Come risolvere i conflitti familiari?

Inviata da Gigi · 1 nov 2013 Terapia familiare

Salve, in famiglia ho qualche problema relazionale, ovvero, non riesco a capire come relazionarmi o anche solo fare un discorso con mia madre, solitamente cerco di evitarlo ma quando si arriva a parlare putualmente, poco dopo, parte una lite verbale, non so se il problema è dipeso da me o da lei ma fatto sta che la vedo sempre nervosa e ogni proposta o comune accordo non sempre viene rispettato;
Volevo soprattutto sapere se fosse il caso di provare con qualche seduta psicologica ma, anche qui, ogni volta che ci si prova finisce in un putiferio. Come potrei fare in modo che entrambi riuscissimo a capire dove è nato il problema e come risolverlo?
Grazie in aticipo per la risposta e cordiali saluti.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 4 NOV 2013

Gentile Gigi,
i problemi di comunicazioni generano conflitti che pesano poi sulle relazioni; potrebbe cominciare a rivolgersi individualmente ad uno psicologo della sua zona, per iniziare a capire cosa succede dentro di lei e poi eventualmente provare a coinvolgere anche sua madre per lavorare sulla vostra modalità comunicativa. Un cordiale saluto, dott.ssa Lucia Mantovani, Milano

Studio di Psicologia Dott.ssa Lucia Mantovani Psicologo a Milano

995 Risposte

471 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

6 NOV 2013

Gentile Gigi,
solitamente la strada che porta a difficoltà di comunicazione e, di conseguenza, di relazione è percorsa in entrambe le direzioni in un crescendo di rabbia e incomprensione che portano a scontrarsi e a non incontrarsi più. L'ideale, in questa sua situazione, sarebbe che entrambi cercaste aiuto in un percorso personale che, se non comune, dovrebbe essere contemporaneo. Se questo non è possibile sarebbe comunque utile e prezioso seguire un suo percorso personale che l'aiuti a mettere in atto nuove modalità di comunicazione, "incrociando le transazioni disfunzionali", in modo da instaurare un nuovo rapporto con sua madre che, potrebbe persino "adattarsi" al suo nuovo modo di comunicare.

Dott.ssa Giorgia Di Matteo Psicologo a Roma

7 Risposte

5 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

6 NOV 2013

Gentile Gigi,
la strada che porta a problemi di comunicazione e, di conseguenza, di relazione è di solito percorsa da due persone che finiscono per non incontrarsi più, ma solo scontrarsi. Allo stesso modo l'ideale sarebbe seguire un percorso insieme, o contemporaneamente sebbene separatamente. Se questo non è possibile è comunque utile e prezioso un percorso personale che aiuti a trovare il proprio modo di comunicare in modo propositivo e "incrociare transazioni disfunzionali" in modo da ottenere una comunicazione migliore.

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 NOV 2013

Buongiorno Gigi, i conflitti in famiglia esistono per tutte le famiglie e di per se' non sono negativi anzi spesso aiutano ad evolvere, ma perché ciò' possa avvenire e' importante riuscire a gestire il conflitto. Penso che le sarebbe utile una terapia con approccio sistemico relazionale.
Cordiali Saluti,
dott.ssa Laura Tavani

Dott.ssa Laura Tavani, Servizio Di Psicologia E Psicoterapia Psicologo a Castelnuovo Rangone

1 Risposta

1 voto positivo

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 NOV 2013

Gentile Gigi,
non è ben chiara la sua età, se il problema è sorto di recente per qualche motivo particolare, magari trascurato, o è sempre stato presente. Senz’altro l’incontro con un professionista potrà essere utile a migliorare la gestione della vostra relazione. Sarà il o la collega a proporvi la soluzione migliore per il vostro caso specifico.
Cordialmente,
Antonino Savasta,
Pistoia.

Dottor Antonino Savasta Psicologo Clinico Psicologo a Pistoia

155 Risposte

139 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 NOV 2013

Gentile Gigi,
non è ben chiara la sua età, se il problema è sorto di recente per qualche motivo particolare, magari trascurato, o è sempre stato presente. Senz’altro l’incontro con un professionista potrà essere utile a migliorare la gestione della vostra relazione. Sarà il o la collega a proporvi la soluzione migliore per il vostro caso specifico.
Cordialmente,
Antonino Savasta,
Pistoia.

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 NOV 2013

Gentile Gigi,

non si comprende dalla sua richiesta, quanti anni abbia.
E' chiaro che ciò è importante ai fini di una risposta da parte dei professionisti in ascolto.
In linea generale tuttavia, se sua madre non è disposta a collaborare con lei e il resto della famiglia, per una terapia familiare (che potrebbe svolgere anche presso il consultorio familiare di zona), deve proseguire per la sua strada.
Se lei avverte l'esigenza di approfondire le motivazioni dellle incomprensioni comunicative tra lei e sua madre ed individuare la possibile risoluzione a questo conflitto, può andare solo in terapia.
Consultando proprio questo sito, lei potrà trovare il professionista più adatto alle sue esigenze sia economiche che di residenza. Qualora volesse, può sempre rivolgersi anche alle strutture pubbliche (consultori e centri per la famiglia più che centridi salute mentale).
Sulla base di quanto lei scrive, si comprende che vi sia un conflitto, ma non è possibile comprendere di che entità e quali dinamiche sottenda.

Un Caro Saluto
D.ssa Michelini

D.ssa Silvia Michelini Psicologo a Roma

162 Risposte

139 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

3 NOV 2013

Buongiorno gentile Gigi,
può richiedere Lei stesso dei colloqui con uno psicologo psicoterapeuta dove esporrà il suo disagio e dove piano piano potrà imparare strategie comunicative efficaci che l'aiuteranno a parlare meglio con sua madre.
Cordialmente

Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Roma

1714 Risposte

2831 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

3 NOV 2013

Gentile Gigi, la relazione con i nostri genitori è sicuramente tra le più significative della nostra vita e di conseguenza, spesso, anche una delle più ambivalenti. Mi sembra di capire però che le difficoltà di comunicazione e i conflitti con sua madre abbiano raggiunto un livello tale da crearle una certa sofferenza. Generalmente cercare di assumere il punto di vista dell'altro, cercare di comprenderlo, aiuta a capire anche i suoi comportamenti. Potrebbe chiedersi perché sua madre è sempre nervosa, perché rifiuta ogni comunicazione: cosa sta cercando di fare? Cosa cerca di evitare? Cosa le sta chiedendo? Il mettersi in discussione (come già sta facendo) e il non voler per forza trovare nell'altro una responsabilità, una colpa, credo sia uno degli atteggiamenti migliori per cercare di risolvere una situazione di conflitto con un'altra persona. Probabilmente il problema non dipende nello specifico da uno dei due ma nasce da particolari dinamiche relazionali e comunicative: il problema non è in uno di voi, ma tra di voi. Detto questo, per poterla aiutare sarebbero necessarie maggiori informazioni sia su di lei che sulla sua famiglia (per esempio non ha scritto quanti anni ha, da chi è composta la sua famiglia e se vive con sua madre). Le consiglio di contattare uno psicologo, tenendo conto che può essere sufficiente anche iniziare con un percorso individuale (suo), se sua madre al momento non è disponibile a prendere in considerazione quest'idea. Per modificare un sistema (come può essere la vostra relazione) può essere sufficiente agire anche solo su un suo elemento.
Le faccio i miei migliori auguri.

Dr.ssa Sara Sandrini

Dr.ssa Sara Sandrini Psicologo a Brescia

11 Risposte

12 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

3 NOV 2013

Gentile Utente,
quanti anni ha?
Vive ancora con i suoi genitori?
Quali sono gli argomenti che danno origine ai vostri conflitti?
Potrebbe rivolgersi ad un Collega di persona per una consulenza individuale.

Cordiali saluti,
Dott. Giuseppe Del Signore - Psicologo Viterbo

Dott. Giuseppe Del Signore Psicologo a Viterbo

834 Risposte

759 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia familiare

Vedere più psicologi specializzati in Terapia familiare

Altre domande su Terapia familiare

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24150 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17050

psicologi

domande 24150

domande

Risposte 86900

Risposte