire per essere avvelenata.
Un buon suggerimento è quello di intraprendere una psicoterapia di coppia per imparare a meglio comunicare e gestire le emozioni.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6840 Risposte

19098 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

28 APR 2016

Salve Marco,
rispondo alla sua domanda (come smettere di litigare..).

La prima cosa da fare è aumentare l'empatia. Lei dice di non sopportare le recriminazioni, tuttavia ammette che comunque sottolinea quelli che Lei considera "difetti" alla sua ragazza.
Inoltre ci sono comportamenti che sembrano essere quasi delle provocazioni, ma che poi Lei, ricevuta la risposta negativa, cerca di sdrammatizzare.

Sembrano però situazioni quasi ricercate da Lei, come se cercasse la reazione, sebbene poi la stessa reazione la faccia arrabbiare.

Credo che un percorso di gestione delle emozioni e potenziamento dell'empatia con l'aiuto di un professionista (capire come può sentirsi l'altro quando diciamo o facciamo alcune cose, gestire le nostre emozioni e anticipare quelle degli altri), sentire davvero cosa si provoca e quanto certe reazioni siano in realtà prevedibili e normali, possa esserle di aiuto.

Ci vuole però la voglia e il coraggio di mettersi in gioco e imparare ad avere e gestire le relazioni in modo sereno ed appagante.

Purtroppo non esistono ricette facili o immediate per cambiare noi e i nostri rapporti con gli altri. E' un lavoro che si fa su se stessi. Bisogna volerlo e impegnarsi e non tutti sono disposti a farlo.

Se volesse approfondire, mi contatti in privato.

Cordialmente,
Dott.ssa Anna Patrizia Guarino

Dott.ssa Anna Patrizia Guarino Psicologo a Ardea

197 Risposte

249 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

28 APR 2016

Gentile Marco,
viene da domandarsi perchè mai abbia riferito alla sua ragazza quegli episodi all'nizio della relazione che probabilmente vengono vissuti dal partner come una sorta di tradimento. Se così fosse sono spiegabili i malumori, ile recriminazioni, i litigi.
Penso che uno psicologo psicoterapeuta di persona potrebbe meglio valutare le tematiche che caratterizzano attualmente la vostra relazione e aiutarla a comunicare più efficacemente. Una comunicazione più chiara ed efficace porta spesso a un miglioramento della relazione e, in ogni caso a chiarimenti. Potete andare in due, ma anche se va da solo ciò dovrebbe essere sufficiente per ottenere i risultati anzidetti.
Cordiali saluti

Valentina Sciubba Psicologo a Roma

1054 Risposte

716 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 21850 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16200

psicologi

domande 21850

domande

Risposte 82350

Risposte