Come posso curare il mio problema?

Inviata da Alessandro · 16 nov 2017 Stress

Salve, è da oramai 5 mesi che soffro di tic. Era tutto partito dal mangiarsi le unghie, ma ora sono peggiorati.. sono passato da tic motori complessi, che mi facevano comprimere tutto il corpo ad altri tic. Ora sono nella più totale disperazione, perché il problema che ho ora è asfissiante e non mi lascia in pace un attimo. Si tratta della ripetizione di un verso, che ripeto in ogni momento. Oramai non posso più controllarlo, o cercare di resistervi, e avrei bisogno di un consiglio su come fermarlo
Grazie mille

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 17 NOV 2017

Gentile Alessandro
Deve essere davvero molto difficile convivere con questo tic. Immagino quanto possa interferire con la sua vita sociale ! questo sintomo è un segnale rimanda a un disagio di cui evidentemente LEi non sa dire. Per questo poterebbe essere molto utile occuparsene attraverso un percorso di psicoterapia ad orientamento analitico. La saluto cordialmente. Dr.ssa Loredana Muraca - Milano MI

Dr.ssa Loredana Muraca Psicologo a Milano

24 Risposte

53 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 NOV 2017

Gentile Alessandro,
I tic sono movimenti involontari, spasmodici, stereotipati e ripetitivi dovuti a contrazioni di gruppi di muscoli. E’ in primo luogo necessario escludere le cause organiche per poter successivamente approfondire la possibilità di un’origine psicologica del disturbo, dovuto ad esempio a fattori quali l’ansia, la rabbia, insicurezza o stress. In tal caso il mio primo consiglio sarebbe quello di rivolgersi ad uno specialista per un colloquio, in modo da poter approfondire la sua situazione in modo specifico e poter dunque valutare il percorso più adatto a lei.
Restiamo a sua disposizione,
Cordialmente,
Dott.ssa De Luca Alice e Dott.ssa Passoni Flavia Dir. Centro Synesis Psicologia

Synesis Psicologia® Psicologo a Carnate

103 Risposte

28 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

19 NOV 2017

È un problema di ansia relativa a qualcosa che non ti lascia più spazio e respiro e questa é la risposta del tuo corpo a questo stato di compressione. Può variare in base alle tue Fragilità e caratteristiche personali. Bisogna ripristinare la tua Serenità. Sono a disposizione per aiutarti.

Dott. Davide Milanese Psicologo a Tortona

212 Risposte

65 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

18 NOV 2017

Buongiorno Alessandro,
penso che sia opportuno un intervento che la aiuti a indagare sulla causa scatenante, in particolare che cosa è cambiato nella sua vita 5 mesi fa che può aver provocato un grande stress a cui lei ha risposto mantenendo un equilibrio accettabile ma al costo di sviluppare il tic e successivamente il verso. una volta identificata la causa scatenante nel presente sarà opportuno approfondire l'indagine per identificare quali elementi del suo passato possano contribuire al sintomo e al suo significato nella sua quotidianità. Rimango a sua disposizione
Dott.ssa Paola Gambini

Dott.ssa Paola Gambini Psicologo a Cadoneghe

57 Risposte

45 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

18 NOV 2017

Buongiorno Alessandro,
I tic sono reazioni involontarie ad uno stato di ansia, ma è proprio il tentativo di controllarli che li fa esplodere. La terapia dev'essere mirata e prevede un cambiamento di prospettiva e delle indicazioni precise da parte del terapeuta, che la persona deve mettere in atto. Il sintomo sembra incoercibile, ed è per questo che bisogna conoscerlo per affrontarlo con tecniche adeguate che vadano in direzione opposta al controllo diretto e alla forza di volontà del soggetto. Non disperare quindi, le soluzioni ci sono.
Cordialmente
M. Sara Sanavio
Perugia

Dr.ssa M.Sara Sanavìo Psicologo a Perugia

227 Risposte

105 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

16 NOV 2017

Buonasera Alessandro,
ci possono essere diverse motivazioni all'origine dei tic: pensieri insoliti, stress, ansia, noia,ecc. Nel suo caso l'inizio e poi il mutamento dei tic sono comparsi in seguito a esperienze o pensieri diversi? Da quanto si pesentano?
Resto a sua disposizione se volesse approfondire la questione
Cordiali saluti
Dott.ssa Ambra Caselli (Brescia)

Dott.ssa Ambra Caselli Psicologo a Castegnato

119 Risposte

128 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Stress

Vedere più psicologi specializzati in Stress

Altre domande su Stress

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 27700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18000

psicologi

domande 27700

domande

Risposte 95500

Risposte