Come risolvere le mie dipendenze e il mio malessere?

Inviata da alba · 6 ott 2014 Disturbo ossessivo compulsivo

Brevemente: sono uno scommettitore compulsivo, stessa cosa con i videogames, stesso problema con la masturbazione e mettiamoci anche le sigarette.
Fattostá che questi miei "vizi" mi hanno portato ora, dopo 3 anni , ad essere sempre ansioso e ultimamente anche facilmente irritabile.
In pratica vivo male, ma un malessere vero,psicologico : cioè vado avanti per forza d'inerzia, non mi concentro piu' in nulla, brucio tutti i soldi nel gioco,rischio di perder e il lavoro in quanto costantemente disattento e svogliato e non riesco più' a vedere vie d'uscita. Inoltre questo stato mi ha portato ad un evidente sovrappeso.

Vorrei cambiare : vorrei tornare a fare sport, ad impegnarmi e imparare qualche nuova lingua ,riprendere l'università part-time, avere relazione con qualche ragazza,ecc...
ma dentro la mia testa c'è perennemente sfiducia e quel malessere che proprio non mi vuole lasciare.
Ad aggravare il tutto nell'ultimo periodo faccio perfino fatica a dormire sereno e la mia testa inizia a farsi paranoie assurde. Vado dentro un negozio, un ristornate,un bar,ecc.. e tremo dal panico...perfino sudo freddo.

Sono abbastanza sicuro che questo mio perenne malessere mi stia impedendo di vivere la mia vita . Proprio non riesco ad uscirne e all'inizio credevo fosse una cosa passeggera e mi dicevo " passerá, é solo una fase..." ma ora mi rendo sempre piu' conto che ho bisogno di aiuto. E sono piuttosto convinto che la mia ansia, paura,panico..e anche i miei deliri siano dovuto all'aggravarsi delle dipendenze da gioco e masturbazione.

Questo mio stato mi impedisce di conoscere persone nuove e ultimamente mi sono anche isolato da quei pochi amici che mi sono rimasti.
Cerco all'apparenza esterna di "nascondere" questo mio malessere interno ma ormai non ce la faccio piu'.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 8 OTT 2014

Le problematiche che sottendono alle dipendenze sono complesse e necessitano di una presa in carico di esperti in materia. Per le forme più gravi di dipendenza patologica è previsto anche l'inserimento in comunià terapeutiche residenziali.Le consiglio vivamente di non sottovalutare il problema e di rivolgersi a professionisti competenti in materia che possono indicarle il percorso terapeutico adatto alla sua situazione.Può rivolgersi al servizio pubblico(Sert) oppure anche a professionisti privati con specializzazione in merito.Senz'altro viene prevista la presa in carico sia di un medico psichiatra,che di uno psicoterapeuta in forte sinergia.Resto a disposizione per eventuali delucidazioni Dottssa Rosanna Tartarelli

Dott.ssa Rosanna Tartarelli Psicologo a Lucca

113 Risposte

85 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

1 DIC 2014

Egregio Alba,
per cambiare la relazione terapeutica on line pare molto riduttiva nel suo specifico casp. Consigliabile un capace psicoterapeuta reale.
dr Paolo Zucconi sessuologo clinico e psicoterapeuta comportamentale in friuli venezia giulia

Dr. Paolo G. Zucconi (sessuologia clinica & Psicoterapia) Psicologo a Udine

1087 Risposte

1570 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 OTT 2014

Salve Alba,
capisco la difficoltà del suo malessere e comprendo appieno la sua preoccupazione. Sicuramente avere consapevolezza di quelli che sono i suoi problemi è già un buon punto di partenza per iniziare a lavorare su se stesso. Tuttavia il mio primo consiglio è quello di rivolgersi ad un professionista per ricevere un aiuto più mirato e per la sua persona. Le consiglio quindi di contattare il suo medico di base e capire con lui come lavorare per risolvere il problema. Questo potrebbe inviarla da uno specialista o riallacciarsi al servizio dipendenze dell'ASL. Loro sapranno aiutarla più concretamente. Le dipendenze non sono mai un sintomo casuale ma la maggior parte delle volte derivano da qualche problema più profondo che in questa occasione è impossibile affrontare. Quindi ripeto, le consiglio senza vergogni o indugi di rivolgersi ad uno specialista. Se vuole qualche consiglio superficiale posso dirle alcune cose ma che riguardano le dipendenze in generale e non il suo caso specifico. Purtroppo a volte noi umani non riusciamo a rinunciare al piacere diciamo momentaneo e incorriamo in quelle che lei giustamente ha chiamato dipendenze. Proprio per l'aspetto piacevole che queste dipendenze danno non è facile uscirne in modo veloce. Si può fare attraverso una serie di passaggi graduali. Inizi a pensare a quale delle sue dipendenze la fa soffrire di più e inizi a lavorare su quello. ad esempio se l'essere scommettitore compulsivo ha rovinato la sua situazione economica e i suoi rapporti cominci da quello. Si tratta di fare piccoli passi, provare a scommettere meno volte tenendo un diario di quante puntate e quanti soldi giornalmente lei investe nelle scommesse, cercando ogni giorno di diminuire entrambe le cose. All'inizio sarà dura, ma provi a sostituire il tempo dedicato al gioco con qualcosa di meno dannoso, un libro che le piace, una passeggiata etc...e ogni volta che avrà smania di giocare provi a trattenersi più a lungo possibile e vedrà che quella smania che sembra insormontabile dopo un po' va via da se. Non le sto proponendo un percorso facile ma se riesce a farsi aiutare da qualcuno può funzionare. Resista in questa smania e impari a concentrarsi su altro, anche solo il proprio respiro e vedrà che anche se non subito ma dopo qualche tempo la smania diminuirà.
Quindi riassumendo i miei consigli sono:
1. Rivolgersi ad uno specialista per curare tutto quello che di profondo c'è dietro a questo malessere (relazioni finite male frustrazione sul lavoro etc)
2. Crearsi dei passatempi che sostituiscano le dipendenze evitando così i momenti di noia in cui la voglia di cadere nelle dipendenze è più forte
3. quando questa voglia di cadere in tentazione è tanta provare a concentrarsi sul proprio respiro o su qualcosaltro per vedere se questa smania nel giro di 20-30 minuti diminuisce. Si ricordi che non è un lavoro facile e non deve vergognarsi di fallire le prima volte
4. farsi aiutare da amici e parenti nel suo percorso
5. non tentare di smettere tutto di colpo ma curare una dipendenza alla volta e a piccole dosi tipo 10 sigarette al giorno poi 9 poi 8
6. Tenere un diario di come queste dipendenze si manifestano per osservare i progressi e capire quando queste si manifestano e quando no

spero di esserle stato d'aiuto. Si ricordi che le dipendenze sono un fenomeno piuttosto diffuso e non bisogna vergognarsi del proprio malessere ma cercare aiuto e sostegno da parte di parenti e amici, da parte di specialisti del settore e da parte di chi quetsi problemi li ha già. In ultimo quindi le consiglio di cercare gruppi di automutuo aiuto per queste tematiche

Dott. Stefano Bugiani Psicologo a Asti

2 Risposte

1 voto positivo

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 OTT 2014

Buongiorno,
la situazione che descrive appare ricca di sofferenza e soprattutto sembra essere all'interno di un circolo vizioso che si mantiene a causa di alcuni fattori di mantenimento (fra cui anche la flessione dell'umore). Appare consapevole, nella sua richiesta di informazioni, della gravità della sua situazione e di ciò di cui avrebbe bisogno. Le consiglio di rivolgersi sia ad uno specialista, con esperienza nel campo delle dipendenze, ed affiancare ad un percorso psicoterapeutico una terapia farmacologica.
A disposizione per eventuali chiarimenti,
Un caro saluto,
Dott.ssa Monica Palla

Dott.ssa Monica Palla Psicologo a Pisa

58 Risposte

22 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

7 OTT 2014

Buongiorno
che dire..qui la situazione è veramente molto grave!
Questi"vizi"non sono solo vizi ma espressioni di un malessere profondo personale (credo a carattere esistenziale).
Occorre mettersi con molta umiltà ed impegno a fare un lavoro importante su se stessi.
Telefonare ad uno Psicoterapeuta ed iniziare un percorso di rinascita.
Quello che ci vuole è la voglia di girare totalmente pagina per ritrovare se stessi, i propri progetti, la voglia di vivere, l'autostima e la propria dignità.
Disintossicarsi completamente dal fumo, mettersi a dieta, togliersi dal computer.
Sentire nascere dentro di sè la irrefrenabile voglia di riprendersi la sua vita.
Sono convinta che la sua età sia circa nei trent'anni e quindi penso lei sia giovane.
Mi piacciono tantissimo quelle storie dove il protagonista, dopo una fase di vita dissoluta e senza senso, attua una svolta radicale e definitiva.
Sono storie che mettono in luce la capacità umana di "passare Oltre" e cambiare anche radicalmente.
Sono storie di grande illuminazione e di recupero dei valori.
Sono storie di coraggio e di riscoperta del vero sè interiore.
Purtroppo tutti i sui vizi, nessuno escluso, sono altamente incoraggiati e proposti dalla cultura materialista del nostro tempo che ne trae molti vantaggi.
Per lei ritrovare interiormente un forte spirito Rivoluzionario è fondamentale.
La prima mossa, ripeto, prenda il telefono e telefoni ad uno Psicoterapeuta della sua zona e sia decisissimo a farsi aiutare... subito!
Auguri
Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicoterapeuta in Ravenna

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

7077 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Disturbo ossessivo compulsivo

Vedere più psicologi specializzati in Disturbo ossessivo compulsivo

Altre domande su Disturbo ossessivo compulsivo

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 25600 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17400

psicologi

domande 25600

domande

Risposte 90200

Risposte