Come posso chiedere aiuto se mi sento bloccata?

Inviata da Alessandra · 20 dic 2018

Salve, sento il bisogno di aiuto ma non riesco a cercarlo... mi blocco. Ho paura a chiedere aiuto. Ho scritto tempo fa il mio problema e mi avete consigliato la terapia EMDR, ho fatto delle ricerche, per vedere di cosa si tratta, anche se sono curiosa, nel frattempo mi mette tanta paura. Sono stata seguita da una psicologa, ma ho interrotto del tutto le sedute, perché è diventata più amica, o forse di più non saprei, ma sentivo che stava entrando dentro di me, è stata la prima persona che ha cercato di indagare dentro di me per far uscire il peggio da dentro e trasformandolo in positivo. Nelle ultime sedute, mi ha consigliato di andare da uno psichiatra e non lo so perché mi sono sentita ferita. Non so quanto ho pianto. Ma per quanto le volessi bene, mi ero bloccata con lei e non riuscivo più a parlare.. mi perdevo. Forse sono io che sono complicata, e non mi capisce nessuno. Forse sono un problema ... non riesco a capirmi e cosa mi provoca del male o meglio ancora ho avuto diversi tipi di traumi da piccola, con mio fratello che faceva uso di sostanze ma he da 10 anni vive fuori e non mi parlo e non voglio sapere piu niente di lui, perché in qualche modo aveva trasformato la mia vita in un inferno a tal punto ad arrivare ad essere aggressiva nei suoi confronti.. poi un abuso all'età adoscenziale ma siccome amico di mio fratello, lui lo difendeva, dicendomi brutte parole su di me, che ero una poco di buono.. parole che mi hanno ferita profondamente e profondamente offensive che non posso scrivere qui. Ma io ho lottato e ho creduto di aver buttato tutto alle spalle fin quando non mi sono ritrovata ad avere un dolore all'addome, da Non riuscire a camminare.. arrivata in ospedale mi hanno ricoverata e dopo qualche giorno operata d'urgenza. Non ho avuto il tempo di metabolizzare il tutto, ma forse ho sbagliato su una cosa, mi sentivo di dover dire alla chirurga di questo abuso, anche perche un operazione ginecologica... mi sentivo redicola, mi sono vergognata ma non l'ho fatto. Non gli ho detto niente. Al risveglio dall'anestesia totale, da quel giorno in me sono cambiate molte cose, come se una parte del passato sia ritornata o forse tutto l'insieme e non solo una parte. Mi è ritornata quella paura. Ho paura di chiedere aiuto. È una cosa mia e quindi non voglio che i miei sappiano di questo mio malessere. Ho fatto ricerche, per trovare chi utilizza questa terapja EMDR ma non riesco a chiamare.. è più forte di me. Poi ho puara dj questo passato, ho anche la nausea al solo pensiero. Nello stesso tempo sento questa voglia dj avere una figura così importante da aiutarmi a liberarmi di questo peso, questo passato. Cosa posso fare?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 21 DIC 2018

Gentile Alejandra, provare sentimenti contrastanti in questa situazione è normale. Spesso la richiesta di aiuto genera speranza e paura insieme; ma riconoscere di volere un supporto è già un primo importante passo per raggiungere un nuovo e migliore equilibrio nella sua vita.

Dott.ssa Graziella Pisano, psicologa e psicoterapeuta cognitivo-comportamentale. Frattamaggiore (NA).

Dott.ssa Graziella Pisano Psicologo a Frattamaggiore

138 Risposte

3791 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

22 DIC 2018

Gentile Alejandra,
innanzitutto non è chiaro cosa vuol dire che la psicologa che l'ha seguita è diventata per lei più amica. Vuol dire forse che non si faceva pagare le sedute?
Deve poi essere compreso che approfondire i temi personali dei pazienti per far uscire le cose negative e trasformarle in positive è il lavoro che fanno tutti gli psicoterapeuti.
Occorrerebbe anche capire perchè la sua psicologa nelle ultime sedute le ha consigliato di andare da uno psichiatra. Non riteneva più di poterla aiutare? Ha pensato che il suo problema poteva essere risolto solo con i farmaci? Lei si è sentita abbandonata?
Quanto all'intervento chirurgico ginecologico, non è chiaro se è stato consequenziale all'abuso subìto oppure ha solo delle analogie simboliche con esso.
Infine, avere paura del passato, del presente o del futuro non giustifica il non chiedere aiuto ai genitori o agli psicologi e rimane un atto presuntuoso di chiusura.
La invito quindi a riprendere la psicoterapia con un altro terapeuta con migliori capacità professionali indipendentemente dall'applicazione della tecnica EMDR.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7411 Risposte

20812 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

21 DIC 2018

Gentile Alejandra, bisogna che si faccia coraggio e riprenda la terapia, è proprio l' EMDR che la può aiutare. Se abbandona sé stessa, chi la potrà aiutare? Non certo noi da qui. Cerchi di evitare di vedere negativamente quello che è stato un comportamento etico e professionale della sua terapeuta, cioè di chiedere una consulenza psichiatrica. Un caro saluto.

Dott. Leopoldo Tacchini Psicologo a Firenze

1004 Risposte

412 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 DIC 2018

Carissima,
come le avevo già scritto l'operazione chirurgica ha delle forti analogie con l'abuso subito, ecco perché poi è stata così male. Per quanto riguarda la terapia, avendo lei subito dei traumi fra cui un abuso, può anche questa aver inconsciamente ricordato l'abuso. Dipende anche dalla terapeuta e dalla delicatezza che ha usato.
Io personalmente le consiglio di riprovare ma con una terapia psicoanalitica che per definizione lascia molto spazio al paziente e quindi offre una certa gradualità. Secondo me è più adatta per una circostanza come la sua.
MI faccia pure delle domande se ne ha bisogno.
In bocca al lupo!

Angelo Feggi - Psicoanalista Genova

Dott. Angelo Feggi Psicologo a Genova

473 Risposte

787 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 DIC 2018

Buongiorno Alejandra,

Dalle sue parole emerge molta fragilità e paura, verso il presente e soprattutto verso il passato. Ha confessato alla sua vecchia terapeuta di esserci rimasta male quando le ha consigliato di andare da uno psichiatra?è importante nella terapia esprimere i propri sentimenti, anche quando a ferirci è inconsapevolmente il terapeuta stesso. Perché ha paura a chiedere aiuto?ha paura di scavare nel passato e soffrire di più? Le consiglio di provare a contattare comunque un professionista, online o nella sua zona, e partire da proprio da questa paura/diffidenza.
Resto a disposizione per eventuali chiarimenti, mi scriva
Cordiali saluti
Dott.ssa Alice Noseda

Dott.ssa Alice Noseda Psicologo a Lecco

1665 Risposte

1184 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 28350 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18150

psicologi

domande 28350

domande

Risposte 97400

Risposte