Come si può trattare una persona affetta da schizofrenia?

Inviata da antone elena · 22 gen 2013 Schizofrenia

Come posso aiutare mio marito ammalato schizofrenia (Disturbo bipolare). Vorrebbe sapere di più su questa malattia. Se qualcuno mi può aiutare, vi chiedo di mandarmi qualcosa da leggere per comprendere meglio la situazione di mio marito che è malato. Grazie Scusate se ho scritto male nella formulazione di frasi ma non sono di italia.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 29 GEN 2013

Buon giorno, non è semplice aiutare chi non sempre è consapevole di essere malato, per quanto riguarda la sua richiesta l'unica cosa che posso consigliarle è quella di rivolgersi ad uno psichiatra, meglio allo psichiatra che ha in cura suo marito.

Dr. Vecchiarelli Angelo Psicologo a Campobasso

2 Risposte

3 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

28 GEN 2013

Gentilissima può cercare materiale sia andando su google oppure chiedendo informazioni allo psichiatra che segue suo marito.

Dott.ssa Angela Virone Psicologo a Agrigento

315 Risposte

217 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 GEN 2013

Concordo con la professionista che le ha precedentemente risposto, Elena. La schizofrenia è una patologia caratterizzata specificatamente da deliri e allucinazioni ( che suo marito probabilmente non riporta ), mentre la seconda diagnosi cui fa riferimento, il disturbo bipolare, è relazionata ad una profonda alternanza tra fasi depressive e fasi di estrema iperattività ed umore elevato...questo perché possa far più luce sulla reale condizione di suo marito. Nella sua zona di riferimento ( si trovi ora in Italia o altrove ) potrà recarsi con impegnativa ad effettuare una prima visita psichiatrica e poi essere accolta dall'ASUR territoriale ( Dipartimento Salute Mentale, nello specifico ). Lì le potranno indicare terapia farmacologica specifica, eventuale percorso in una struttura residenziale o regolare percorso psicoterapeutico. Quanto ad informazioni più specifiche, Internet non mancherà di riportarle i criteri delle due diagnosi indicate ( veda DSM V/TR, Disturbi psicotici e Disturbi dell'Umore ). Buona fortuna!
Dott.ssa Ilaria Zeppi, Ancona

Dott.ssa Ilaria Zeppi Psicologo a Ancona

1 Risposta

3 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 GEN 2013

Gentile Elena.
la soluzione migliore per voi è rivolgervi ad una struttura pubblica o privata dove ci siano psichiatri e psicologi che possano prima di tutto fare una diagnosi precisa e capire bene di quale disturbo soffre suo marito, perchè il disturbo bipolare e la schizofrenia sono malattie diverse che prevedono cure diverse. E' importante che uno psichiatra si occupi dei farmaci e imposti una terapia adatta per suo marito e sarebbe bene anche che uno psicologo lo seguisse per un supporto, dando eventualmente anche a lei la possibilità di fare dei colloqui di sostegno; le malattie psichiatriche sono molto complesse da gestire e spesso è utile che anche i familiari possano ricevere un aiuto. Un cordiale saluto, dott.ssa Lucia Mantovani, Milano

Studio di Psicologia Dott.ssa Lucia Mantovani Psicologo a Milano

995 Risposte

471 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 GEN 2013

Gentile Elena, esistono dei trattamenti psicoterapeutici e farmacologici per supportare la schizofrenia e il disturbo bipolare. Sarebbe importante iniziare attraverso passaggi logici, partendo da una diagnosi psichiatrica e, qualora fosse confermata il quadro clinico, proseguire con terapia farmacologica e psicoterapeutica.
Sperando di esserle stato d'aiuto, le porgo cordiali saluti.

Dott. Domenico Navarra

Dott. Domenico Navarra Psicologo a Bari

84 Risposte

29 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 GEN 2013

Gentile signora Elena Antone,
per dare una risposta competente a distanza è importante conoscere almeno una diagnosi certa (meglio se scritta e firmata): schizofrenia è una malattia mentale (ma quale tipo di schizofrenia è stato diagnosticato?) disturbo bipolare è una didersa malattia mentale (anche qui: quale tipologia di bipolarità?) La chiarezza diagnostica è indispensabile sia per la prognosi sia pure per eventuali cure (sempre reali mai a distanza).
Nel caso eventuale di diagnosi di disturbo bipolare recentemente gli psicoterapeuti americani di formazione cognitivo comportamentale (ma anche in Italia) utilizzano specifici protocolli di intervento che spesso sono oggi più efficaci delle cura psicofarmacologiche sulla bipolarità che funzionano poco più del 50 per cento. La psicoterapia comportamentale in particolare è stata infatti recentemnete rivalutata verso gli attuali farmaci. Tuttavia sempre recentemente la diagnosi (non facile con gli attuali sistemi e procedure) e le cure per il disturbo bipolare sono in discussione e stanno.. rivoluzionando il mondo clinico. Nel 2013 usciranno pubblicamente le novità che stanno mettendo in atto ricercatori universitari italiani in collaborazione con prestigiose università americane. Novità quindi in arrivo a favore di milioni di persone sofferenti che difficilmnente trovano soluzioni terapeutiche efficaci.
dr Paolo Zucconi psicoterapeuta e sessuologo comportamentale a Udine

Dr. Paolo G. Zucconi (sessuologia clinica & Psicoterapia) Psicologo a Udine

1087 Risposte

1570 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

22 GEN 2013

Cara Elena, la sua preoccupazione è comprensibile, ma vorrei chiederle chi ha formulato questa diagnosi? vi siete rivolti alla vostra asl di appartenenza? lì avrebbero dovuto darvi tutte le informazioni del caso. ad ogni modo se non ne avete uno vi consiglio di trovare uno psichiatra di riferimento che possa seguire suo marito per il piano terapeutico, questo è il primo step in assoluto. anche per quanto riguarda la sua domanda le do questo consiglio, perché è facile trovare molteplici informazioni sul disturbo bipolare, che NON è schizofrenia, pur essendo tra i disturbi psicotici, anche nel web, ma il canale virtuale è sempre limitato e non sostituisce il contatto e la fiducia di un professionista reale che vi possa seguire concretamente e terapeuticamente. certi disturbi vanno affrontati seriamente, è fondamentale anche per i famigliari del paziente.
in bocca al lupo per tutto
un caro saluto
dr.ssa Scipioni, roma

Anonimo-126894 Psicologo a Roma

272 Risposte

164 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Schizofrenia

Vedere più psicologi specializzati in Schizofrenia

Altre domande su Schizofrenia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17250

psicologi

domande 24700

domande

Risposte 88200

Risposte