Come posso essere aiutata è urgente sono disperata

Inviata da Daniela · 30 lug 2015 Ansia

Ciao mi chiamo Daniela ho 35 anni il mio problema che oltre a quello che ho che da tre mesi sto soffrendo di ansia e panico da un po di giorni non riesco più a mangiare ho paura x la paura di vomitare cerco di sforzarmi ma appena metto qualcosa in bocca come un biscotto mi viene il senso di vomito come un ricugito come devo fare aiutatemi ho tanta paura continuando così senza mangiare mi sento debole è disperata

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 31 LUG 2015

Gentile Daniela,
sofferenza e preoccupazioni sono evidenti, così come l'incidere negativamente del sintomo sulla qualità della sua vita. Potrebbe esserle utile iniziare un percorso psicologico individuale al fine di capire il sintomo che porta e la sua evoluzione, interpretarlo e contestualizzarlo sia nel suo modo di funzionare che nel particolare periodo della sua vita. Un lavoro psicologico le potrebbe anche fornire strumenti e strategie per fronteggiare in modo funzionale l'urgenza contingente.

Cordiali saluti,
Dott.ssa Stefania Valagussa

Dott.ssa Stefania Valagussa Psicologo a Concorezzo

251 Risposte

1037 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 FEB 2016

Buongiorno Daniela
come è andata poi?
Sei riuscita a trovare un valido aiuto e a superare il problema?
Scusa se la mia risposta ti giunge solo ora, ma vorrei dirti che un grande aiuto lo puoi avere attraverso una tecnica di rilassamento quale il Training Autogeno di J.H. Shultz.
Non sottovalutare il grande aiuto della psicoterapia.
Le due cose insieme ti faranno risolvere, se ancora non hai intrapreso nulla, tieni conto di quanto ti dico.
Un caro saluto
Dott. silvana Ceccucci psicologa psicoterapeuta

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

6994 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

31 LUG 2015

Cara Daniela,
questo disturbo è presente da alcuni giorni: quando è successo la prima volta?

Le suggerisco di rivolgersi al suo medico per eventuli accertamenti organici. Nel frattempo, mangi in piccole quantità e, al sopraggiungere del senso di nausea, lo immagini come un'onda, che sale, raggiunge il picco e poi scende, piano piano dissolvendosi. Se necessario, faccia questo esercizio ad ogni boccone.

Un saluto
Dott.ssa Francesca Fontanella

Dott.ssa Francesca Fontanella Psicologo a Rovereto

1030 Risposte

2063 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

31 LUG 2015

In primo luogo ha bisogno di una approfondita visita medica, consulti il medico di base e faccia gli accertamenti che le prescriverà. In secondo luogo tutta questa ansia ha un motivo che bisogna accertare, se lei non è in grado di capirlo da sola. Il mio consiglio è quindi di richiedere una consulenza psicologica. La paura di vomitare è senz'altro dovuta all'ansia che la attanaglia. Bisogna scoprire da cosa deriva e provvedere di conseguenza..

Dott. Sergio Rossi Psicologo a Spoleto

190 Risposte

102 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

31 LUG 2015

Buongiorno Daniela,
Le consiglio di rivolgersi ad uno psicoterapeuta, capire l'origine della sua ansia e aiutarla magari con tecniche di rilassamento e gestione dell'ansia le gioverà molto. Da quello che ci scrive direi che si trova in un momento ( 3 mesi) di allerta, il suo corpo le sta mandando dei messaggi che qualcosa non va. E' successo qualcosa nella sua vita in questi ultimi mesi che non la fa star bene, che le crea tensione e panico? Provi a pensarci e ne parli con uno/a psicoterapeuta. Cordiali saluti.
Dr.ssa Verena Elisa Gomiero

Dott.ssa Gomiero Verena Elisa Psicologo a Padova

85 Risposte

18 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

31 LUG 2015

Il vomito simbolicamente esprime un’intima, determinata volontà di dire “no” a qualcosa a cui ci si sottopone ugualmente:

-Per lo più si tratta di situazioni cariche di ansia, aspettative o pressioni esterne.

-Situazioni obbligate per le quali si sente avversione o forte contrarietà

-Cambiamenti improvvisi che creano disorientamento
il vomito, da un punto di vista psicosomatico può esprimere un'intima volontà di dire "no" a qualcosa a cui ci si sottopone ugualmente. Mentre mangiamo non ingeriamo solamente il cibo, ma assimiliamo anche il mondo esterno intorno a noi, quindi attraverso questo sintomo il nostro corpo sta rifiutando categoricamente una situazione esterna che viviamo e che profondamente non va giù. Non solo può anche rivelare la chiusura a entrare in relazione con qualcuno, associata al bisogno di purificarsi di tutte le "scorie" di quanto accaduto. Altro aspetto da evidenziare è la sua funzione liberatoria: attraverso il vomito si può anche buttar fuori la rabbia che non si riesce diversamente a manifestare. Detto questo, t'inviterei, prima di agire, a dare più ascolto alle tue emozioni, agli istinti...a volte è necessario infatti saper dire no, meglio manifestare i propri dissensi...Non c'è nulla di male se sei una persona che si "accende" facilmente...Arrabbiati più spesso...più vuoi essere buona e beneducata e più sale il vomito che vuole mostrare invece il tuo volto più spontaneo...Io rifletterei anche sulla paura di rimanere incinta per le nausee...Forse il tuo corpo vuole proprio suggerirti che non è il momento...
Ascolta più te stessa, è certo la soluzione che ti porterà a stare meglio...

Dott.ssa Chiara Pica - Studio SomaticaMente Psicologo a Grosseto

317 Risposte

365 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

31 LUG 2015

Buon giorno Daniela, dato il forte disagio che sente sarebbe importante che scegliesse uno psicoterapeuta nel suo territorio per potersi rivolgere a lui/lei di persona. Per poterla aiutare occorre conoscere alcune informazioni sul sintomo e sulla sua vita.
Inoltre già il fatto di trovare ascolto in una relazione terapeutica calda e contenitiva porta le prime rassicurazioni che una mail è difficile che possa darle. L'ansia è il segnale di allarme della nostra mente che ci dice che qualcosa nella nostra vita non va. Ascolti se stessa e si dedichi del tempo per sé per fare chiarezza sulla sua vita con un professionista.
Un saluto.

Dott.ssa Barbara Canè Psicologo a Medicina

2 Risposte

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Ansia

Vedere più psicologi specializzati in Ansia

Altre domande su Ansia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 23700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16850

psicologi

domande 23700

domande

Risposte 85700

Risposte