Come posso aiutare il mio ragazzo che soffre di depressione da DOC?

Inviata da Laura il 29 ago 2013 Depressione

Il mio ragazzo soffre del disturbo ossessivo compulsivo è sotto terapia con lo Zoloft da circa tre mesi senza un gran risultato. Ha chiesto al suo psicologo e pschiatra di abbandonare il farmaco perchè gli provoca depressione e mancanza di desiderio sessuale, il quale gli ha risposto di iniziare e ridurre la dose. Spesso mi dice di sentirsi inutile e mi dice di voler morire.. Io mi trovo senza difese e non so proprio come posso aiutarlo. Ho solo 16 anni e lui ne ha appena compiuti 18. Ho un disperato bisogno di un consiglio...

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

salve Laura, quello che puoi fare tu per il tuo ragazzo è di stargli vicino e comprenderlo. Eventualmente, se il ragazzo è daccordo, puoi chiedere allo psicoterapeuta in che modo puoi essergli d'aiuto, o magari se è possibile che talvolta possa vedervi assieme (se questo rientra nelle tipologie di approccio terapeutico dello specialista). Per quanto riguarda i farmaci, sta allo specialista decidere quale è più adatto ( ma qui non si capisce se sono la stessa persona o due persone diverse). Ricorda comunque che stai già facendo per lui tutto il possibile e mantieni con lui viva la speranza che il problema verrà risolto

Dr. Giovanni Iustulin Psicologo a Udine

59 Risposte

57 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

è un disturbo comune so.Io ce l' ho da anni,ho abbandonato terapie e tutto.Lo Zoloft l' ho preso giusto una settimana e poi mai più.E' un disturbo che bisogna saperlo sopportare,anche da soli

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentilissima,
innanzitutto lei ha solo 16 anni, ed è giusto che si preoccupa per il suo ragazzo, ma non deve sentirsi la responsabilità addosso. E' comunque seguito, da uno psichiatra e da uno psicologo. Lei in questo momento può solo stargli vicino, magari facendoli notare che la sua salute psichica in questo momento è più importante dell'aspetto sessuale e che tu lo capisci.
Dott. Amleto Petrarca

Amleto Petrarca Psicologia Psicoterapia Breve Psicologo a Bologna

40 Risposte

20 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile utente,
Il Disturbo Ossessivo Compulsivo è una sindrome invalidante ed estremamente resistente al cambiamento. Ho paura che non ci siano formule magiche che permettono di cambiare la situazione. Purtroppo la terapia farmacologica è nella maggioranza dei casi inevitabile ed altrettanto inevitabili gli effetti collaterali.
Anche un umore depresso è comune in questo tipo di patologia. La persona è come se si sentisse imprigionata da pensieri e rituali, limitanti la propria libertà di azione.
L'unica cosa da fare è combinare l'uso di farmaci con un percorso psicoterapeutico. Non si capisce bene se il suo compagno sia in carico ad uno psichiatra (di per sé medico e quindi incline a prediligere una terapia farmacologica) o ad uno psicoterapeuta (più attento agli aspetti relazionali e alle cause "inconsce" dei problemi.
Forse c'è necessita di entrambi, meglio se si tratta di due professionisti diversi.
Restiamo in ascolto

Dr Mori Francesco, Siena

Dr Mori, Psicologo Sessuologo Psicoterapeuta Psicologo a Siena

573 Risposte

368 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

CARISSIMA LAURA IO SONO UNA MAMMA DI 42 ANNI E SOFFRO D DISTURBO OSSESSIVO COMPULSIVO DA CIRCA VENTANNI., POSSO CAPIRE IL TUO RAGAZZO MA MI SENTO DI DIRTI DI NON SMETTERE DI STARGLI VICINO E SOPRATUTTO DI DIRGLI DI NON SCORAGGIARSI .IO SONO DIECI ANNI CHE PRENDO LO ZOLOFT DA 150 E SICCOME ALL'INIZIO ANCHE IO NON VEDEVO MIGLIORAMENTI MI SCORAGGIAVO FACILMENTE E VOLEVO SMETTERE MA GRAZIE A MIO MARITO E ALLE MIE 3 FILGLIE HO CONINUATO A PRENDERE LO ZOLOFT LA MATTINE E FEVARIN LA SERA E POSSO DIRTI CHE DOPO SEI SETTE MESI MI SONO SENTITA MOLTO MEGLIO QUINDI FAI LEGGERE QUESTO MESSAGGIO AL TUO RAGAZZO E DIGLI DI NON SMETTERE DI PRENDERE I FARMACI MA CASOMAI DI AGGIUSTARE LA TERAPIA VEDRAI CHE FRA QUALCHE MESE SI SENTIRA MOLTO MEGLIO UN FORTE ABBRACCIO SPERO CON TUTTO IN CUORE CHE QUESTO MRSSAGGIO CHI SIA DI AIUTO E POSSO DIRGLI CHE LA PERCENTUALE DI QUESTO DISTURBO E MOLTO ALTA .

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Laura,
i disturbi di cui il tuo ragazzo soffre hanno bisogno di una terapia psicologica e farmacologica complessa ed è necessario che siano psicologo e psichiatra di riferimento a valutare quali siano le cure migliori, perchè conoscono bene e direttamente la situazione. Spesso però anche chi ha legami stretti con persone che soffrono di queste patologie può aver bisogno di un supporto e di un aiuto psicologico, per essere aiutato a non sentirsi impotente e inutile davanti al disagio del compagno, dell'amico o del figlio: ti consiglio di valutare la possibilità di una breve consulenza con uno psicologo per capire come gestire al meglio la relazione con questo ragazzo e stare bene con te stessa.
Un cordiale saluto, dott.ssa Lucia Mantovani, Milano

Studio di Psicologia Dott.ssa Lucia Mantovani Psicologo a Milano

993 Risposte

458 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Laura,
il suo partner dovrebbe iniziare, sempre associato al trattamento psicofarmacologico, un percorso di psicoterapia. Se questo farmaco non da gli effetti previsti o risulta intollerante a causa degli effetti collaterali, sarebbe opportuno parlarne direttamente con lo psichiatra, per valutare la sostituzione del farmaco.

Cordiali saluti,
Dott. Giuseppe Del Signore - Psicologo Viterbo

Dott. Giuseppe Del Signore Psicologo a Viterbo

834 Risposte

687 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Depressione

Vedere più psicologi specializzati in Depressione

Altre domande su Depressione

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19750 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15300

psicologi

domande 19750

domande

Risposte 77350

Risposte