Come riuscire a far passare la paura notturna?

Inviata da Laura Ravera · 26 lug 2016 Psicologia infantile

La figlia del mio compagno fatica ad addormentarsi. Dalla separazione dei genitori (aveva due anni e mezzo) ha sempre dormito nella camera dei nonni materni o nel letto con il padre. Ora ha otto anni e da qualche mese, quando siamo andati a convivere, lei ha una cameretta tutta sua. All'inizio era entusiasta e ha dormito da sola. Ora non ne vuole più sapere, si sveglia piangendo, inizia a tossire fino a farsi venire i conati di vomito e dice di non voler stare da sola.
Come possiamo affrontare la situazione?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 28 LUG 2016

Cara Laura,
all'inizio i bambini possono essere contenti dei cambiamenti, ma poi improvvisamente possono "regredire". Ora come state affrontando questa difficoltà? Tenendola sempre nella vostra stanza quando si sveglia? È molto importante con i bambini essere chiari, accoglienti, comprensivi e soprattutto coerenti. Sicuramente con la bambina potete parlare accogliere i suoi timori capire perché si sveglia e viene da voi, lo fa perché si sente sola oppure perché ha paura di qualcosa nello specifico ? In questo possono aiutarvi come apri pista con lei dei libretti da leggere ai bambini, che parlano proprio della paura di dormire da soli nella propria cameretta, sono delle storie potete prenderli in prestito in biblioteca, la casa editrice "Studi Erickson" ne ha pubblicati molti. Una volta capito con la bimba il suo timore potete insieme decidere una strategia per superare la difficoltà, la lucina, creare una sorta di scudi e "armi" qualora arrivassero "i mostri". Però per capire esattamente quale potrebbe essere questa strategia bisogna aver chiaro il timore e predisporre un programma ad hoc, per superare questa difficoltà.
Se però ci sono delle visioni contrastanti tra lei e il suo compagno sulle difficoltà della piccola questo stesso può diventare un problema, nel senso che è molto importante che la piccola dorma nel suo letto nella sua stanza, ma questo doveva accadere già da prima per cui vi consiglio qualora tutto ciò non fosse sufficiente di rivolgervi ad uno psicoterapeuta dell'età evolutiva. Anche perché come lei stessa ha detto la bambina ha vissuto fin da piccola la separazione dei genitori, ha dormito nella stanza dei nonni fino a poco fa e ora è in un nuovissimo contesto fisico e sociale. In soldoni come la bambina nella sua prospettiva sta vivendo tutto questo, cosa pensa e prova, darle un suo spazio di elaborazione e accoglienza con un professionista può essere di grande aiuto alla piccola e a voi.

Rimango a disposizione

Un caro saluto

Dott.ssa Mara Di Paolo

Dott.ssa Mara Di Paolo Psicologo a Trento

89 Risposte

211 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

26 LUG 2016

Gentilissima Laura,
Vista l'età della bambina, vi consiglierei di parlarne direttamente con lei. Siate comprensivi ed accoglienti, in questa fase iniziale è a mio avviso importante non giudicare, ma accogliere il malessere cercando di non connotarlo come un problema. I cambiamenti, anche se inizialmente eccitanti, portano sempre con sé qualche timore: la paura del distacco, della solitudine, della perdita della relazione.
Provate ad affrontare il discorso durante la giornata, in un momento in cui la bambina è tranquilla e ha voglia di condividere i suoi pensieri. Sentirsi compresi e accettati, soprattutto quando si ha paura di qualcosa che si fa fatica a spiegare con le parole, per i bambini è molto importante! Potreste aiutarvi con giochi di ruolo, disegni o attività manuali, a seconda delle preferenze della bambina, per creare un clima sufficientemente sereno per poter parlare delle sue emozioni.
Se la bambina poi vorrà, potrete provare insieme a cercare degli stratagemmi che la facciano sentire più al sicuro durante la notte (una luce, un peluche, un rituale rilassante prima di dormire).
I miei migliori auguri.

Dottoressa Sara Lapiello
Psicologa


Dott.ssa Sara Lapiello Psicologo a Gazzaniga

1 Risposta

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Psicologia infantile

Vedere più psicologi specializzati in Psicologia infantile

Altre domande su Psicologia infantile

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 22950 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16600

psicologi

domande 22950

domande

Risposte 84300

Risposte