Come posso risolvere i miei dubbi?

Inviata da Mel · 14 ott 2016 Terapia di coppia

Salve,
sto insieme al mio ragazzo da 11 mesi e fino a due settimane fa andava tutto benissimo, ero convinta di amarlo e immaginavo il mio futuro con lui poi dopo aver litigato una sera e dopo aver ricevuto dei complimenti da un altro ragazzo con cui parlo ogni tanto ma per cui non provo assolutamente nulla ho iniziato ad avere dubbi sul mio amore per il mio ragazzo. Quando sto con lui tutto va bene e sono certa di amarlo ma poi quando sto a casa mi viene l'ansia e la paura di non amarlo. Secondo lui è solo che ormai mi sono abituata alla sua presenza ed è finita la fase dell'innamoramento e per questo sento meno la mancanza ma io non ho mai preso bene i cambiamenti e oltretutto questa è la mia prima storia quindi potrei intendere male i cambiamenti anche perché come ho detto prima se sto con lui sto bene, rido ai suoi messaggi e mi calmo un po' con la sua voce e quando stiamo insieme non vorrei lasciarlo mai...in quei momenti tutto è come sempre e lo amo e oltretutto se qualcuno mi dice che magari non lo amo piú me la prendo perché non voglio che non pensino una cosa del genere quindi vorrei sapere se per voi il mio sentire meno la sua mancanza e la diminuzione di gelosia sia una cosa normale, un cambiamento causato da una relazione più matura.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 14 OTT 2016

Gentile Mel,
se quando sei con il tuo ragazzo senti di amarlo e ci stai bene mentre ti prendono i dubbi solo quando sei da sola a casa è molto probabile che questi dubbi più che derivarti dalla relazione interpersonale provengano da tue insicurezze intrinseche e conflitti intrapsichici che si scaricano sulla relazione ma non provengono da essa bensì da altre cause che sarebbe bene indagare in un percorso di psicoterapia.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7180 Risposte

20399 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

17 OTT 2016

Cara Mel, certamente i suoi dubbi la colgono impreparata, visto che questa che sta vivendo è la sua prima storia d'amore. Ebbene, le potrei consigliare di "osservare" se queste insicurezze le vive anche nel rapporto con altre persone (genitori, amici, comunque persone care) o sono solo caratteristiche del rapporto col suo ragazzo. In quest'ultimo caso potrebbero essere ricondotte ad una "staticita' del rapporto che necessiterebbe di qualche stimolo in più. Nel primo caso dovrebbè, invece, considerare l'opportunità di chiarire questi aspetti con l'aiuto di uno psicologo, soprattutto se questo "modo di pensare" le genera molta ansia. Un ultima domanda: le capita di pensare e ripensare in maniera continua e ripetitiva a cose che le succedono o che potrebbero succedere, come se avesse spesso la mente occupata a riflettere e a pensare? Cordialmente.

Dott.ssa Simona B. Morabito Psicologo a Reggio Calabria

50 Risposte

165 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

15 OTT 2016

Gentile Mel,
le informazioni da lei riportate non sono sufficienti a mio avviso al fine di fornirle delle indicazioni più approfondite.
Ci tengo però a riportarle che la diminuzione di gelosia e il sentire che il suo ragazzo le manca di meno, magari in confronto ai primi mesi della vostra relazione, possono essere dei cambiamenti dovuti all'evoluzione del vostro rapporto. Avviene, infatti, un momento in cui la fase d'innamoramento finisce, evolvendosi, teoricamente, in un sentimento e in una relazione più "matura".
Per tali motivi potrebbe essere normale che, passata la fase di innamoramento, le persone in generale e lei nello specifico, sentano meno la mancanza del partner, si sentano meno gelose e/o minacciate da altre eventuali "contendenti" (siano esse minacce reali o timori personali) e/o desiderino, ad esempio, maggiori spazi personali, da non condividere con il partner.

Saluti,

Dr.ssa Giorgia Salvagno, Psicologo Clinico - Venezia

Dott.ssa Giorgia Salvagno Psicologo a Venezia

119 Risposte

97 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 OTT 2016

Gentile Mel,
da quel che sembra, Lei sta semplicemente attraversando una fase, quella che passa da una relazione idilliaca, senza discussioni serie, ad un legame diverso, ma non per questo meno vero.
I cambiamenti spaventano chiunque, e molto dipende dall'età e dall'esperienza (Lei non ci dice quanti anni ha e questo rende molto più difficile risponderle correttamente), ma dice che è la sua prima relazione duratura e questo influisce molto sui significati che può dare a quello che sta provando.

E' importante che Lei consideri il fatto che in una relazione "matura" (come la definisce Lei), le discussioni e i dissensi sono naturali.
Innaturale e forzato sarebbe il contrario, perché significa fingere.

Consideri il modello di relazione che ha in mente e guardi cosa prevede. Forse (per esserne certa dovrei farle delle domande mirate) può essere rimasta delusa dal fatto che Lei immaginava un tipo di relazione (dove non c'erano scontri né discussioni serie) e quello che è successo con il suo ragazzo.
Se questo è vero, la sua reazione di "appiattimento emotivo" potrebbe essere solo una maniera per "proteggersi" dalle delusioni.

Sempre se l'ipotesi è vera, potrebbe rivedere questi suoi modelli relazionali con l'aiuto, anche online, di qualche consulenza.

Il ischio è che Lei cominci a chiudersi emotivamente per proteggersi, tutte le volte una relazione non è esattamente così come Lei se l'aspetta.

Se volesse approfondire, mi contatti pure attraverso questo sito.

Cordialmente,
Dott.ssa Anna Patrizia Guarino

Dott.ssa Anna Patrizia Guarino Psicologo a Ardea

197 Risposte

266 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 OTT 2016

Salve Mel, certamente le relazioni si evolvono con il tempo e subiscono dei cambiamenti che sono perfettamente normali. Nel suo caso mi sembra che lei non fornisca molte informazioni in merito a come era il vostro rapporto in precedenza e a come è ora, quindi è difficile fare un confronto e darle un riscontro.
Personalmente, però, la cosa che mi colpisce molto è il fatto che lei dice che quando sta con il suo ragazzo sta molto bene ed è convinta di amarlo e di voler stare con lui, mentre quando è sola subentrano dei dubbi. Questi elementi potrebbero far pensare ad alcune sue difficoltà personali (ad esempio di tipo ansioso) che non hanno niente a che fare con il rapporto di coppia. In tal caso i dubbi relativi ai sentimenti che prova verso il suo ragazzo rappresenterebbero soltanto l'ambito nel quale le sue difficoltà si manifestano in questo momento. Ovviamente si tratta di un'ipotesi che andrebbe ulteriormente approfondita.

Dott.ssa Erica Tinelli Psicologo a Orte

234 Risposte

310 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 25700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17450

psicologi

domande 25700

domande

Risposte 90450

Risposte