come posso comportarmi e cosa accadrà

Inviata da Luca · 4 nov 2017 Terapia di coppia

Salve.
Sono fidanzato da quattro anni con una ragazza molto speciale in quanto ne sono profondamente innamorato. La nostra relazione come la stragrande maggioranza delle coppie ha vissuto spesso di alti e bassi, circa due anni fa purtroppo ho avuto una debolezza con una persona che gia conoscevo precedentemente da tempo, in quel periodo la mia ragazza venne a conoscenza di questa mia debolezza che spiegando come successe ed assumendomi la piena responsabilità lei decise nonostante cio di continuare la nostra storiai promettendomi che non ne avremmo mai piu parlato cercando si continuare il nostro rapporto con serenità. Io da quel giorno l'ho sempre apprezzata e sempre rispettata cercando nel mio piccolo di non farle mancare mai niente, ma negli ultimi due anni questo discorso usciva svariate volte fuori causando diversi discussioni che fortunatamente risolvibili in breve tempo, nel frattempo la sostenevo dandole tutta la mia fiducia mettendoci tutto me stesso. Circa un mese fa purtroppo abbiamo avuto un incidente stradale dove lei ha avuto un intervento che attualmente cerca di risolverlo con riabilitazioni e cure ed io con traumi risolvibili in breve tempo, preciso che noi conviviamo da circa tre anni , dimessi entrambi dall'ospedale progettavamo con serenita il nostro futuro dove eravamo disposti anche al matrimonio ed eravamo contenti di poterlo fare dopo quel trauma. In diversi giorni però ho notato e sentito una totale indifferenza da parte sua esempio piu banale mi veniva respinto anche il solito bacio a timbro come ogni giorno al risveglio della mattina. Essendo respinto in diversi occasioni le chiedo cosa possa essere successo e cosa le stava accadendo perchè comportarsi proprio adesso cosi addirittura di evitare persino un dialogo... Lei mi risponde con difficolta che dall'incidente gli è passata tutta la vita davanti agli occhi compresa la nostra storia, puntandomi per l'ennesima volta il dito ancora sulla questione di due anni fa e inoltre è uscito fuori che si sentiva poco considerata e c'era poca collaborazione in casa da parte mia, in poche parole mi sono sentito di crollarmi il mondo a dosso dove a mio avviso in un periodo di convalescenza non sembrava assolutamente il caso di pensare e agire in quel modo, ho cercato di fargli capire che per me lei e tutto quello che ho ed e l'unica persona della mia vita e ricordargli di tutte le cose belle passate insieme e a quante volte ci siamo sempre alzati in diversi ostacoli. A quanto pare non e mai servito a niente ogni giorno che passava era sempre piu distante che è arrivata al punto dopo bensì 20 giorni di poco dialogo nervosismo da entrambi e distacco in casa di prendersi un periodo di pausa e capire se davvero mi ama e gli posso mancare per continuare la nostra storia, rammaricato e distrutto ho deciso di rispettare le sue intenzioni. Stamattina ha deciso di farsi accompagnare a casa di una nostra amica dicendomi che quanto prima avrebbe preso una decisione, sperando che riesca a pensare nonostante tutto i tanti bei momenti trascorsi insieme, e ricordarsi chi davvero siamo stati e potremmo essere domani. Attualmente ha deciso di non sentirci ed io con molta sofferenza sto cercando di rispettare la sua posizione.
Volevo chiedere cosa ne pensate della situazione e giorno dopo giorno come affrontare le giornate.
Grazie anticipatamente

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 6 NOV 2017

Gentile Luca,
come ha insegnato Freud, non è mai una buona cosa "sigillare" o "sotterrare" qualcosa che ha rappresentato un trauma ma è preferibile, al contrario, parlarne con approfondimento e competenza cioè "elaborarlo".
Sembra evidente che il trauma fisico, cioè l'incidente, abbia fatto riemergere quello psicologico con le paure, i dubbi e le sofferenze soffocate in precedenza da parte della sua ragazza.
Ora per lei, Luca, non vi è altro da fare che aspettare con pazienza la decisione della ragazza e, nel caso fosse di voler tornare insieme, intraprendere un percorso di psicoterapia per poter fare quella necessaria elaborazione trascurata in precedenza.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7083 Risposte

20196 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

7 NOV 2017

Buongiorno Luca,
non è facile, a qualsiasi età, capire e in seguito fare, la cosa giusta. Anche perché, non esiste la cosa ''giusta''. Bensì esiste il pensiero 'giusto' da ascoltare, dentro di noi. Se farà ciò, non potrà sbagliare.
La invito pertanto a contattarmi, per capire meglio, insieme, il percorso ''giusto'' da intraprendere. Qualora ce ne fosse realmente bisogno. Impari a soddisfare i suoi bisogni e vedrà che si porrà sempre meno domande ed avrà sempre più risposte. Da sé stesso.
Cordialmente,
Psicoanalista dr. Giancarlo Gramaglia

Gramaglia Dr. Giancarlo Psicologo a Torino

527 Risposte

237 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

6 NOV 2017

Gentile Luca,
mi dispiace per quanto successo, la sua ragazza si è allontanata e le ha lasciato un vuoto. Probabilmente è un problema relazionale che permane da tempo ed ora è riemerso.
Per ora occorre attendere e aspettare la decisione della sua ragazza.
Successivamente un percorso di coppia potrebbe essere utile e proficuo per ristabilire gli equilibri.
I miei migliori auguri
Dott.ssa Donatella Costa



Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2687 Risposte

2216 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

6 NOV 2017

Gentile Luca,
dalle sue parole emerge lo sconforto di quanto sta vivendo ed il profondo affetto che nutre per la sua fidanzata.
L'incidente può essere stato l'evento traumatico che ha fatto riemerge ansie e paure precedentemente non elaborate.
Non può sicuramente forzare la situazione. Conceda un po' di tempo alla sua ragazza e successivamente, se lei fosse disposta, considerate la possibilità di un percorso di coppia che possa aiutarvi ad individuare le dinamiche che hanno contribuito alla crisi della relazione ed eventuali strategie per attivare cambiamenti funzionali.
I miei migliori auguri
Dott.ssa Vanda Braga

Dott.ssa Braga Vanda Psicologo a Rezzato

1356 Risposte

1228 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

5 NOV 2017

Caro Luca, se pensiamo che le cose avrebbero potuto andare diversamente, che lei avrebbe potuto non cadere, che la sua compagna avrebbe potuto dimenticare, eccetera, è come se creassimo con la mente mille alternative parallele che vanno a intasare e confondere la possibilità di capire chiaramente su che strada siamo, quali sono le prove da affrontare e cosa eventualmente cambiare. Se prova a pensare che ciò che avete passato insieme era ed è esattamente il vostro rapporto, la vostra storia, le cose si fanno più semplici e soprattutto meno drammatiche. Potete stare vicini ancora per anni oppure allontanarvi, dimenticarvi un po' e magari incontrarvi di nuovo. Qualunque cosa succederà anche quella sarà il vostro specifico modo e la vostra bellissima storia. Apra le mani, non abbia paura.
Cordialmente DrBartoli- Valenza

Ipnosi dr.Bartoli Psicologo a Valenza

26 Risposte

66 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 NOV 2017

Gentile Luca,
sembra che il tradimento avvenuto diversi anni fa, non sia mai stato superato del tutto da parte della sua partner.
Forse anche promettere di non parlarne più, è stato poco utile per elaborarne il vissuto soggettivo e le emozioni correlate. E anche se lei, come afferma, ha cercato di non farle mancare niente negli anni successivi, mi pare sia rimasta come "una questione irrisolta" (che negli anni infatti spesso è tornata a galla durante le vostre discussioni).
Ora potrebbe provare a proporre alla sua ragazza di intraprendere una terapia di coppia dove dare voce al dolore, ai dubbi, alle necessità di entrambi, con l'obbiettivo di ridefinire insieme il significato di quanto accaduto e se possibile, di andare oltre, con nuove consapevolezze e nuovi strumenti di dialogo a disposizione per il vostro futuro.
I migliori auguri
Dott.ssa Barbara Trevisan
Psicologa Psicoterapeuta

Dott.ssa Trevisan Barbara Psicologo a Rovigo

141 Risposte

113 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24050 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17000

psicologi

domande 24050

domande

Risposte 86700

Risposte