come risolvere il mio problema?

Inviata da Stefano Campani · 16 gen 2017 Psicologia risorse umane e lavoro

Buongiorno, mi chiamo Stefano, voglio intraprendere nuovamente la carriera di personal trainer e preparatore atletico, già intrapresa anni fa con INsuccesso. Nonostante sia formatissimo dal punto di vista tecnico professionale come pochi nel mondo, sono un disastro nella comunicazione, il mio carisma è a livello zero, più che altro negli anni ho sviluppato una serie di atteggiamenti che da una parte mi hanno fatto sviluppare un carattere forte dall'altro mi hanno tagliato le gambe a livello sociale. Essendo estremamente analitico e autocritico ho individuato 3 cause principali che probabilmente si sono anche date transfert a vicenda: - la prima è la mia estrema timidezza, da ragazzino ero completamente bloccato socialmente a livelli estremi rispetto ai miei coetanei di allora, con il tempo ho imparato a tenerla sotto controllo, un po' perchè mi sono abituato alle situazioni sociali, come accade naturalmente e un po' perchè con energia e aggressività mi autoimpongo di essere in un certo modo sopprimendo la mia parte emotiva e buttandomi volontariamente a capofitto nelle situazioni. Adesso quando sono in situazioni sociali nuove, che hanno un peso e so che devo fare bella figura, mi capita che questa timidezza ritorni fuori, come appunto tutte le situazioni in cui devo lavorare. Essa non appare sotto forma di paura vera e propria, più che altro mi sento un leggerissimo stato di ansia e mi sento come super stordito, come se il cervello riducesse il suo potenziale al minimo.
. la causa numero due sono i miei probabilissimi disturbi dell'apprendimento, ho cominciato a sospettare di averli a 25 anni dopo che ho fatto per gioco la simulazione del test del QI del mensa ed è saltato fuori un punteggio di 128punti (molto alto) nonostante non sia riuscito nemmeno a finirlo nei 40 minuti, nonostante sia a scuola che nei precedenti lavori che ho fatto avessi risultati insufficienti seppur l'impegno non mancasse. Sono sempre stato considerato un idiota ritardato da quasi la totalità del genere umano, ora so che ho un grosso problema nel memorizzare le cose e ho la mente che funziona molto lentamente, ciò nonostante riesco ad arrivare a capire cose che la massa non riuscirebbe a capire da sola nemmeno se ci ragionasse per 100 anni, anche se questa cosa mi ha causato non pochi problemi di autostima e senso di inadeguatezza.
- il terzo fattore e credo anche il più dannoso a livello comunicativo è la voce, ho un modo di parlare molto apatico, orchesco, estremamente lento (credo sempre per via della mia mente poco veloce) che si aggrava in momenti in cui quei rimasugli di timidezza cominciano a farsi sentire. Sono sempre stato preso in giro per la mia voce, quindi so che non è una paranoia mia, ma è un fatto oggettivo.
Riassumendo... l'impressione che faccio alla gente quando mantengo un basso profilo è quella di un orco apatico strano e ritardato. Non riuscendomi a farmi ascoltare durante il corso della mia vita, quando volevo mantenere un alto profilo e assumere un ruolo in qualunque interazione con gli altri ho reagito di conseguenza sviluppando un atteggiamento altezzoso (per darmi un tono e placare un inconscio senso di inadeguatezza), aggressivo, quasi cattivo e rabbioso e questo dall'esterno si nota molto di più di quanto non sia in realtà, facendomi sembrare un pazzo arrogante. Come posso risolvere a livello radicale e profondo questo mio problema di timidezza che mi inibisce nonostante le strategie che adotto consciamente per controllarla? E come posso migliorare il mio modo di parlare? Pensate che l'ipnosi, un logopedista o qualche altra soluzione possa funzionare? lo chiedo da totale ignorante in materia... grazie mille dell'attenzione e scusatemi se ho scritto un papiro ma volevo essere estremamente chiaro visto che se non risolvo queste cose continuerò a essere un perdente con l'atteggiamento da vincente per tutta la vita, in ogni cosa.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 17 GEN 2017

Gentile Stefano,
di solito il lavoro dei logopedisti si basa sul migliorare l'articolazione delle parole e la pronuncia, puó essere utile nei casi di balbuzie o nei casi in cui la difficoltá ad articolare certi suoni è dovuta a un modo sbagliato di usare la voce dal punto di vista fisico/organico. Da quello che racconta, il suo problema con la voce non mi sembra avere a che fare con delle caratteristiche o problematiche corporee, bensí è legato alla questione della timidezza, del senso di inadaguetezza ed è connesso ai suoi tentativi di darsi un tono, ponendosi con aggressivitá e venendo percepito dagli altri come altezzoso e fin troppo aggressivo. Tutte queste caratteristiche hanno piú a che fare con la sfera psicologica, non fisica/organica.
Il suo modo di porsi con gli altri, il superamento definitivo della timidezza e il modo di comunicare probabilmente miglioraranno solo facendo un lavoro profondo su stesso per superare la timidezza, un lavoro che andrá fatto possibilmente con il supporto di uno/a psicologo/a della sua zona. Visto che nonostante i suoi tentativi, le soluzioni che ha trovato per superare la timidezza le generano comunque difficoltá a rapportarsi con gli altri e un giudizio/impressione erronea da parte loro, l'affrontare la questione con lo psicologo è sicuramente la via migliore per superare il problema.
Le auguro tutto il meglio.

Cordiali saluti,

dott.ssa Elisa Canossa, psicologa psicoterapeuta a Padova e Sustinente (MN)

Dott.ssa Elisa Canossa - Studio di psicologia e psicoterapia Psicologo a Sustinente

725 Risposte

2254 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

17 GEN 2017

Caro Stefano,
Le questioni che solleva sono di non poco conto dal momento che hanno un peso consistente per la sua vita e sono presenti ormai da diverso tempo.
Il mio suggerimento è quello di intraprendere una terapia che l'aiuti a trovare delle alternative maggiormente percorribili rispetto a quelle che ha disposizione ora (timidezza vs arroganza) e che le consentano di non incorrere in posizionamento estremo che poi risultano.comunque difficili da sostenere.
Rimango a disposizione.
Cordialmente,

Annalisa Anni
Psicologa Psicoterapeuta Padova

Alternativamente-Centro di psicologia di Annalisa Anni Psicologo a Padova

505 Risposte

933 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

17 GEN 2017

Caro Stefano,
tutte le cose su cui ti stai interrogando sono il segnale di un momento importante di cambiamento che vorresti per te stesso e per la tua vita e che forse stai già realizzando.
Il tuo modo analitico di guardare la realtà ti aiuta ad essere consapevole di come sei, dei tuoi punti di forza, delle tue difficoltà e di come gli altri ti percepiscono.
Cambiare però non deve essere un modo per conquistare gli altri o omologarti a loro ma per conoscerti meglio e dar loro un'immagine coerente di te.
Ci sono domande a cui non sei riuscito ancora a dare risposta. Forse richiedono un confronto. Prova a contattare uno psicologo.
Saprà indirizzarti.

D.ssa Daniela Sirtori Psicologo a Villasanta

246 Risposte

228 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

17 GEN 2017

Caro Stefano, sei stato molto dettagliato e questo mi ha aiutato a capire meglio le tue difficoltà e il modo in cui le vivi. Un'altra cosa che la tua mail mi ha comunicato è la complessità e la profondità dei tuoi pensieri e delle tue riflessioni su te stesso e sull'impatto che puoi avere sugli altri. Io credo che tu stia facendo già un ottimo lavoro, per il semplice fatto che rifletti su te stesso, cerchi delle spiegazioni e, soprattutto, delle soluzioni! Le riflessioni a cui sei giunto sono molto importanti e valide e credo che, se tu avessi la possibilità di esplorarle meglio con un esperto, uno psicologo o un terapeuta, ti aiuterebbe a migliorare la tua vita, la visione (distorta) che hai di te e a raggiungere i tuoi obiettivi perchè, credimi, hai tutte le potenzialità per farlo. Leggendo i tuoi ragionamenti non posso che pensare che chi ti ha fatto credere che fossi un "idiota ritardato" non aveva capito molto di te e sarebbe davvero un peccato se tu permettessi ancora a questi pensieri distorti di bloccarti. Se dovessi avere bisogno di aiuto non esitare a chiedere. Un caro saluto

Dott.ssa Capuano Maria Concetta (Padova e Verona)

Dott.ssa Capuano Maria Concetta Psicologo a Padova

79 Risposte

136 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Psicologia risorse umane e lavoro

Vedere più psicologi specializzati in Psicologia risorse umane e lavoro

Altre domande su Psicologia risorse umane e lavoro

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 31150 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 19300

psicologi

domande 31150

domande

Risposte 106900

Risposte