Come posso uscirne? Ho bisogno di ritrovarmi. Ancora.

Inviata da Sole · 20 mag 2021

Buongiorno,
Donna. 32 anni. Mamma.
Non so esattamente da che parte cominciare, ma sento la necessita di affidarmi ad uno specialista. Parto da oggi. Non mi sento serena. Trabordo di sentimenti di rancore e rabbia. Vivo stati d ansia che tolgono lettralmente il respiro. Non riesco a fare niente se prima non ho il suo benestare. Mi sono trasferita in una grande citta con lui(la sua di origine) stiamo insieme da 6anni di convivenza quasi tutti, ci siamo lasciati almeno 2 volte per poco tempo. L ho lasciato io. Quelle volte come oggi sento le stesse cose: non mi sento libera (sia di dire il mio pensiero, sia di fare in autonomia una stupidissima lavatrice), ansia. Insoddisfazione. Tristezza. Insicurezza. Mi sembra di essere in un tunnel senza uscita. Mi chiedo continuamente perche si era rifatto sentire e perche ancora ci sono tornata insieme, investendo questa volta tutti i miei risparmi e lasciando il mio bambino (che non è suo figlio) nella mia citta d origine per fargli finire il percorso di studi e poi portarlo qui da me.
Tendenzialmente sono una persona solare, simpatica e ricca di creatività,(le mie passioni sono legate all arte) non giudicante, il bicchiere tendo a vederlo mezzo pieno e talvolta tutto questo mi porta a vivere certe responsabilita con troppa leggerezza e poca razionalita. Ad oggi se dovessereo chiedermi cosa vuoi dalla vita, la mia risposta non vede progetti futuri o idee chiare, risponderei vorrei essere serena. In questa relazione non sono piu felice. Ma non riesco a lasciarlo. Le mie giornate sembrano di una persona che si lascia vivere. Ho perso lo spirito di iniziativa, ho perso quello stupore per la vita che mi ha sempre caratterizzata. Al mattino ero felice anche solo perche avevo la possibilita di vivere un nuovo giorno, adesso mi sveglio arrabbiata, con la paura di non sapere con che stato d animo si possa svegliare lui. Le cose che faccio le faccio con la tremenda paura di sbagliare e di incappare nelle sue svalutazioni e critiche anche per una piccolezza che diventa grande alla pari di un omicidio, anche se tutto il resto è "perfetto". Esempio recente: ho fatto tutti i mestieri di casa, ho apparecchiato per la colazione dell indomani, mi sono impegnata in quei dettagli che so che lui ci tiene. Torna a casa, io ansia, lui trova la tastiera del tablet non al suo posto. Parte il monologo " puoi esserr piu ordinata?ma non ci arrivi che quello non è al suo posto? Sei disordinata e quindi se sai che il disordine mi da fastidio e non lo fai, allora mi manchi di rispetto e mi sento tradito ecc ecc". (Che poi è talmente variabile capire cosa gli da davvero fastidio, perche puntualmente quella cosa per cui vengo ripresa e per cui mi sento una nullita, incapace di amare, la fa anche lui. Per riprendere il disordine. Il giorno dopo lascia pigiama e ciabatte per terra, cosa che non mi darebbe fastidio, credo che i problemi siano altri) sento rabbia, rancore, ingiustizia, voglia di fargliela pagare, stanchezza, ansia, incapacita di camminare da sola, non riesco a fare emergere la mia personalita che non è cosi, o meglio, non lo è stata e mi manca. Non agisco piu per amore, ma per ansia. Non dico piu quello che penso sinceramente, la sua logica è imbattibile, convincente e estenuante nel cercare di convincermi sul pensiero uguale al suo,ma dico quello che vorrebbe lui. Faccio quello che vorrebbe lui. Ma anche cosi non va bene, perche le accuse sono che "devo pensare a tutto io?non sei in grado di pensare con la tua testa? Accendi il cervello". Poi fa cose apparentemente per il bene familiare, quando nessuno gli ha chiesto niente, per puntualmente rinfacciarle o paragonarmi a lui. Si sta litigando tanto perche in un certo senso sto cercando di non rinunciare a quello che è il mio sentire e il mio pensiero e il mio modo di fare le cose. Ultima discussione ha fatto un bellissimo discorso su come venirci incontro, trovare un punto in comune, crescere insieme ecc. Il mio cervello gli dava ragione. Ma il mio cuore non si fida per niente. Ha anche la grande capacita di raccontare la realta parzialmente vera. Esempio: sto seguendo un corso, con la classe ci siamo organizzati per andare assieme in un posto a comprare del materiale, risultato eravamo io e altri 3 ragazzi. Mi accusa di essere uscita con 3 uomini,che adesso anche lui uscira con3donne. È vero che sono uscita con 3 ragazzi, ma fino al momento dell incontro non lo sapevo, perche appunto si parlava di questa cosa nel gruppo classe.
Ce stata una volta che sempre con la classe avevamo normalmente organizzato un pranzo di fine lezioni, a cui non avrei potuto partecipare perche "non stiamo mai insieme, quindi non mi ami, io faccio tutto e tu te ne vai con i tuoi nuovi amici ecc" (il pranzo non si e fatto, ma non ci avrei rinunciato questa volta). Poi quel giorno mi ritrovo sua mamma a casa e la sera insieme ad un suo amico. Stato confusionale subito, senso di ingiustizia, rabbia.Perche sono ritornata con lui? Perche è come se stessi aspettando il momento buono per lasciarlo che poi non arriva mai? Desidero una relazione simmetrica, di riconoscimento della bellezza dell alterita, io amo le persone piu delle cose, non ho sensi di malizia, amo gli incontri a caso, dare un senso di opportunita ad un errore, ad un problema (reale). Questo all inizio (ad ogni inizio) l ho vissuto con lui, ora no.
A parte l essere tornata con lui, non riesco a capire la mia responsabilita in tutto questo, non significa che non voglia capirla, faccio veramente fatica.
Sto pensando ad un percorso di psicoterapia.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 20 MAG 2021

Gentile Sole,
comprendo il suo disagio per questa situazione che sta vivendo. Sentirsi spesso sminuite dal proprio partner ci porta a frustrazione e delusione, poichè non ci viene riconosciuto il nostro valore. Per questo motivo, dobbiamo essere noi stesse a tenerlo bene a mente e, da quello che ci racconta, Lei ha ancora ben chiaro la donna che è stata e che continua ad essere, anche se in questa relazione non riesce ad uscire del tutto la sua solare personalità. Lei ha detto bene; una relazione deve essere simmetrica e caratterizzata dal rispetto reciproco, e mi sembra che nella sua relazione solamente Lei abbia messo l'impegno per portarla avanti nel corso del tempo. Forse adesso è arrivato il momento di dedicare del tempo a se stessa, e di spendere le sue energie unicamente per Lei. E' già consapevole di questa sua necessità, e questo è un primo importante passo avanti che Le permetterà di lavorare su di Lei per Lei. Un percorso psicologico la aiuterebbe in questo. Per qualsiasi domanda o approfondimento rimango a disposizione anche online, un caro saluto
Dottoressa Erica Simoni

Dott.ssa Erica Simoni Psicologo a Parma

122 Risposte

54 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

21 MAG 2021

Cara Sole,
ho letto attentamente ciò che hai scritto e ho percepito nettamente tutta la frustrazione e la rabbia, anche verso te stessa, che stai sperimentando in questa relazione. Non è semplice tagliare un legame (anche quando non fa stare bene) e quasi certamente non ci sarà mai un momento "perfetto" per lasciare una persona; quello che mi sento di consigliarti è di intraprendere un percorso individuale che ti aiuti e ti supporti nel farlo o non non farlo (questo lo deciderai tu), e che ti dia in ogni caso la possibilità di aprirti e di confrontarti con un professionista che ti aiuti a ritrovare il tuo benessere e, specialmente, te stessa. Quello che desideri tu in una relazione è più che lecito, ed è un tuo diritto cercarlo; non ti accontentare di un legame che non ti rende felice.
Spero di averti dato qualche spunto utile.
Rimango a disposizione qualora ti facesse piacere avere un ulteriore confronto.
In bocca al lupo!

Marcella Giacon
Psicologa Psicoterapeuta

Dott.ssa Marcella Giacon Psicologo a Padova

52 Risposte

22 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 MAG 2021

Carissima,
il suo pensiero di intraprendere un viaggio alla scoperta di se’ potrebbe essere la chiave della sua rinascita e della riacquisizione del suo valore.
L’ obiettivo è quello di approfondire le sue relazioni interpersonali e le sue preziose risorse alla luce dei contesti di appartenenza, di cui il prioritario fra tutti da approfondire, è quello della sua famiglia d’origine.
Rimango a sua completa disposizione, anche online.

Dott.ssa Francesca Orefice.

Dott.ssa Francesca Orefice Psicologo a Bologna

478 Risposte

165 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 MAG 2021

Carissima, credo che trovare il proprio modo di esprimersi e di individuarsi, riconoscersi possa essere il passaggio fondamentale per iniziare a comprendersi, ad amarsi e a svincolarsi da situazioni che non ci consentono di provare benessere.
Un lavoro su se stessa può portarLa ad orientarsi verso ciò che desidera, raggiungendo un Suo equilibrio personale.
Buona fortuna.
Dr.ssa Amanda D'Ambra.

Dr.ssa Amanda D'Ambra Psicologo a Torino

1615 Risposte

872 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 30000 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18800

psicologi

domande 30000

domande

Risposte 102150

Risposte