Non puoi recarti in nessun centro?
Trova uno psicologo online
Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Come posso risolvere i miei problemi di concentrazione improvvisi?

Inviata da carlotta il 20 ago 2013 Autorealizzazione e orientamiento personale

Salve, mi chiamo Carlotta e ho 19 anni. L'anno scorso mi sono iscritta all'università e, nonostante dopo il diploma fossi abbastanza confusa per la scelta, sto concludendo il primo anno di lettere classiche. Tutto sembrava andare bene, con le normali ma superabili difficoltà che si incontrano, quando il mese scorso, mentre preparavo l'esame di storia greca, non ero più la stessa. Dopo aver finito la preparazione, una settimana prima dell' esame, ho iniziato a ripetere il tutto; Il problema è che non ci sono riuscita. Non appena iniziavo a ripetere a voce alta, perdevo la concentrazione, iniziavo a piangere e correvo in bagno urlando, pronta a vomitare. Ovviamente tutti mi hanno consigliato di lasciar perdere in quanto avevo preparato l'esame in 20 giorni e, data l'estate, il mio corpo si rifiutava di studiare per il caldo. A parere di tutti, quindi, dovevo solo svagarmi. È passato un mese, ieri mattina ho provato a rimettermi sui libri. Risultato? Zero concentrazione, mal di testa, crisi di pianto, sudorazione fredda, le materie che più ho amato mi danno la nausea, ho la tachicardia nel letto al mattino, non appena apro gli occhi e molta ansia. Sì, é vero, sono ansiosa di mio ma tutto questo non dovrebbe succedere. Sto bene se esco, se leggo un libro o se parlo con la gente ma non appena ritorno sui libri torna la depressione. Non mi é mai successo questo. Vi prego, ho paura. Non voglio lasciare l'università.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Buongiorno Carlotta
il suo disagio è sicuramente legato a un motivo da capire e superare. per tale motivo le consiglio di rivolgersi alla psicoterapeuta della sua zona.

cordiali saluti
dott.ssa Manuela Vecera

Dott.ssa Manuela Vecera Psicologo a Torino

131 Risposte

142 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Carlotta il tuo racconto mi ha fatto pensare all'ansia da prestazione che a volte genera sintomi come quelli che ti affliggono. Un percorso psicologico focalizzato potrebbe aiutarti molto, nel frattempo ti consiglio di provare a rilassarti con qualche esercizio di trainign autogeno che puoi trovare su Internet.
Un saluto
Studio di Psicologia di Corso Vittorio

Studio Di Psicologia In Corso Vittorio Psicologo a Torino

124 Risposte

55 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Carlotta,
forse è capitato qualcosanella sua vita che ha destabilizzato il suo equilibrio e che ora le impedisce di concentrarsi. Sarebbe però meglio per lei rivolgersi direttamente ad uno psicologo per chiedere una consulenza vis a vis, in modo da approfondire la situazione, capire cosa le sta accadendo e superare la difficoltà attuale. Certamente si tratta di una difficoltà superabile!
In bocca al lupo e un cordiale saluto, dott.ssa Lucia Mantovani, Milano

Studio di Psicologia Dott.ssa Lucia Mantovani Psicologo a Milano

995 Risposte

461 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Carlotta, il primo passo è quello di riflettere sul fatto che la facoltà che sta frequentando possa essere quella giusta, a prescindere dal suo non voler lasciare l'università.
Se sente di credere veramente nella buona riuscita del suo corso di studi, ora è però importante imparare a gestire la sua ansia, soprattutto in prossimità degli esami che dovrà affrontare.
Credo che la sua agitazione al momento dello studio possa essere legata ad un'ansia da esame, negativa perchè eccessiva e controproducente in quanto dominata dalla paura di una bocciatura, di fare una figuraccia o di tradire le aspettative degli altri, oltre che dalla delusione che ne consegue inevitabilmente.
Il mio consiglio è quello di chiedere aiuto adesso e prima che l'ansia che prova vada a peggiorare, compromettendo realmente i suoi studi...attraverso un percorso di sostegno psicologico può imparare come tenere sotto controllo i sentimenti disfunzionali che ora le impediscono di rilassarsi e di dedicarsi in modo sereno ai suoi studi.
Rimango a disposizione se ha bisogno di chiarimenti.
Cordiali saluti.
Dott.ssa Alessia Sorsi

Dott.ssa Alessia Sorsi Psicologo a Piacenza

76 Risposte

46 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Carissima, provi a rivolgersi a uno psicologo della sua zona per meglio comprendere il suo disagio. Cordialmente, dr. Cisternino

Dottor Antonio Cisternino MDPAC Psicologo a Torino

481 Risposte

632 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Carlotta,
stia tranquilla. E' normale quando si è troppo perfezionisti nel tutto, e specialmente nelle cose che ci tengono in vita di cedere. Lei forse abbia avuto un esaurimento psico-nevrologico e il suo corpo e la sua mente si sono datti una pausa. Fa bene uscire e divertirsi, cosi riposando /probabilmente ha bisogno di più tempo/ tornerà in linea come prima. Faccia anche un pò di sport con l'aiuto di cui scaricare la energia negativa acumulata, prenda un pò di vitamine insomma si dia un pò RELAX.
Buona fortuna

Dott.ssa Stoyanka Georgieva Psicologo a Omegna

225 Risposte

137 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Autorealizzazione e orientamiento personale

Vedere più psicologi specializzati in Autorealizzazione e orientamiento personale

Altre domande su Autorealizzazione e orientamiento personale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20650 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16000

psicologi

domande 20650

domande

Risposte 80300

Risposte