Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Come posso risolvere dimenticanze e attacchi di panico in pubblico?

Inviata da Veronica · 20 mar 2019 Attacchi di panico

Non ho determinazione nell'agire in tempo debito nella realizzazione di progetti, documenti e altro ma sopratutto nella socializzazione. Quando si tratta di parlare in pubblico mi viene un attacco di panico, mi manca il respiro, sensazione di cuore che scoppia e sopratutto un vuoto mentale rispetto all'argomento che devo trattare, iniziando così a balbettare. Non mi sento spesso all'altezza e temo molto il giudizio altrui quando parlo. Purtroppo in queste situazioni non riesco a trattenermi e piango dall'agitazione, sentendomi ancora di più non all'altezza e di conseguenza giudicata in maniera negativa perché non in grado di gestire le proprie emozioni. È una situazione che mi fa sentire, oltre che a disagio, sempre "indietro" rispetto a quello che ambisco di essere.
Grazie in anticipo per l'interessamento

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Buongiorno veronica,

ha riportato degli aspetti della sua personalità molto fragili, come se non si sentisse mai abbastanza nelle situazioni. Per poterla aiutare avrei bisogno di ulteriori elementi, della sua vita e della problematica che pone. Le consiglio, al fine di stare meglio, di intraprendere un percorso psicologico, online o da un professionista della sua zona.
Resto a disposizione per eventuali chiarimenti, se vuole mi può scrivere
Cordiali saluti
Dott.ssa Alice Noseda

Dott.ssa Alice Noseda Psicologo a Lecco

1578 Risposte

1151 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Veronica,
capisco la sua frustrazione e il suo disagio.
Sarebbe importante capire prima di tutto da dove viene la sua insicurezza, qual è l'origine profonda del suo non sentirsi all'altezza, per poter fare un lavoro di rafforzamento dell'autostima e dell'immagine di sè. In una fase successiva si potrebbe affrontare la questione dell'ansia, che a quel punto sarebbe già di per sè diminuita perchè si è lavorato sulle sue cause.
Le suggerisco una psicoterapia con EMDR che potrà darle buoni risultati in tempi anche piuttosto brevi.
Se lo desidera rimango a disposizione
Un cordiale saluto,
drs Lucia Mantovani, Milano

Studio di Psicologia Dott.ssa Lucia Mantovani Psicologo a Milano

995 Risposte

462 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Veronica,
La prima cosa che mi sento di dirle è che il giudizio sembra giocare una componente importante nella sua situazione. Lei già si presenta con un giudizio severo su di sé, dice 'non ho determinazione'; eppure lei scrive in modo esatto e preciso, andando diritta al punto. Non si tratta di capacità che lei ha o non ha; il parlare in pubblico certamente riesce più semplice ad alcune persone che ad altre, ma se c'è qualcuno che vi si trova in difficoltà è, in genere, proprio chi tende a giudicarsi severamente.
Il problema di panico che lei descrive è trattabile in terapia. Il primo passo mi sembra proprio questo, per poi andare a vedere il motivo per cui lei si giudica così severamente (o è così propensa a sentirsi giudicata dagli altri).
Cordialmente,
Dott.ssa Valentina Cozzutto

Dottoressa Valentina Cozzutto Psicologo a Monza

43 Risposte

34 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Veronica,
ha scritto di molte difficoltà che le creano molta sofferenza. Per capire al meglio la problematica occorrerebbe avere ulteriori elementi e iniziare un percorso terapeutico potrebbe aiutarla in questo momento.

Saluti,
Dott.ssa Elena Lucchetti

Dott.ssa Elena Lucchetti Psicologo a Camaiore

3 Risposte

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Veronica,
Credo che l'unico modo per poter risolvere il suo disagio sia quello di comprenderne la natura: l'ansia è un campanello d'allarme e spesso arriva per dirci qualcosa, che qualcosa nella nostra vita non va o che stiamo facendo qualcosa contro il nostro volere. Penso che intraprendere un percorso di psicoterapia possa veramente aiutarla a comprende ciò che accade e soprattutto a comprendersi.
Rimango a disposizione.
Dott.ssa Pugliese

Dott.ssa Melania Pugliese Psicologo a Roma

4 Risposte

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Veronica, è necessario che si rivolga ad una/un professionista. Occorre affrontare la sua ansia con tecniche specifiche che ledevono essere insegnate, come il rilassamento progressivo o la mindfulness. Non ci sono consigli banali da mettere in pratica.. Cordialmente
dr. Leopoldo Tacchini

Dott. Leopoldo Tacchini Psicologo a Firenze

875 Risposte

360 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buon giorno Veronica,
è riuscita a descrivere molto bene la sintomatologia del suo problema.
All'ansia da prestazione (dimenticanza dell'argomento di cui deve parlare) si aggiunge l'ansia di anticipazione caratterizzata da tutti i pensieri "satelliti" di autocritica, negatività, previsione nefasta del risultato con conferma delle proprie paure.
Suggerirei di intraprendere un percorso psicologico, anche di orientamento breve-strategico per fronteggiare queste paure e, poi, iniziare a ristrutturare una realistica percezione di sé.
Sono certa che è una persona con ottime risorse, solo che al momento le sta investendo sul fronte negativo.
Resto a disposizione per eventuali approfondimenti.
Dott.ssa Paola De Marco

Dott.ssa Paola De Marco Psicologo a Mestre

47 Risposte

27 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Veronica,
comprendo il disagio per la situazione, le tecniche di rilassamento tipo meditazione guidata, training autogeno potrebbero darle un po’ di sollievo imparando a gestire il respiro.
Tuttavia è auspicabile che lei inizi un percorso psicologico continuativo per risolvere questo blocco.
Cari saluti
Dr.ssa Donatella Costa

Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2528 Risposte

2109 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buonasera Veronica , il primo passo sarebbe quello di prevenire e controllare l iperventilazione ( il numero dei respiri ) quando ti assale l 'ansia , la tecnica del respiro lento potrebbe essere un modo , imparare ad eseguire degli esercizi di rilassamento. Sarebbe importante controllare i pensieri che danno origine all'ansia . Sono tutte tecniche che puoi imparare con l 'aiuto di un terapeuta. Alcuni esercizi puoi trovarli in manuali di auto aiuto.

Resto a diaposizione

Dott.ssa Luigia Cannone Psicologo a Rimini

140 Risposte

88 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Attacchi di panico

Vedere più psicologi specializzati in Attacchi di panico

Altre domande su Attacchi di panico

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20800 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16100

psicologi

domande 20800

domande

Risposte 80500

Risposte