Come si elimino la paura di morire?

Inviata da Ella · 1 giu 2021

Ho 25 anni, da bambina ho avuto una disfunzione ipofisaria che non mi faceva crescere; centomila controlli e analisi dopo mi hanno dato questa cura e per fortuna col tempo si è risolta, ma mi ha lasciato quella sensazione di paura di avere altro. Come infatti il mio endocrinologo mi ha riscontrato un'ipercolesterolimia familiare. Da allora il tracollo più totale. Ho iniziato ad avere ansia di morire per infarto o ictus, addirittura a volte rifiuto il mangiare per paura di ostruire il cuore. Mi è venuta la gastrite nervosa e ad ogni comparsa di un sintomo gastrico penso al cuore. Sono stanca io non riesco ad andare avanti, ho troppa paura e ho il terrore di non arrivare ai 30 anni e non vivere i sogni che ho nel cassetto.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 3 GIU 2021

Salve, mi dispiace per il disagio espresso. Potrebbe essere utile crearsi uno spazio d’ascolto in cui riflettere su ciò che sente, avviando un percorso psicologico che possa esserle di supporto e utile ad elaborare i suoi vissuti emotivi.
Cordialmente,
Dott.ssa F.M.

Dott.ssa Francesca Moscetta Psicologo a Roma

145 Risposte

47 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 GIU 2021

Cara Ella, il tuo scritto racconta di un passato estremamente attuale e presente. La tua storia parla di paure, sofferenze, ansie. Sei arrivata fin qui, dovendoti confrontare con esperienze troppo grandi, soprattutto per una bambina. Tutto quello che è accaduto non può essere cambiato, ma vale la pena cambiare il modo in cui riuscirai a scrivere il resto del tuo libro. Vale la pena raccontarsi nuove possibilità, vivere nuove emozioni che possano iniziare a sostituire e rileggere quelle che emergono nel tuo presente in maniera quasi automatica. Prova a ricercare uno spazio nel quale tu possa avere la possibilità di rileggere quello che è accaduto, integrarlo nel tuo presente, senza lasciare che la tua storia parli solo di questo.
I sogni nel cassetto hanno bisogno di qualcuno che li prenda in mano.
Un caro saluto,
Dott.ssa Francesca Valentini

Francesca Valentini Psicologo a Perugia

11 Risposte

2 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 GIU 2021

Buongiorno Ella. Potrebbe essere utile per lei un percorso che la aiuti a rielaborare gli eventi del passato che evidentemente hanno ancora una grande influenza su come lei viva la sua vita attualmente. Indagando il rapporto che lei ha con il concetto di malattia potrebbe arrivare a rielaborarlo sotto una lente più funzionale.
Per un consulto specifico per la sua situazione, mi rendo disponibile anche online.
Cordialmente,
dott. Alfonso Panella.

Dr. Alfonso Panella Psicologo a Busto Arsizio

118 Risposte

30 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

2 GIU 2021

Buongiorno Ella,
da quello che lei scrive si evince che il suo passato la porta a vivere nell'attuale delle forme di attenzione e ipervalutazione dei sintomi che la portano a focalizzarsi sempre sulla sensazione e pensieri di morte, amplifica tutto quello che le arriva dal somatico come un rischio indefinibile e ineluttabile.
credo che un percorso psicologico possa aiutarla a ridefinire i confini tra il somatico e lo psichico.
Resto a sua disposzione.
Cordiali saluti.
Dr, Massimiliano Compagnone
Possibilità di terapia on line

Dott. Massimiliano Compagnone Psicologo a Aulla

167 Risposte

43 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

2 GIU 2021

Cara Ella,
nel leggerla mi sembra in contatto con alti livelli di angoscia e paura, tanto da esserne quasi sopraffatta e da non riuscire più a vivere come vorrebbe. Sino al punto che il semplice mangiare si è tramutato paradossalmente in un’ulteriore fonte di angoscia di morte, anziché in strumento di sopravvivenza, piacere e gratificazione. Sicuramente la sua è una condizione medica da non sottovalutare ma, proprio per questo, è assolutamente importante rifarsi ad un esperto medico in grado, da un lato, di soddisfare e rispondere a tutti i suoi più legittimi dubbi (ad esempio riguardanti il tema alimentazione) e, dall’altro, di darle una visuale comunque realistica su rischi e adattabilità. Allo stesso tempo potrebbe essere utile per lei ritagliarsi anche uno spazio più sicuro e personale, ad esempio tramite colloqui psicologici, all’interno del quale possa sentirsi libera di portare e sviscerare bisogni, angosce e paure, in un clima di contenimento emotivo, supportivo e di non giudizio. In un contesto di co-costruzione di cura fisica e mentale potrebbe rivelarsi più facile per lei riuscire a trovare un nuovo equilibrio di vita all’interno del quale inserire ed esperire più liberamente, seppur tra limiti e realtà, i suoi bisogni ed il suo benessere.

Le auguro il meglio,
Dott.ssa Caterina Berti

Dott.ssa Caterina Berti Psicologo a Torino

134 Risposte

121 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

2 GIU 2021

Cara Ella, si affidi ad un percorso psicologico che possa guidarLa nell'elaborazione dei Suoi vissuti, affinché non condizionino la Sua vita negativamente e affinché Lei possa trovare serenità
Buona fortuna.
Dr.ssa Amanda D'Ambra.

Dr.ssa Amanda D'Ambra Psicologo a Torino

1615 Risposte

870 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

2 GIU 2021

Cara Ella,
grazie per aver condiviso con noi questa domanda e questo suo vissuto.
Da quel che ci ha riportato sembra che lei, a causa della sua storia, abbia un’attenzione in più per tutti gli aspetti legati alla salute. In particolare ci descrive come precipitante il momento in cui ha scoperto l’ipercolesterolemia che forse potrebbe averle fatto rivivere alcune sensazioni o pensieri che già conosce e che ha sperimentato in passato.
Le consiglierei un percorso psicologico a causa dello spazio sempre maggiore che stanno avendo questi timori. Lei stessa ci descrive come le sensazioni corporee o i sintomi siano strettamente legati a pensieri di possibili malattie o morte. E’ un po’ come se il corpo le mandasse dei messaggi terrificanti: è normale che lei sia preoccupata se il sintomo gastrico assume un significato con delle conseguenze importanti.
Tutto ciò la sta condizionando nel suo quotidiano, per esempio rispetto all’alimentazione, e le sta facendo mettere in dubbio la sua realizzazione personale. Posso immaginare la stanchezza che descrive a fronte di ciò che ci ha riportato.
Un percorso psicologico le consentirà, dopo una prima fase di conoscenza e approfondimento, di iniziare a lavorare proprio su quelle sensazioni fisiche e sui pensieri associati, in modo che diventino sempre meno condizionanti e le permettano di essere libera di continuare a seguire i suoi sogni.
In bocca al lupo Ella. Un caro saluto
Dott.ssa Irene Pifferi

Dott.ssa Irene Pifferi Psicologo a Faenza

12 Risposte

16 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

2 GIU 2021

Carissima, come sarebbe la sua vita se non facesse più questi pensieri.? Quanto tempo ed energia questi pensieri le stanno togliendo.? Se quella radio dell'ansia e della paura, che lei porta nella sua mente si spegnesse.. quante cosa potrebbe fare. ? Le consiglio di Intraprendere il prima possibile, un percorso terapeutico per contrastare i sintomi dell'ansia che prova e iniziare finalmente a stare bene. Una ipercolesterolemia può essere tenuta a bada e a meno che non vi siano esami clinici che confermano la presenza di ostruzione, lei sa che non ha motivo di preoccuparsi. Sta tutto nella sua mente, mente che vede le cose attraverso la lente distorta dell'ansia.
Resto a disposizione.
Cari saluti.
Dottoressa Barbara De Luca

Dott.ssa Barbara De Luca Psicologo a Catanzaro

667 Risposte

315 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

2 GIU 2021

Carissima Ella,
le esperienze che descrive sicuramente sono state toccanti e spaventose. Appartengono al passato ma continuano ad influenzarle il presente. É necessario dagli la giusta dimensione e trarre da esse solo insegnamenti positivi che possono essere utili nel presente e nel futuro, tenendo conto di quanto di negativo contengono.
Si può imparare a farlo, così come si può imparare a fronteggiare il malessere emotivo, l’ansia di malattia, la paura di morire. Ciò che ha vissuto l’ha segnata ma può diventare una Sua preziosa risorsa.
Resto a Sua disposizione, qualora volesse ricevo anche online.
Buona giornata!
Dr.ssa Annalisa Signorelli

Dott.ssa Annalisa Signorelli Psicologo a Belvedere Marittimo

385 Risposte

503 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

2 GIU 2021

Buongiorno Ella,
sei nel pieno della tua giovinezza e hai tutta la vita per realizzare i sogni che hai nel cassetto e li realizzerai. Hai già cominciato a mettere i mezzi per farlo: chiedere aiuto. L'ansia è fomentata da una rete di pensieri disfunzionali che ci possono fare scacco matto e tenerci prigionieri contro la nostra volontà.
Ci sono strategie molto concrete per imparare a fare tu scacco matto a questi pensieri e riprenderti la tua vita e il tuo benessere. Sono a disposizione se vorrei intraprendere un percorso di aiuto. Ricevo anche online.
Ti auguro di recuperare presto la tua serenità!
Dott.ssa Oriana Parisi
Neuropsicologa e Istruttrice Mindfulness MBSR

Dott.ssa Oriana Parisi Psicologo a Bari

488 Risposte

299 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 29750 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18650

psicologi

domande 29750

domande

Risposte 101200

Risposte