Come posso apprezzarmi di più e fidare degli altri?

Inviata da Fra · 19 set 2022 Autostima

Buonasera sono una ragazza di 24 anni, ho avuto un infanzia molto turbolenta con la separazione dei miei genitori, ho gravi problemi di fiducia in quanto mia mamma mi ha più volte manipolato per mettermi contro mio padre e dall’altro lato mia madre mi ha dimostrato più volte che anche mio padre mentiva. È come se durante l’infanzia e l’adolescenza in particolare non potessi fidarmi di nessuno dei due. Questo, sommato a problemi di autostima si riversano sempre nelle mie relazioni, ho un continuo bisogno di essere elogiata, di ricevere complimenti, nonché di essere quella più “forte” e predominante nella coppia rispetto al ragazzo, se così non accade per me non è amore ed il ragazzo non è innamorato ai miei occhi. Vorrei poter abbassare la guardia e allo stesso tempo smetterla di dipendere così tanto dal parere degli altri, mi paragono sempre ad altre ragazze e se non sono più bella io quasi impazzisco. C’è qualcosa che non va in me… qualcuno saprebbe spiegarmi cosa potrebbe essere? Vorrei potermi apprezzare di più e fidare di più delle persone, vorrei non dover vedere i ragazzi soffrire o fare gesti d’amore eclatanti che io uso solo come “prova” del loro amore o per accrescere il mio ego.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 20 SET 2022

Cara Fra,
il nostro modo di relazionarci, o sentirci nel dare/ricevere amore e affetto, si forma sin dall’infanzia tramite il rapporto con le figure di riferimento e si sviluppa anche con le esperienze che viviamo man mano nel tempo. A volte possono venirsi a formare degli schemi che ci guidano in modo automatico e poco consapevole/inconsapevole, che possono diventare delle vere e proprie trappole relazionali. L’autostima, inoltre, come ben dici, può renderci insicuri e bisognosi di conferme esterne continue, ponendoci di fatto come dipendenti da certe dimostrazioni. In realtà però è qualcosa che non può essere affidato all’esterno: dobbiamo imparare quel qualcosa su noi che diventa il nostro centro e non varia al variare delle circostanze/persone/giudizi esterni.
Alla luce di quanto racconti è bene approfondire.
Ti consiglio di intraprendere un percorso mirato con un professionista in modo da lavorare su quanto alimenta il tuo sentirti così, quindi anche sulle cause e l’origine, ma soprattutto su come agire oggi per vivere la tua vita relazionale e affettiva in modo appagante e sereno.
Io resto a tua disposizione per aiutarti.
Augurandoti il meglio, ti invio un caro saluto!
Dr.ssa A. SIGNORELLI, esperta in vita Relazionale, affettiva e di coppia (sedute anche online)

Dott.ssa Annalisa Signorelli Psicologo a Belvedere Marittimo

752 Risposte

1106 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 SET 2022

Ciao, è probabile che ti sia sentita usata e dimenticata dai tuoi genitori, troppo presi dalla loro turbolenta separazione. Come anche tu hai ben esplicitato hai perso fiducia in loro e nella loro capacità di vederti. Queste dinamiche familiari purtroppo sono molto dolorose, soprattutto perchè vissute in un'età in cui non si hanno adeguati strumenti psicologici per affrontarle efficacemente. Inoltre lasciano segni profondi che, se non affrontati, influenzano rapporti intimi da adulti. Adesso sembra che nei rapporti con i tuoi partner tu stia in parte vivendo, e in parte facendo vivere, quello che hai passato durante il divorzio dei tuoi genitori. Metti alla prova per capire se l'altro ti vede e ti ama come non ti sei sentita amata per molto tempo dai tuoi e allo stesso tempo li fai soffrire come tu hai sofferto. Sembra che tu voglia fargli provare la sofferenza di sentire di non essere abbastanza per l'altro. E' un dolore che ha bisogno di essere accolto ed elaborato e per questo motivo, una ricetta o un consiglio non sono utili. Hai 24 anni ed una buona capacità di riflettere su te stessa, forse è il momento di capire che ti meriti la possibilità di costruire delle relazioni intime in cui abbassare la guardia, sentirti al sicuro, amare ed essere amata.

Simona Galasso Psicologo a Roma

21 Risposte

16 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 SET 2022

Salve Fra,
dalle sue parole mi sembra che emerge un conflitto interno, tra autodeterminazione e insicurezze, probabilmente legate ai vissuti infantili di cui accenna. Tali vissuti andrebbero narrati in chiave elaborativa per poterne riconoscere i meccanismi e costruirne di nuovi a lei più funzionali. Mi permetto di rimandarle che nulla c’è che non va in lei, ma casomai c’è qualcosa che non le piace, ma che può essere portato alla luce, osservato e quindi modificato. Se vuole parlarne con me, sono a sua disposizione. Un caro saluto.
Dott.ssa Myria Laghi

Dott.ssa Myria Laghi Psicologo a Porto d'Ascoli

240 Risposte

219 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 SET 2022

Buongiorno Fra, innanzitutto grazie per la tua preziosa condivisione. Comprendo e capisco la situazione che descrivi, e mi dispiace per le fatiche che riporti. Hai pensato ad intraprendere un percorso di terapia? parlare con uno specialista potrebbe aiutarti ad esplorare ed elaborare a fondo i bisogni sottostanti a questi vissuti che riporti.
Resto a disposizione!
AV

Dott.ssa Antea Viganò Psicologo a Pessano con Bornago

243 Risposte

26 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 SET 2022

Fra cara,
la tua storia ha il tono triste di una melodia che ti ha lasciato una ferita dentro. Capisco cosa stai provando e, immergendomi nelle tue parole sento quanto disagio e quanta frustrazione tu stia assaporando. Non è facile approcciarci serenamente alle relazioni mature quando, fin da piccoli abbiamo respirato rapporti invischiati di triangolazioni e sottili manipolazioni (seppur fatte involontariamente).
Vedi Francesca, il fatto che tu oggi sia consapevole delle ferite passate e delle difficoltà presenti è un prezioso elemento cui poter determinare un cambiamento. Il consiglio che mi sento di restituirti è quello di affidare questo tuo bagaglio esperienziale e queste consapevolezze emotive ad un terapeuta che, assieme a te ti aiuti a nutrire l'integrità della tua autostima, spezzando le catene inconsce dei modelli familiari. Questo ti permetterà di reinventare il tuo orizzonte di senso, fortificata nel tuo Io e libera dai complessi e contorti meccanismi di qutodifesa.
Io sono quì, disponibile anche online qualora volessi parlarne con me.
Ti abbraccio
Un caro saluto

Dott.ssa Clarissa Guercioni Psicologo a San Benedetto del Tronto

387 Risposte

148 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 SET 2022

Buongiorno Fra, innanzitutto grazie per aver condiviso qui un pezzetto della sua storia, sicuramente non semplice da raccontare.
Quel che lei racconta è una storia turbolenta, sì, che probabilmente ha i suoi effetti ancora oggi, nella sua possibilità di affidarsi, di stringere legami alla pari e sicuri di un affetto sincero che va oltre l'estetica. Ha mai valutato l'idea di iniziare un percorso di psicoterapia che la possa aiutare a districare le matasse della fiducia e della stima di sé?
Quel che io posso dirle in questa sede è che sicuramente non c'è nulla che non va in lei, e che probabilmente questo tema del non andare bene le viene da lontano ed è ancora parte delle lenti con cui lei guarda il mondo.

La saluto cordialmente, Marta Lanfranco

Dott.ssa Marta Lanfranco Psicologo a Torino

131 Risposte

52 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 SET 2022

Cara Francesca,

alla luce dei tuoi problemi di fiducia e autostima, la quale ha bisogno di essere nutrita dall'esterno, piuttosto che dall'interno, ti invito a intraprendere un percorso psicologico, finalizzato ad approfondire ulteriormente i contesti di appartenenza in cui sei inserita. L'obiettivo è elaborare, risignificare ed eventualmente ridimensionare episodi dolorosi che hanno caratterizzato la tua vita.

A questo proposito, sono a tua completa disposizione, anche online.

Dott.ssa Francesca Orefice.

Dott.ssa Francesca Orefice Psicologo a Bologna

786 Risposte

275 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 SET 2022

Buongiorno Fra,
la richiesta da lei scritta mostra alcune su fragilità personali, di cui, sicuramente, non deve essere facile parlare. Il suggerimento che posso darle, vista la complessità della situazione, è quello di rivolgersi ad un professionista ed iniziare un percorso; questo, perché compiere una diagnosi senza aver indagato nella maniera corretta potrebbe portare a risultati inesatti, dannosi per lei e per i suoi futuri partner.

Resto a disposizione,

Dott. Grazioli Adriano

Dottor. Adriano Grazioli Psicologo a Padova

51 Risposte

27 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 SET 2022

Carissima,
Mi dispiace per la situazione che sta vivendo. La fatica nell’avere la sensazione di non riuscire a fidarsi delle persone, qualunque siano le dimostrazioni che ci danno. É vero, cio’ che viviamo e siamo da piccoli ci segna: mettiamo in campo una strategia che in quel contesto “turbolento” (come lo definisce lei) ci permette di sopravvivere, ma che rischia di non funzionare in altri, magari piu’ stabili e sicuri. Non c’è nulla che non va; è solo necessario acquisirne consapevolezza e imparare a rendere quella strategia e quei meccanismi piu’ flessibili e funzionali, portandola a ridurre quella fatica che ora sente nelle relazioni.
Il mio consiglio è di valutare un percorso che possa darle un aiuto efficace.
Rimango a disposizione, anche online.

Dott.ssa Cecilia Scuratti

Dott.ssa Cecilia Scuratti Psicologo a Ceriale

29 Risposte

3 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 SET 2022

Buongiorno Fra,
Comprendo il disagio che sta attraversando e mi dispiace. Il modo in cui ci guardiamo da adulti lo abbiamo appreso dagli occhi che abbiamo conosciuto in età infantile. È lì che si struttura il primo Sé. Le vicende che racconta sono certamente emblematiche di una risposta attuale al suo stile di vita. Possiamo dire che ha fatto una buona analisi.
Occorre lavorare su quelle esperienze in terapia per ristrutturare alcuni apprendimenti sbagliati e convinzioni distorte.
Questo le permetterà di riprendere le relazioni con maggiore equilibrio e serenità
Le consiglio la terapia emdr.
Resto a disposizione e le auguro il meglio
Dott.ssa Oriana Parisi

Dott.ssa Oriana Parisi Psicologo a Bari

1412 Risposte

780 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 SET 2022

Salve Fra, mi spiace molto per la situazione che descrive poichè comprendo il disagio che può sperimentare e quanto sia impattante sulla sua vita quotidiana. Ritengo fondamentale che lei possa richiedere un consulto psicologico al fine di esplorare la situazione con ulteriori dettagli, elaborare pensieri e vissuti emotivi connessi e trovare strategie utili per fronteggiare i momenti particolarmente problematici onde evitare che la situazione possa irrigidirsi ulteriormente.
Credo che un consulto con un terapeuta cognitivo comportamentale possa aiutarla ad identificare quei pensieri rigidi, disfunzionali e maladattivi che le impediscono il benessere desiderato mantenendo la sofferenza in atto e possa soprattutto aiutarla a parlare con se stessa utilizzando parole più costruttive.
Credo che anche un approccio EMDR possa esserle utile al fine di rielaborare il materiale traumatico connesso ad eventi del passato che possono aver contribuito alla genesi della sofferenza attuale.
Resto a disposizione, anche online.
Cordialmente, dott FDL

Anonimo-181068 Psicologo a Roma

1811 Risposte

526 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Autostima

Vedere più psicologi specializzati in Autostima

Altre domande su Autostima

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 35550 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 20850

psicologi

domande 35550

domande

Risposte 120800

Risposte