Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Come si può far del male due volte? (Lasciato due volte dalla stessa ragazza)

Inviata da Peppe · 30 lug 2015 Terapia di coppia

Salve. Mi chiamo Peppe, ho 30 anni e da un mese esatto sono stato lasciato per la seconda volta dalla mia ragazza dopo 9 anni di relazione. Io e lei (30 anni anche lei) ci siamo fidanzati nel 2006 (avevamo 21 anni), dopo i primi due anni con alti e bassi e qualche litigio di troppo ci assestiamo (era la prima storia importante per entrambi). Lei innamoratissima, io pure, finchè nel 2010, quindi al quarto anno di storia, lei mi lascia per andare con un altro. Classiche motivazioni: mi sento distante da te, caratteri incompatibili, non vedo futuro, non ti amo più etc. Io per il primo mese e mezzo di rottura la cerco per farla tornare indietro, finchè mi rendo conto che è impossibile e lascio perdere. A tre e mesi e mezzo dalla rottura invece rieccola, mi cerca, mi chiede scusa, dice che l'altro è stato un errore e che ha capito che amava me. (so per certo che lei ha lasciato l'altro e non viceversa, tant'è che lui all'inizio continuava a provarci). Io che dopo i primi mesi di forte depressione mi stavo riprendendo, all'inizio tentenno e poi decido di perdonarla e torniamo insieme. Stiamo insieme altri 5 anni, quindi 9 in tutto, innamoratissimi, tutto va anche meglio di prima con sorpresa mia e penso di chiunque. L'unico neo è che lei inizia a manifestare il desiderio, alla soglia dei 30 anni, di iniziare a pensare a convivere e/o sposarsi. Purtroppo sia lei che io lavoriamo part-time ed economicamente ancora non ce lo possiamo permettere. Comunque, se ne parla, finchè a fine giugno scorso lei mi lascia di nuovo, dopo aver trascorso un periodo di semi-lontananza in cui lei lavorava fuori e tornava solo nei weekend. Stavolta la motivazione è stata, oltre al classico non ti amo più, non ho sentito la tua mancanza quando ero fuori, viaggiamo su binari diversi, stare insieme è deleterio (stessa frase usata anche nella prima rottura), il fatto che con me non poteva sistemarsi ancora e a quest'età per lei è importante. Ovviamente, ha scaricato tutte le colpe su di me, senza pensare che neanche lei lavora full time. Stavolta dopo aver insistito per una settimana per farle cambiare idea, ho rinunciato e ora sono 3 settimane che non la sento nè vedo. Ovviamente sono in depressione, sto da schifo, e mi sembra assurdo che lei sia riuscita a rifarmi male di nuovo dopo la promessa che mai e poi mai avrebbe potuto rifarlo visto che la prima rottura le aveva fatto capire che ero l'uomo della sua vita. Stavolta non so se c'è un altro, che io sappia sta uscendo con le amiche (guardacaso la sua migliore amica si è mollata col fidanzato una settimana prima di noi...). Quello che chiedo è cosa aspettarmi da lei stavolta? Ho paura di stare male come l'altra volta e poi ritrovarmela davanti e commettere di nuovo l'errore di tornarci insieme...

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 31 LUG 2015

Gentile Peppe,
i pensieri, i dubbi, i vissuti che lei riporta sono assolutamente legittimi e comprensibili data la situazione che sta vivendo. Nessuno, lei compreso, è in grado di prevedere come potrà evolvere la relazione con la sua ragazza, nessuno è in grado di prevedere se si riproporrà di nuovo la dinamica di cui siete stati protagonisti. è importante però che lei si ricentri su di sé, pensi a sé e al suo benessere e a ciò che in questo momento potrebbe migliorare la sua qualità della vita. Si riappropri della sua vita, delle sue routine, dei suoi interessi. Se lo riterrà opportuno valuti la possibilità di un percorso psicologico.

Cordiali saluti,
Dott.ssa Stefania Valagussa

Dott.ssa Stefania Valagussa Psicologo a Concorezzo

251 Risposte

1034 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 FEB 2016

Caro Peppe
davvero la sua deve essere stata una grande sofferenza e spero che ora, che sono passati mesi dalla sua lettera, si sia ripreso. Forse ha trovato un'altra ragazza, chissà?
Difficile poter "leggere" in qualche modo il comportamento della sua ex, anche se il male che le ha fatto non penso sia stato fatto di proposito, è probabile che il tutto sia stato dovuto al suo (della ragazza) carattere indeciso e poco a contatto con le emozioni profonde.
Penso comunque che fosse sincera quando è tornata con lei, ma poi la sua motivazione non ha retto e deve anche essersi molto scoraggiata nel non poter vedere la vostra storia procedere su binari realizzativi.
Spero che, ora lei, nel tempo, sia riuscito e recuperare una certa serenità e a superare il doppio trauma.
Un caro saluto.
Dott. Silvana Ceccucci psicologa psicoterapeuta.

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

6928 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

31 LUG 2015

La sua paura è più che legittima, purtroppo. Nessuno, credo, possa rassicurarla sul fatto che se lei tornasse non riaccadrebbe la stessa cosa. Pensi soprattutto a sé stesso, a cosa la farebbe sentire felice. Adesso vive in momento di tristezza più che normale, ma passerà. Si guardi intorno e non si fossilizzi sul ricordo di lei. Viva la sua vita, la sua felicità è il vero obiettivo in questo momento. Chissà quante altre ragazze potrà incontrare se volesse. Ad ogni modo è la seconda rottura, e questo la farà vivere in un clima di sospetto, se lei tornasse. E' inevitabile. In tal caso consiglierei una terapia di coppia.

Dott. Sergio Rossi Psicologo a Spoleto

190 Risposte

99 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

31 LUG 2015

bisogna sempre ricordare oltre le varie mode regnanti nel ambito "psi-" che la psicoterapia essendo fondamentalmente una disciplina clinica e scientifica deve coltivare la chiarezza in modo razionale per offrire la massima qualità, sicurezza e praticità nella gestione del disagio. In casi simili propongo una tecnica denominata IPB (Investigazione Psicodinamica Breve) che consente di identificare nell’arco di quattro colloqui la “crisi attuale” vissuta dal paziente, permettendo di effettuare una diagnosi di funzionamento psichico, di stabilire una prima alleanza e, quindi, di proporre l’intervento più idoneo.

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

31 LUG 2015

Caro peppe, purtroppo ogni storia ha il suo grande margine di rischio quando viene intrapresa. Le promesse in amore non si possono fare perchè la vita è imprevedibile e noi non possiamo avere idea di cosa ci accadrà. Alcune persone sono sol comparse nella nostra vita, altre fanno un pezzo di strada con noi mentre pochissime, a volte nessuna, ci accompagnano per tutta la vita. Io credo però che, date le circostanze, lei si debba tutelare, mettendo una distanza massima di sicurezza da questa persona che in tutta probabilità non ha realmente chiare le RAGIONI PROFONDE di questo modo di porsi. Io credo poco ai cocci rotti che vengono rimessi assieme: o questo viene fatto con una terapia di coppia seria e meditata o in genere il tornare insieme dopo una rottura è sempre mosso da ragioni poco profonde, come ad esempio "quello per cui ti avevo lasciato mi ha mollata o non mi dava sicurezze e allora torno da te". Ora però, memore di ciò, devi essere chiaro con lei e con te stesso ed evitare di ricadere nuovamente nel tranello: questa persona "usa" l'altro per scopi suoi (vedesi il discorso "non puoi garantirmi un futuro allora ti mollo") quando lei stessa non può farlo. Credo che tutto questo nasconda motivazioni profonde che lei dovrebbe indagare in un percorso psicologico, ma non sta a lei Peppe adesso preoccuparsi di questo: si preoccupi di sè e si tuteli.

Dott.ssa Chiara Pica - Studio SomaticaMente Psicologo a Grosseto

317 Risposte

345 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 22500 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16400

psicologi

domande 22500

domande

Risposte 83650

Risposte