Come riconoscere di avere un disturbo alimentare o no?

Inviata da Ale · 24 nov 2015 Anoressia

Salve ho 23 anni,sono studentessa e faccio danza a livelli professionali ...
Inizio ad avere forte preoccupazione nei miei comportamenti alimentari,ho sempre avuto un brutto rapporto col cibo ...
Da piccola sopratutto, dai racconti dei miei familiari, non mangiavo nulla ne mi piaceva nulla...sempre stata abbastanza magra ..mai avuto problemi di obesità ...
Dall'adolescenza ad oggi passo da periodi di diete molto rigide ...a periodi di alimentazione sempre molto controllata ma con aggiunta di vomito autoindotto.
Sono alta 1.73 è attualmente peso 55 kg ma sono perennemente ossessionata dal dover raggiungere un peso che oscilla tra i 48 e i 50 kg!
In questo periodo in particolare la situazione è diventata davvero pesante, mangio pochissimo massimo 500 cal al giorno, ma vomito appena metto un boccone in bocca senza la necessità delle abbuffate. Vengo divorata dai sensi di colpa, dalla frustrazione, mi sale una forte ansia e finché non lo faccio non mi do pace.
Non ricordo neanche più quando ho incominciato, all'incirca un mese fa ...prima lo facevo solo ogni tanto in momenti di forte stress, ora fa parte di me...come se inghiottissi tutte le delusioni per poi andarle a vomitare.
Sentirmi vuota mi fa stare bene o per lo meno in pace con me stessa, dal momento in cui decido di mangiare anche una semplice insalata, dovrò essere costretta a scegliere, a essere punita, a vomitare ...
Mi peso ogni giorno, annoto quello che mangio per contare le calorie, per poi cercare di bruciarne almeno la metà....
Non mangio mai d'avanti agli altri se non familiari o amici stretti, non so, me ne vergogno fortemente come se stessi facendo un peccato...
Sono affascinata dalla magrezza, forse dalla troppa magrezza ....dalle ossa da fuori...inizio a sentirmele e tutto ciò non fa che riempirmi di gioia, ma allo stesso tempo sentirmi la pressione addosso di non mollare ...un po di impegno e ci si abitua a tutto ...
Lo sport, la danza che pratico sicuramente mette in rilievo certi canoni di magrezza ...ma io lo faccio non solo per la danza, ma anche per me ...voglio essere più magra, così non mi basta!
(Non riesco a parlarne in maniera così dettagliata con la mia psicologa, nonostante abbiamo un bel rapporto di fiducia ...forse non è mai stata affrontata in maniera più profonda .... )
Ad ogni modo nonostante mi senta a volte triste, sola e questa situazione sta diventando un'incubo, temo il cibo ..non riesco a pensare ad altro se non a dimagrire, a cosa mangiare, quando e se vomitare, mi guardo costantemente allo specchio e mi vedo sempre più enorme ...mi sento di combattere perennemente contro un nemico, il cibo.
Vorrei capire cosa fare? Se questo presenta un disturbo alimentare serio o è solo una mia preoccupazione ?
Mi sento intimorita di questa situazione ma allo stesso tempo non ho nessuna intenzione di cedere: il mio obbiettivo sarà raggiunto...vorrei solo stare più serena..anche se a volte vorrei solo andar via lontano da tutti e da tutto e anche da me stessa ....

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 24 NOV 2015

Cara Ale,

alcuni tuoi comportamenti, come i seguenti:
"Mi peso ogni giorno, annoto quello che mangio per contare le calorie, per poi cercare di bruciarne almeno la metà", sono tipici dei disturbi alimentari, così come alcune sue riflessioni: " come se inghiottissimi tutte le delusioni per poi andarla a vomitare", "vorrei andare via da tutto e da tutti e anche da me stessa"...Ha parlato di queste sue difficoltà con la psicologa che la segue?
Le suggerisco di approfondire questi argomenti, anche se sarà duro e difficile, non si pre-occupi, ma si occupi di sè stessa.

cordiali saluti

Dott.ssa Monica Salvadore

Dott.ssa Monica Salvadore - Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Torino

369 Risposte

848 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

21 DIC 2015

Cara Ale
devi cercare un aiuto per poter affrontare questa tua situazione e per poter essere te stessa in forma sia fisica che psichica.
Io penso che tu sia una ragazza molto bella e mi piacerebbe che tu pensassi anche a come mantenerti in equilibrio e in uno stato di benessere.
Ti prego di contattare uno psicoterapeuta e di farti aiutare sia a capire questi sintomi sia a superarli.
Il tuo disturbo è serio e va affrontato con grande serietà.
Devi recuperare il senso del vivere in equilibrio e in armonia con te stessa e col mondo che ti circonda.
Impegnati con adeguato aiuto a raggiungere questi obiettivi e la serenità che desideri.
Non perdere tempo e non delegare ad altri.
Se non lo hai già fatto chiama un terapeuta.
Tantissimi auguri
Dott. Silvana Ceccucci Psicologa psicoterapeuta

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

7010 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

2 DIC 2015

Gentile Ale,
hai descritto in modo scolastico tutti i sintomi dell'anoressia ed anche il calcolo del tuo indice di massa corporea depone per anoressia, sebbene di grado lieve.
Non dici da quanto tempo sei in psicoterapia nè se ti ha spinto ad andarci il problema del peso corporeo e delle tue abitudini alimentari oppure le delusioni, i sintomi depressivi e i disturbi di personalità e magari per questo non hai ancora approfondito le tematiche sul tuo disturbo del comportamento alimentare.
Cara Ale, nonostante la tua rigidità ("...non ho nessuna intenzione di cedere!"...) e la tua soddisfazione, anzi "gioia" nel poterti contare le ossa, tu identifichi la serenità nell'andare via da tutti e da te stessa e in realtà non ti piace nemmeno la danza che pratichi a livello professionale perché è solo una pseudo-giustificazione per perseguire la tua magrezza patologica.
Spero che dimostri la fiducia che dici di avere nella tua terapeuta affrontando decisamente questi temi e lasciandoti aiutare
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno)..

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7088 Risposte

20217 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

1 DIC 2015

Cara Ale,
ti consiglio caldamente di parlarne con la tua psicologa, ciò che descrivi è il quadro di un disturbo del comportamento alimentare, situazioni serie che vanno trattate altrettanto seriamente con un approccio multidisciplinare: psicoterapeuta, dietista, endocrinologo.
Un caro saluto,
Dott.ssa Monica Palla
psicologa psicoterapeuta

Dott.ssa Monica Palla Psicologo a Pisa

58 Risposte

22 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

25 NOV 2015

buongiorno Ale
ha molto chiaro quello che sente e come lo sente, le consiglio di parlarne con la sua psicologa e di trovare insieme una strategia per combattere il suo malessere. Si fidi della sua psicologa e si affidi a lei.

Dott.ssa Valeria Bugatti Psicologo a Roma

105 Risposte

47 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

24 NOV 2015

Cara Ale,
scrive di non risucire a parlare in modo dettagliato con la sua psicologa. Dato che è stata molto brava a descrivere la situazione per iscritto, potrebbe fare la stessa cosa con la psicologa: le scriva.
In questo momento è importante affidarsi a lei.

Un saluto
Dott.ssa Francesca Fontanella

Dott.ssa Francesca Fontanella Psicologo a Rovereto

1030 Risposte

2064 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

24 NOV 2015

Cara Ale, coraggio e ...provi a parlare direttamente alla sua terapeuta di questi comportamenti e pensieri che ha.

Coraggio e buona vita!

Dott.ssa Cristina Fumi
Psicologa-Psicoterapeuta Milano

Dott.ssa Cristina Fumi Psicologo a Milano

233 Risposte

233 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

24 NOV 2015

Carissima Ale
E'chiaro che non devi assolutamente sottovalutare tutto ciò che hai ben descritto nella lettera.In alcuni passaggi dici:",come se inghiottissi tutte le delusioni per poi andarle a vomitare"...e ancora:"vorrei andar via da tutto e da tutti anche da me stessa".Mi pare che dovrebbero essere questi i nodi che dovresti affrontare con la tua psicologa e penso che tu debba maturare una forte convinzione al cambiamento del tuo stile di vita.Auguri Dott.ssa Milena Angeli

Dott.ssa Milena Angeli Psicologo a Padova

67 Risposte

39 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

24 NOV 2015

Buongiorno gentile Ale,
la situazione che presenta necessita di approfondimento e sarebbe opportuno che si sforzasse di parlarne con la psicologa che la segue, ne trarrebbe un beneficio che neanche immagina e - nello stesso tempo - la sua terapia potrebbe avere una svolta notevole e importante. Si faccia coraggio e parli con il cuore alla sua terapeuta.
Cordiali saluti
Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta Roma

Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Roma

1714 Risposte

2831 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Anoressia

Vedere più psicologi specializzati in Anoressia

Altre domande su Anoressia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24150 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17050

psicologi

domande 24150

domande

Risposte 86850

Risposte