Come posso superare questo problema ?

Inviata da Lara il 10 apr 2019 Crisi adolescenziali

Ciao mi chiamo Lara. Ho letto storie simili alla mia però desidero molto raccontare anche la mia di storia. Ho iniziato a settembre la scuola con il "piede sbagliato", questo perché abbiamo cambiato tutte le insegnanti tranne una. Questo per me è stato proprio un colpo basso, in particolare perché ero molto affezionata a due prof: la prof di matematica e quella di inglese. Per me erano davvero due punti fissi di riferimento, potevo contare su di loro per qualsiasi problema. Anche se non vado matta per matematica non vedevo l'ora di frequentare le lezioni con quella prof, si era creato un bellissimo rapporto con entrambe le insegnanti . Se dovessi proiettarmi nel futuro vorrei essere come loro. Provavo una profonda ammirazione nei loro confronti, le adoravo. I rapporti che si erano creati non erano semplici rapporti alunna- professoressa, era qualcosa di più speciale. All'inizio dell'anno sentivo troppo la loro mancanza: piangevo sempre, perciò ho deciso di recarmi dalla psicologa della scuola. Ho avuto diversi incontri, l'ultimo è stato una settimana fa. In un certo senso sono riuscita a superare la cosa con le sue "dritte". Purtroppo però la cosa si sta ripresentando con l'attuale prof di tecnologia. Le voglio troppo bene, ci rido , ci scherzo e si è creata anche una certa confidenza. Mi piace un sacco come persona è super simpatica e dolce. Non faccio altro che pensarci... vorrei trascorrere più tempo assieme a lei... mi sono affezionata troppo. Ora sono un po' triste perché manca poco alla fine della scuola e so già che ci starò male perché sentirò di nuovo la sua mancanza... non voglio perdere i rapporti... la stimo troppo. Come posso superare questo attaccamento nei confronti delle prof? P.s. con la prof di matematica e inglese capita di scambiare quattro chiacchiere su whatsapp.. alla fine della scuola hanno dato i loro numeri alla classe e all'adozione ottobre abbiamo fatto anche una pizzata tutte insieme.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Lara,
presumendo che sei una adolescente, è noto che è frequente a questa età la ricerca di punti di riferimento e di identificazione diversi da quelli rappresentati dai genitori (in genere contestati) e che possono essere trovati nel gruppo dei pari o, a volte, nei propri insegnanti.
Tuttavia, a mio parere, la creazione di un legame affettivo forte nei confronti di questi ultimi, specie se reciproco, non è appropriato e consono al loro ruolo (che è fondamentalmente quello di insegnare la loro materia) anche perchè potrebbe interferire con esso.
Ciò ovviamente non impedisce che l'allievo possa avere rispetto ed ammirazione per certi insegnanti ma ciò si dovrebbe dimostrare soprattutto imparando bene la materia che insegnano e non in altri modi.
Poi, a fine anno, la pizza con insegnanti e alunni per festeggiare insieme ci può anche stare!...
Pertanto, ti esorto a soddisfare il tuo bisogno di dare e ricevere affetto con modalità più adeguate e funzionali e cioè all'interno di rapporti familiari, amicali e magari , con la dovuta cautela, anche sentimentali.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6484 Risposte

18141 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Lara,
capisco davvero la sua tristezza. Gli insegnanti con cui passiamo tante ore ed affrontiamo esperienze importanti (e la scuola lo è), sono persone a cui ci leghiamo molto, in un modo o nell'altro.
Capisco lei abbia paura di soffrire di nuovo. E' umano avere paura di perdere una relazione importante, soprattutto quando già ci siamo passati. Tuttavia lei ha anche sperimentato come la perdita pian piano si affronta e si supera, e fortunatamente possono esserci altre persone con cui costruire un bel rapporto.
Lei ha amiche o amici, o un ragazzo? O altri adulti con cui si sente a suo agio e sente come riferimenti (con mamma e papà durante questi anni alle volte i rapporti sono complicati; è il suo caso? se è così, fratelli o sorelle maggiori, o zii o nonni cui può rivolgersi per consiglio e sostegno?) La fine della scuola significa anche avere più tempo per le amicizie, per dedicarsi alle attività che ci piacciono. La tristezza si affronta molto meglio con il conforto di un'amica, ad esempio.
Mi chiedo se, forse, la sua preoccupazione possa venire dalla 'concentrazione' del suo affetto sull'insegnante, piuttosto che anche in altre relazioni importanti.
Mi scriva liberamente se lo desidera.
Tantissimi auguri,
Dott.ssa Valentina Cozzutto

Dottoressa Valentina Cozzutto Psicologo a Monza

43 Risposte

34 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Crisi adolescenziali

Vedere più psicologi specializzati in Crisi adolescenziali

Altre domande su Crisi adolescenziali

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15300

psicologi

domande 19700

domande

Risposte 77300

Risposte