Come si supera il legame con il passato?

Inviata da Debora Erica Demurtas · 28 ott 2016 Autorealizzazione e orientamento personale

Essere legati al proprio passato esattamente a ciò che si era o agli errori commessi spesso ci blocca nello sviluppo e negli approcci ad un nuovo stile di vita. È necessario avvalersi di uno specialista per superare questi blocchi mentali che si rivelano essere di gran lunga limitanti nella vita quotidiana? Come ci si può predisporre per una nuova relazione quando la tua vecchia non si è chiusa nel modo più ortodosso?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 28 OTT 2016

Cara Debora,
noi siamo fatti proprio bene, il nostro sistema cognitivo è in grado di rielaborare gran parte delle esperienze e di solito ce la fa. Poi succedono dei fatti che talvolta inspiegabilmente sembrano metterci in scacco: sentiamo preclusa questa possibilità e un evento passato pregiudica il nostro presente e il nostro futuro. Non esiste un manuale che spieghi quando e per quali vicende, l'aspetto soggettivo è l'unico considerabile. Allo stesso modo, si può sperare che prima o poi le case cambino, ma a che prezzo? Forse affidarsi ad un terapeuta permette di toglierci dall'incertezza di non farcela e diminuire il tempo della sofferenza. La terapia EMDR si è dimostrata valida ed efficace nell'elaborazione di eventi traumatici in tempi straordinariamente rapidi.
Spero di esserle stata di aiuto
gentili saluti
Stefania

Dr.ssa Stefania Ferrari Psicologo a Monza

24 Risposte

102 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

31 OTT 2016

Gentile Debora,
La domanda in sè è ha già la chiave di risposta, in quanto il passato per rimanere tale deve essere appunto superato ma allo stesso tempo accettato e riconosciuto come passato. Molto spesso alcuni eventi (traumatici o con una significativa valenza emotiva) per la loro difficile elaborazione, possono essere disturbanti e per questo continuare a incidere sul presente. Dipende quindi da quanto questi sono insopportabili e inaccettabili per lei e da questo lei stessa sia disposta a chiedere aiuto ( già lo ha fatto in parte) per superarli. Un caloroso in bocca al lupo per le sue scelte.
Dott. Ssa Raffaella Di Rosa
Psicologa, esperta in Psicodiagnosi e Psicoterapia cognitivo-comportamentale a Napoli.

Dott.ssa Di Rosa Raffaella Psicologo a Villaricca

97 Risposte

49 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 OTT 2016

Cara Debora,
sei una persona che affronta eventi, circostanze ed anche situazioni spiacevoli. Per Te chi dice "non pensarci" è un alieno: è impensabile per te avere un problema e non affrontarlo in anticipo, ed - in egual misura - è impensabile per te lasciar andare una relazione senza averci visto "bene dentro".
Io personalmente condivido il tuo approccio: perchè lasciarsi sfuggire la possibilità di aver ben compreso (anche) i nostri errori per non ripeterli in modo da essere più fiduciosi nella prossima relazione?
Rispondo alla tua domanda: è di certo possibile rivivere la storia, più e più volte, e rileggerla, fino a comprenderla davvero e liberarsi da ogni fantasma che ci lega a quel passato.
Fallo con un esperto, e la tua vita rispiccherà il volo, libera da ogni catena.
"Simplicity is the ultimate sophistication"
EP

Dott.ssa Elisa Pravato Psicologo a Vicenza

17 Risposte

19 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

29 OTT 2016

Gentile Debora,
se avverte (ed è già fortunata ad avvertirlo) che una passata relazione la blocca nel costruirne di nuove e non riesce a risolvere da sola questa impasse, le consiglio senz'altro di rivolgersi ad una psicologa/o psicoterapeuta perchè può essere essenziale per aiutarla a ricominciare a vivere pienamente.
Le segnalo anche un articolo sulle storie sentimentali non chiuse che può trovare sul mio sito professionale e resto a disposizione qualora desideri una consulenza chiarificatrice.
cordiali saluti

Valentina Sciubba Psicologo a Roma

1054 Risposte

741 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

29 OTT 2016

Se non ce fai da sola, rivolgiti pure ad uno Psicoterapeuta, ma non ne ravviso la necessita'.Piuttosto,approccia nuovi Amici, in modo piu' profondo : parla molto di te e del vissuto che ti turba. Vedrai che uno su tre, sara' capace di ascoltarti, capirti, apprezzarti e iniziare con te un percorso fatto di vero amore.

Dott. Francesco Testa Psicologo a Napoli

122 Risposte

97 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

28 OTT 2016

Gentile Debora,
lei stessa afferma di sentirsi molto limitata e bloccata nella sua vita.
Dalle sue parole, quindi, sembrerebbe che avesse bisogno di un aiuto per ri-scoprire le sue risorse personali in modo da far fronte alle vicende della vita ed andare avanti.
Potrebbe esserle utile parlarne con uno psicologo, con il quale esplorare ed affrontare i "blocchi mentali" ed aprirsi a nuove relazioni, nuove opportunità, nuovi stili di vita, lasciandosi alle spalle il passato.

Resto a disposizione.

Un caro saluto

Dr.ssa Giorgia Salvagno
Psicologo a Venezia e Online

Dott.ssa Giorgia Salvagno Psicologo a Venezia

119 Risposte

97 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

28 OTT 2016

Cara Debora,
le faccio un paragone piuttosto semplice: se lei deve tagliarsi i capelli andrà da una parrucchiera, a meno che non si tratti di una spuntatina alla frangetta che si sente in grado di fare anche da sola.
Ora, sta a Lei valutare se un aiuto e un confronto con un professionista le puó essere utile o se sente di avere i mezzi per superare da sola un momento difficile.
In linea generale mi sembra di capire che lei faccia riferimento a disagi che limitano molto la vita quotidiana e in questo caso probabilmente la collaborazione di un terapeuta potrebbe essere piú indicata.
Rimango a disposizione.
Cordialmente,

Annalisa Anni
Psicologa Psicoterapeuta Padova

Alternativamente-Centro di psicologia di Annalisa Anni Psicologo a Padova

505 Risposte

928 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

28 OTT 2016

Buongiorno Debora, ci fornice poche informazioni per poterle dare un riscontro dettagliato.
n generale la fine di una relazione può rappresentare per alcune persone un evento estremamente stressante e, a volte, un vero e proprio lutto che necessita di essere adeguatamente elaborato. Se crede che questo possa essere il suo caso e se pensa che non riesce a predisporsi ad una nuova relazione a causa di questo legame con il passato, può rivolgersi ad uno psicologo per analizzare in modo più dettagliato la sua situazione e per valutare la possibilità di farsi aiutare a superare le sue difficoltà.

Dott.ssa Erica Tinelli Psicologo a Orte

234 Risposte

311 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Autorealizzazione e orientamento personale

Vedere più psicologi specializzati in Autorealizzazione e orientamento personale

Altre domande su Autorealizzazione e orientamento personale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 28400 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18200

psicologi

domande 28400

domande

Risposte 97500

Risposte