Come si può far cambiare psicologo ad una persona?

Inviata da Licia · 3 gen 2022 Psicoterapia

Buongiorno,
VI scrivo con la speranza di trovare una soluzione concreta, che possa risolvere seriamente la questione.
Il mio compagno va da una psicologa da tre anni, su mio consiglio dato che fa un lavoro che non gli piace e che ha avuto delle esperienze non proprio piacevoli con i genitori. Lui lo conosco da più di dieci anni e stiamo insieme da più di cinque, quindi ho potuto assistere ad ogni suo cambiamento.
Questo percorso lo ha completamente modificato, plasmato e, da ciò che posso assistere tutti i giorni, peggiorato. Incubi molto frequenti, psoriasi che non passa da tre anni, sbalzi di umore repentini e più volte al giorno, scatti di ira senza freni (è arrivato ad essere anche violento) alternati a fasi pseudo-depressive, di apatia e grande tristezza, insoddisfazione cronica e di conseguenza frustrazione, un ritorno ad una fase un po' adolescenziale, forte arroganza e chiusura mentale per cui non la si può pensare diversamente da lui, la parola "scusa" eliminata completamente dal vocabolario, anaffettività, perdita della libido, comportamenti spesso infantili fatti di capricci, musi e inutili prese di posizione. Potrei andare avanti ore, morale della favola un vero e proprio incubo, per lui che lo subisce in prima persona e soprattutto per chi gli sta vicino dato che oltre a subire è in grado di vedere un po' più lucidamente tutto ciò che non va bene. E lo sottolineo, dato che il paziente non è assolutamente, minimamente in grado né di vederlo coi propri occhi né di farselo suggerire da altri, come se fosse stato completamente plagiato da questa persona, come se avesse completamente perso se stesso. Ovviamente io e suoi genitori glielo abbiamo ripetuto in tutte le solfe, sempre sottolineando l'importanza di volerlo vedere stare bene ed essere felice. Nessuno avrebbe mai fatto un discorso questo genere se questa persona fosse stata adatta alle sue esigenze, ma non lo è, per niente!
Tre anni tutte le settimane, TUTTE le settimane, senza dare al paziente tempo di elaborare e metabolizzare i colloqui più pesanti e complicati, per cui fa incubi quasi tutte le notti. Il dargli sempre e solo ragione rafforzando così in lui un senso di arroganza e di non ascolto verso gli altri. Il piangere dinanzi al paziente in fase di colloquio. Il ridere delle azioni di ira del paziente (lui spaccò il mio parabrezza e lei rise e gli disse meglio quello che la sua faccia, riferendosi a me). L'ingigantire ogni tipo di discorso, per cui una banale risposta detta male per il paziente ora diventa un problema su cui rimuginare tutto il giorno. Dire al paziente che è da assistenti sociali, che lo avrebbero dovuto portare via da piccolo dai suoi genitori, quando non è assolutamente così dato che conosco la sua storia dai racconti e dai filmati e posso garantire che è una falsità assurda e che conosco persone seguite da assistenti sociali a cui nessuno strappa i figli nonostante le situazioni siano milioni di volte più gravi. Facendo così cadere il paziente in uno stato di depressione e frustrazione e senso di ingiustizia che poi si tramutava in odio puro verso i genitori, facendo fare liti da coltello.
Potrei di nuovo andare avanti ore ma mi fermo qui, mi pare che il punto della situazione sia abbastanza chiaro.
Io sono allo stremo delle mie forze, perchè sto cercando in tutti i modi di fermare la completa e irreversibile rovina di un essere umano, sono arrivata al punto di scrivere all'Ordine degli Psicologi ma non mi hanno potuto aiutare perchè è il paziente a dover denunciare. Ma un paziente come fa ad accorgersene se è completamente plagiato, se è stato risucchiato da questo vortice di follia nel quale lei lo spinge sempre più dentro? Temo che arriverà ad un punto di non ritorno. Mio nonno è stato curato male e dalla depressione è nata una gravissima forma di bipolarismo acuto che lo ha portato ad una morte orribile.
Io non posso accettare che gli succeda lo stesso. Anche dovessi lasciarlo lo aiuterei comunque. So già che io mi dovrei allontanare, non è la risposta che cerco. Ho bisogno di una soluzione, per favore. Sono disperata, vi prego.

Grazie per il Vostro tempo.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Psicologi specializzati in Psicoterapia

Vedere più psicologi specializzati in Psicoterapia

Altre domande su Psicoterapia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 36450 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 21250

psicologi

domande 36450

domande

Risposte 124050

Risposte