Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

come si può capire se si è innamorati del proprio terapeuta?

Inviata da Maria il 2 ago 2019 Terapia di coppia

Salve,
è da molto tempo che pensavo di scrivervi per via di pensieri che mi tormentano. Sono in terapia da un anno e mezzo e ho notato che, mentre da un lato mi sento meglio, dall'altro soffro tantissimo perché non mi basta più vedere il terapeuta una sola volta a settimana e soprattutto vorrei conoscerlo meglio, vorrei che mi parlasse di lui e ho la sensazione che se lo facesse potrei ascoltarlo per ore. Adesso che la terapia è stata interrotta per il periodo estivo, sento sempre una inquietudine di fondo perché mi manca, perché non so cosa sta facendo e con chi sta e anzi spero di non incontrarlo con una donna perché altrimenti la mia situazione precipiterebbe. Ho letto alcune cose riguardo al transfert e volevo chiedervi se secondo voi è proprio questo il caso o c'è qualcosa di più. I primi tempi credo che si trattasse "solo" di transfert, ma ultimamente credo che sia cambiato qualcosa. Io non vado in terapia per il bisogno di parlare (ovviamente vado anche per questo), ma in tutta sincerità il motivo principale è che voglio vederlo, voglio guardarlo negli occhi, voglio sentire la sua voce, sperando che dirà qualcosa di personale nella seduta o che manifesterà qualche piccolissimo segnale di attaccamento nei miei confronti. Riguardo a questo sono molto realistica, lui è sempre molto contenuto e distaccato, gli unici segnali che manda riguardano il linguaggio del corpo ma ho percepito, non so come, che anche lui si è affezionato a me. Rispetto a quando ho iniziato la terapia, lo trovo molto più giovanile e felice.. A volte mi è capitato di pensare di interrompere la terapia perché soffrivo troppo ad averlo solo come terapeuta ma poi non ho mai avuto il coraggio di farlo perché non posso stare senza vederlo. Altre volte ho pensato di dirgli che vorrei cambiare terapeuta e continuare a vederlo al di fuori dalla terapia, perché ho avuto la netta sensazione che questa mia passione per lui rende la terapia inutile, difficile e ancora più dolorosa di quanto già è, e a volte completamente inutile. Che cosa ne pensate? Grazie infinite per l'attenzione

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20100 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15450

psicologi

domande 20100

domande

Risposte 77900

Risposte