Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Come posso aiutare un'amica?

Inviata da Marika · 11 apr 2016 Anoressia

Buongiorno a tutti, mi chiamo Marika e ho vent'anni, ho letto varie domande qui sopra sul disturbo alimentare di molte ragazze. Sfortunatamente mi trovo anche io qui per lo stesso motivo perché ho una delle mie più care amiche (19 anni) con questo disturbo. La conosco da circa tre anni, aveva già questa ossessione per il cibo e lei si vedeva grassa (non lo era per niente, ha solo le ossatura grosse), dopo un anno e mezzo si è ridotta veramente male, in passato ha sofferto anche di bulimia, così i suoi genitori l'hanno fatta ricoverare a Villa Garda, a Verona.
Uscita da lì sembrava quasi guarita, era più positiva rispetto a prima e mangiava serenamente senza farsi troppi problemi. Dopo tre settimane c'è stato il peggioramento, ha cominciato a litigare con sua zia per il troppo condimento, ha cominciato a fissarsi sui kcal di ogni cibo che andava a mangiare, ha cominciato a ridurre i pasti fino ad oggi che non mangia quasi più nulla. Ora pesa intorno ai 45 kg ma il vero problema è che lei non è minimamente preoccupata perché continua a sostenere che non è in una situazione grave e che ci vuole ancora molto per arrivare ad essere anoressica. Quando ha il controllo del peso lei è tranquillissima e pensa sempre di non aver perso peso, ma quando le si viene detto quanti chili ha perso crede che sia un problema della bilancia o che non sia possibile.
Ha consultato psicologi, dietisti, da circa due settimane sta andando anche in un ospedale a Milano due volte a settimana dove la assistono nei pasti e le fanno delle analisi, ma non mangia nemmeno lì ed io non so più come aiutarla.
Vorrei sapere cosa fare per convincerla a sistemare la testa seriamente, a consultare anche uno psichiatra. I suoi genitori sono molto preoccupati e per questo problema litigano ogni volta che lei non mangia ma ciò la spinge ancora di più a non mangiare. Non è per niente spaventata di questa cosa, anzi sembra quasi consapevole di ciò che le sta capitando, ma nonostante ciò pensa di stare ancora bene e non capisce che può solo peggiorare.
Grazie per avermi ascoltata.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 11 APR 2016

Gentile Marika,
nel raccontare di questa tua amica non dici quanto tempo è durato il suo ricovero presso la Casa di Cura Villa Garda di Verona ove sembra sia stata seguita bene sia dal punto di vista nutrizionale che psicologico.
Ho soltanto il dubbio che il trattamento, per quanto efficace, abbia avuto una durata insufficiente e per di più non sembra che con la dimissione alla tua amica sia stato prescritto di continuare il percorso di psicoterapia.
Tieni presente che per questo tipo di problemi è necessaria una psicoterapia anche di alcuni anni e comunque, a mio avviso, non inferiore ad un anno.
Temo che non avendo potuto integrare i benefìci ottenuti durante il ricovero, sia stato facile poi, per la tua amica incappare in una ricaduta.
Penso perciò che tu possa suggerire ai genitori della ragazza la opportunità di un nuovo ricovero presso la stessa struttura (visto che si erano avuti buoni risultati) con la cautela però questa volta di non interrompere la psicoterapia alla dimissione.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6838 Risposte

19096 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Anoressia

Vedere più psicologi specializzati in Anoressia

Altre domande su Anoressia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 21700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16200

psicologi

domande 21700

domande

Risposte 82200

Risposte