Non puoi recarti in nessun centro?
Trova uno psicologo online
Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Come posso risolvere questa situazione?

Inviata da Marta il 18 ott 2017 Terapia di coppia

Gentili dottori,

scrivo in merito ad una problematica che mi sta provocando un forte disagio. Sono una ragazza di 24 anni e sono fidanzata da quando ne avevo sedici. Da almeno due anni, il mio desiderio sessuale è diminuito e adesso è divenuto quasi inesistente. Nei primi anni di relazione andava tutto bene sotto quell'aspetto, ma ora mi sento quasi come se fossi già in menopausa. La frequenza dei rapporti è di due volte al mese circa (anche perchè entrambi viviamo ancora a casa) e ovviamente il mio ragazzo ha delle esigenze che in questo momento non riesco a soddisfare. Premetto che negli ultimi tre anni ho lavorato e studiato allo stesso tempo e lo stress accumulato sul lavoro e la profonda delusione nell'essere rimasta molto indietro con gli studi, penso abbiano avuto un ruolo in questa situazione. Ho fatto anche un percorso con una psicologa in quanto la mia situazione familiare mi ha comportato dei disagi come forte ansia e via dicendo. Purtroppo ho anche sofferto di doc fin dall'infanzia (solo nei periodi più difficili della mia vita), che sono andati dal controllare più volte la porta chiusa, al toccare più volte una cosa e quando mi sono iscritta all'università, in concomitanza ad un periodo molto difficile per via del rapporto con mio padre, è arrivato il doc che riguarda la paura di essere lesbica. Un giorno semplicemente ho iniziato a vedere delle mie compagne che sono lesbiche e mi sono domandata se non potessi esserlo anch'io. Un doc puro, con tutte le sue fasi. Parlandone con la psicologa una volta, mi ha consigliato di comportarmi come se non esistesse, senza dargli importanza. Devo dire che da tre anni a questa parte è migliorato, ma non è scomparso. I primi tempi continuavo a guardare altre ragazze per vedere se mi facessero un certo effetto ed ero in ansia e adesso è un pò migliorato, nel senso che ho accettato il doc e ogni tanto riappare la domanda, che però cerco di lasciar scivolare via. Il problema è che penso che tutto questo forte stress mi abbia causato la perdita della libido, oltre al fatto che essendo fidanzata da otto anni, vi è anche un calo fisiologico. Inoltre penso che il fatto di non aver vissuto un rapporto madre-figlia, possa aver creato in me maggiore difficoltà a socializzare ( ho poche amiche fidate) e il distacco che vedo tra me e le altre ragazze provoca in me ulteriori dubbi.Sono davvero molto preoccupata e spero con il cuore che qualcuno possa rispondermi. Scusate per il testo lunghissimo, ma ho cercato di descivere il quadro completo.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Marta,
tutto ciò che riguarda l'aspetto sessuale risulta notevolmente influenzato negativamente dall'ansia e, proprio come lei ha ipotizzato, è fisiologica una diminuzione dell'appetito sessuale dopo molti anni di frequentazione.
Un calo del desiderio sessuale può essere un segnale di qualcosa che non va ma è un aspetto legato a così tante possibili cause che non è possibile, a mio avviso, darle un consiglio specifico adesso.

Dice di non aver assoluto interesse nel fare sesso, tuttavia scrive che lo fa con una frequenza di due volte al mese: forse si sforza di assecondare il suo partner per non ferirlo, talvolta scegliere in questo senso potrebbe essere controproducente.

Ci sono aspetti della sua storia personale che meritano certamente di essere presi in considerazione, per questo le consiglio di contattare uno psicoterapeuta cognitivo-comportamentale che si occupi anche della sfera sessuale il quale potrà ascoltare i suoi dubbi e potrà darle delle risposte adatte alla sua situazione oltre a ridurre il livello di stress generale e scoprire se ci siano delle altre tematiche da affrontare.

Resto disponibile per ulteriori precisazioni,
la saluto e le auguro di tornare presto serena,
Marco Tagliagambe.

Dott. Marco Tagliagambe Psicologo a Empoli

35 Risposte

50 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Marta,
il calo del desiderio sessuale è strettamente correlato al nostro stato psico-emotivo, in particolare l'ansia e lo stress posso incidere negativamente, così come tensioni di natura emotiva e relazionale con il partner, più o meno esplicite e dichiarate.
Ritengo possa essere certamente utile approfondire la questione con uno psicologo/sessuologo per sondare sorpattutto gli aspetti legati alla sfera emotiva e relazionale che lega Lei e il Suo compagno. Certamente complicità, gioco e distensione possono aiutare a rirpistinare una buona serenità in tal senso.
Le auguro buone cose.
Dott.ssa Alessandra Degioanni

Dott.ssa Alessandra Degioanni Psicologo a Cuneo

16 Risposte

5 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Marta,
Il calo del desiderio sessuale è influenzato da molteplici variabili, tra cui fattori psicologici come ansia e stress.
Un altro fattore importante di diminuzione del desiderio potrebbe essere la mancanza di dialogo tra lei e il suo ragazzo. In questo senso la vicinanza emotiva permette di superare tensioni e rigidità.
Per quanto riguarda la gestione dell'ansia e l'elaborazione di alcuni vissuti conflittuali lei potrebbe riprendere un percorso psicologico.
Cerchi inoltre di spezzare la monotonia e la routine.
i miei migliori auguri
Dott.ssa Donatella Costa

Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2524 Risposte

2105 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Marta, avendo tu già svolto precedentemente un percorso su te stessa sai quanto sia importante per fare chiarezza si determinate situazioni. È importante in questo momento indagare meglio la natura del disagio che provi nel momento in cui ti relazioni sessualmente col tuo partner, oltre avere un quadro più chiaro sulla vostra relazione e su come essa è inserita all'interno della tua vita, delle tue ambizioni e delle prospettive future.
Per qualsiasi cosa non esitare a contattarmi!
Dott.ssa Marika Cocco

PsicoLogicaMente Psicologo a Civita Castellana

30 Risposte

30 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Marta,
dalla descrizione che ha fatto della sua situazione, emergono diversi punti su cui bisogna andare ad indagare: il rapporto con il suo ragazzo e con esso tutto ciò che riguarda la sua sfera sessuale, la presenza del DOC e la sua gestione, la presenza anche di una sintomatologia ansiosa..
Quello che mi sento di consigliarle è contattare un terapeuta, magari ad orientamento cognitivo-comportamentale (faccia comunque una ricerca su internet per capire quale possa essere l'approccio migliore per lei).
Un caro saluto.
Dott.ssa Monica Di Giambattista

Dott.ssa Monica Di Giambattista Psicologo a Giulianova

39 Risposte

77 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Marta. Lei parla di DOC e di gestione della sintomatologia. Mi fa supporre che sia già stata da un collega che lavora in ambito cognitivo - comportamentale. Sarebbe ora, invece , che facesse un percorso approfondito che mettesse in luce le dinamiche conflittuali inconsce di due aspetti che lei accenna solo di sfuggita: il cattivo rapporto con suo padre e l'assenza di un legame con sua madre. Auguri.

Dott. Luciano Malerba Psicologo a Torino

125 Risposte

40 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16000

psicologi

domande 20700

domande

Risposte 80300

Risposte