Come risolvere blocco emotivo, ossessioni e paura di fallimento?

Inviata da Francesco · 4 set 2014 Disturbo ossessivo compulsivo

Salve, mi rivolgo a voi perché non riesco a fare uscire le mie paure dalla testa. Sono un ragazzo di 29 anni e non riesco a stare bene. Ho paura di essere bloccato in un eterna adolescenza e ho una continua perdita di autostima alternata a periodo di normalità. La perdita di autostima è causata soprattutto dal non riuscire ad avere una ragazza e quando incomincio una storia ho difficoltà a fare sesso. Questi fallimenti emotivi mi fanno pensare all'omosessualità, ma non riesco ad aprirmi agli altri quando ho problemi e questo mi porta a pensare di non avere amici. Con la mia famiglia non parlo o comunque c'è poco dialogo. Nel complesso mi sento una persona sola e ancora peggio con una propensione alla solitudine. Tutto questo mi porta a mettere in dubbio i miei studi nell'area delle scienze sociali e a pensare di aver perso tempo , di essere socialmente inadeguato e di non voler fare i conti con la realtà. Tra tre giorni parto per un semestre di scambio, purtroppo non riesco a staccarmi dai miei problemi e continuo a pensarci in maniera ossessiva. Mi continuo a dire che una volta sull'aereo passarà tutto, ma so che non è così e ho paura di aver fatto l'ennesimo errore.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 9 SET 2014

Gentile Francesco
c'è tanto scoraggiamento nella tua lettera (ti do del tu per la vicinanza che sento) e proprio per questo desidero esprimerti il mio pensiero.
Allora vediamo un pochino di fare più chiarezza: questo scoraggiamento mi sembra dovuto non tanto alla situazione conflittuale e ingarbugliata emotivamente in cui ti trovi, quanto più allo stress causato da una proliferazione impropria di sovrapensieri aggiuntivi che si sono incanalati su un terreno di negatività dove, tu ha un attimo perso il senso di te, del tuo valore e del tuo scopo nella vita.
Penso che proprio da questo punto occorra ripartire e ripulire il "terreno mentale" da tutte queste erbacce aggiuntive che ti "fiaccano" psicologicamente e fisicamente (pure moralmente), e cercare di vedere al situazione per quella che è.
Semplificare, semplificare semplificare... anche con l'aiuto di uno Psicoterapeuta.
Mettersi lì insieme e analizzare le cose.
Partiamo dalle grandi linee:
Difficoltà di relazioni con l'altro sesso e difficoltà sessuale; è pure possibile che tu non abbia ancora incontrato la persona giusta?
Possibile omosessualità? Se così sarà la cosa si farà sentire! ..
Mancanza di socializzazione e di amici....più tranquillità e positività mentale e aprirsi un pò di più?.... Anche per gli amici occorre trovare persone giuste, con valori simili ai nostri...
Lavoro in aree sociali? Secondo me sì, è noto che proprio persone inizialmente "ingrovigliate" possano dare il meglio in questi settori una volta superati i "grovigli" saranno ottimo supporto per altri Ingrovigliati.
Insomma vediamola più positiva! Sono certa che non ti manchino ottime qualità da coltivare ora soffocate e sepolte sotto queste erbacce che stanno infestando un pò tutto il campo.
Inizia il lavoro di pulizia e di trattamento del terreno. Vuoi vedere che sarà terra fertile in grado di dare ottimi frutti???
Ci scommetterei!
Un caro saluto
Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicoterapeuta in Ravenna.

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

6957 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

5 SET 2014

Salve Francesco, mi sembra che lei si trovi in una fase di stallo caratterizzata da un circolo vizioso di bassa autosima, ansia, umore basso e perdita di controllo. Si trova probabilmente in una fase del suo ciclo vitale in cui, come è giusto e naturale, avrebbe bisogno di separarsi dalla sua famiglia, fissare un obiettivo lavorativo per una futura indipendenza e creare una relazione affettiva stabile. Un percorso psicologico la aiuterebbe a sbrogliare questi nodi, ritorvare i punti di riferimento e ricercare il benessere di cui ha bisogno per affrontare la vita.

Dott.ssa Eleonora Russo Psicologa e Psicoterapeuta Psicologo a Trani

31 Risposte

28 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

5 SET 2014

Buongiorno gentile Francesco,
valuti di poter iniziare un percorso di sostegno psicologico proprio durante i sei mesi fuori casa, nel luogo in cui si recherà. Potrebbe essere un ottimo incentivo per lei stesso per prendere in mano le redini della sua vita. Anche la sua visione derivante dai pensieri immobilizzanti cambierebbe in quanto lei stesso inizierebbe a gestire il senso di impotenza nel chiedere aiuto che l'attanaglia.
Le auguro il meglio!
Cari saluti

Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Roma

1714 Risposte

2821 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

5 SET 2014

Caro Francesco,
mi sembra importante partire dalla tua scelta degli studi sociali deducendo che la motivazione è squisitamente intrinseca e pertanto, come manifesti dubbiosamente, conflittuale. Con questo intendo dire che ha esercitato nella tua persona evolutivamente bloccata,una funzione positiva. Ti stai trascinando appresso, fin dall'adolescenza, delle preoccupazioni che potrebbero essere velocemente liquidate con l'aiuto di un/a Collega operante nella tua zona e con una preparazione psicodinamica-relazionale. Personalmente, data la mia abbastanza lunga esperienza in tal senso, ti esorto a non dare importanza ai pensieri ossessivi girando inutilmente dentro te stesso col tentativo di trovare delle risposte illuminanti. Per es quella del pensiero sull'omosessualità è fuorviante, come altre che adesso non ho a disposizione. Se credi, prima di intraprendere il tuo viaggio di studio, puoi contattarmi per quanto ci sarebbe ancora da dire e senza impegno economico.
Dott.ssa Carla Panno
psicologa-psicoterapeuta

Dott.ssa Carla Panno Psicologo a Milano

1057 Risposte

638 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 SET 2014

Egregio signor Francesco,
la complessità della sua "storia" mi porta a consigliarle un capace psicoterapeuta, non uno qualunque magari rintracciabile più vicino possibile alla propria abitazione o quello che "costa poco"... E' infatti importante che si possa arrivare ad una diagnosi certa cui fanno riferimento i sintomi da lei lamentati che senza uno specialista esperto non cessano di disturbarla!
dr Paolo G. Zucconi, sessuologo clinico e psicoterapeuta comportamentale e cognitivo in Friuli Venezia Giulia

Dr. Paolo G. Zucconi (sessuologia clinica & Psicoterapia) Psicologo a Udine

1087 Risposte

1569 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 SET 2014

Caro Francesco, comprendo la sua preoccupazione ad intraprendere il suo viaggio con il bagaglio di pensieri che la fanno vivere male.
Da qui il consiglio migliore che riesco a darle e' di consultare uno psicoterapeuta quando le sarà possibile intraprendere dei colloqui in modo continuo. L'aiuto ed il sostegno di un professionista le permetteranno di trovare fiducia nelle sue possibilità. Il problema della sessualità, ammesso che l'omosessualità sia un problema, riflette le sue insicurezze.
Spero di averle dato utili indicazioni
Dott.Dario Grigoli
Pinerolo

Dario Dott. Grigoli Psicologo a Pinerolo

138 Risposte

123 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Disturbo ossessivo compulsivo

Vedere più psicologi specializzati in Disturbo ossessivo compulsivo

Altre domande su Disturbo ossessivo compulsivo

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 23050 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16650

psicologi

domande 23050

domande

Risposte 84400

Risposte