Come posso fare? Genitori/relazione

Inviata da LUCIANA · 27 gen 2020 Terapia familiare

Richiesta di Luciana. Questo problema mi mortifica ho bisogno di un consiglio : ho 25 anni e da una vita sono succube di mia madre che decide sempre tutto su tutti e alla quale non ci si riesce a ribellare (vano il tentativo di mio padre il quale si è dovuto plasmare a lei alla fine). Non ho mai avuto la possibilita di comunicare con lei difronte ad un problema perche parlava solo lei, insultando, e si doveva fare solo come diceva lei . La mia piu grande sofferenza oggi è dettata dalla non accettazione della mia relazione da piu di un anno con un magnifico ragazzo di 26 anni, che lavora in azienda di famiglia, con il quale abbiamo dei progetti... All'inizio felicissimi di lui come accade di routine per ogni cosa, ma pian piano si inizia a sindacare su ogni singolo atteggiamento , ogni singolo modo di fare e di dire e quindi si iniziano a trovare i 1000 difetti della persona e sopratutto si iniziano a fare i conti in tasca alla persona... Per problemi familiari il ragazzo "presta" ( ovviamente tornano indietro ) dei soldi ai genitori , quindi lo si addita dicendo che mantiene la famiglia e che il peso lo avrò anche io un domani . I miei hanno trovato il modo di litigare anche con la sua famiglia. Attraverso dei soldi ricevuti da un'eredità , il mio ragazzo ha deciso di comprarsi una bella macchina (ovviamente non spendendo tutti i soldi), e dall'altra parte ha già acquistato una casa , ma per loro la macchina grossa non andava comprata quindi è uno spendaccione e un domani non mi troverò nulla di buono da questa persona... E alla fine di tutto un giorno hanno riempito di brutte parole il mio ragazzo definendolo " non uomo, che faceva schifo ecc.." e nonostante ciò per amore il mio ragazzo ha provato a chiedergli scusa , ha chiamare mio padre per un chiarimento (senza alcuna risposta), i suoi genitori hanno cercato di parlare con i miei per un chiarimento ma nulla.. I miei hanno minacciato me di fare una scelta : o lui o noi...mi hanno addirittura chiuso in casa in quel periodo ,ma il peggio è passato ormai...ora fanno finta che io non sia fidanzata, non si informano della mia vita , non abbiamo molti argomenti su cui parlare,parliamo del minimo indispensabile e mi hanno solo minacciato che non devo avere nulla a che fare con la sua famiglia,che non devo andare alle loro feste ecc.... Quindi mi ritrovo a trovare 1000 scuse pur di andarci di nascosto, mi ritrovo a non poter raccontare nulla di tutte le esperienze belle che sto vivendo con lui, e mi ritrovo mortificata nei confronti di progetti che io e lui abbiamo ma a cui loro esplicitamente mi hanno detto che non parteciperanno...mi spiace , avrei voluto avere la mia famiglia accanto in questa bellissima relazione che sto vivendo ma loro hanno deciso che la storia non si aggiusterà mai piu .... Mentre dall'altra parte sono ancora propensi al chiarimento se solo loro facessero un piccolo passo nei loro confronti..... La vivo malissimo e non so come agire,cosa pensare ....cosa ne pensate ????

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 28 GEN 2020

Gentile Luciana,

Quello del genitore è il mestiere più difficile del mondo e non esiste una scuola. I bambini non arrivano con un manuale di istruzioni.. Inoltre non sempre l’intesa genitori e figli è spontanea.

Però oggi gli studi in questo campo ci insegnano che esistono alcune buone norme che i genitori possono adottare per costruire un rapporto sano con i propri figli nei primi anni di età.

Identificare i bisogni emotivi dei bambini e rispondervi adeguatamente consente di creare una relazione caratterizzata da fiducia, sicurezza e protezione e di promuovere un sano sviluppo emotivo e sociale nel bambino. La relazione che i bambini costruiscono con i genitori, infatti, fa sì che il bambino si crei dei veri e propri modelli su di sé, sugli altri e sul mondo, che lo guidino rispetto a cosa aspettarsi nelle relazioni attuali e future. Sperimentare un senso di sicurezza e protezione consente al bambino di sviluppare un’immagine di sé come degno d’amore, dell’altro come di una persona di cui fidarsi e a cui rivolgersi in caso di necessità e del mondo come di un posto sicuro e benevolo. Se, al contrario, i bambini sperimentano un senso di insicurezza nella relazione con le persone di riferimento, questo potrebbe rimanere dentro di loro e influenzare in modo critico le relazioni future, di amicizia, di coppia, professionali.

Perché un bambino possa avventurarsi e conoscere il mondo, è necessario che senta il pieno appoggio dei genitori. Questo consente loro di fare nuove scoperte e di imparare. I nostri bambini hanno poi bisogno di ammirazione, ovvero di sentire che li amiamo perché sono quello che sono, non solo perché sono capaci di fare bene qualcosa o di farlo come un genitore vuole.

L’ammirazione veicola accettazione e consente al bambino di esprimersi, oltre a essere fondamentale per lo sviluppo di una buona autostima.

Ti senti amata per chi sei?
Se tu fossi un genitore, cosa faresti al loro posto?
Come vuoi vivere l'unica vita che ti è stata data?

Intraprendere un percorso con un collega potrebbe aiutarti a prendere la giusta distanza di sicurezza dalla mamma, una distanza che ti consenta di amarla ed essere amata, ma anche di essere accettata e rispettata come individuo pensante e dotato di autonomia...

I miei migliori auguri
CM

Dott.ssa Cinzia Moleri Psicologo a Sarnico

108 Risposte

28 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

28 GEN 2020

Buongiorno Luciana,

dal suo racconto emerge in maniera evidente la sua percezione di non sentirsi sostenuta ma anzi ostacolata nel nuovo percorso di vita sentimentale (e di crescita) che ha deciso d’intraprendere con il suo partner e che sembra procurarle soddisfazione.
Sembra, inoltre, che nel rapporto con i suoi genitori intervengano dinamiche eccessivamente intrusive. A 25 anni si trova in una fase del ciclo di vita in cui è particolarmente importante sperimentare l’indipendenza e l’autonomia nelle scelte, sia professionali sia affettive.
Per questa motivazione la incoraggerei a prendere in mano la sua vita e ridefinire i confini con i suoi genitori, che sicuramente le vogliono molto bene ma in questo momento potrebbero essere spaventati dalla sua crescita e temere l’avvenire di un processo di separazione-autonomia, che tuttavia si rivela fondamentale per consentire un passaggio alla vita adulta!
Le consiglio pertanto di focalizzarsi sul suo benessere e sui suoi progetti di vita. Se ritiene di avere bisogno di un supporto per svincolarsi da questa morsa non esiti a contattare uno specialista.
Rimango disponibile per ulteriori chiarimenti.

Cordiali saluti,
Dott. G. Gramaglia

Gramaglia Dr. Giancarlo Psicologo a Torino

711 Risposte

340 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

28 GEN 2020

Gentile Luciana,
penso che sia molto difficile cambiare le idee e i comportamenti delle persone che abbiamo vicino, soprattutto se queste non sono disponibili a mettersi in discussione.
Credo che dovrebbe investire le sue energie in altre direzioni: la ricerca di un lavoro, se non ce l'ha, mettere da parte un po' di soldi e poi andare a vivere per conto proprio per sviluppare la sua autonomia, la sua indipendenza.
Per quanto riguarda il suo rapporto, ricordi che solo lei può decidere se risponde ai suoi desideri e ai suoi bisogni di relazione e per capirlo è utile poterlo vivere con maggiore serenità.
Un augurio di incoraggiamento, cordialmente
Dott.ssa Barbara Trevisan
Psicologa Psicoterapeuta

Dott.ssa Trevisan Barbara Psicologo a Rovigo

153 Risposte

121 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia familiare

Vedere più psicologi specializzati in Terapia familiare

Altre domande su Terapia familiare

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 29950 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18800

psicologi

domande 29950

domande

Risposte 102100

Risposte