Come posso aiutare il mio ragazzo a superare attacchi di panico ?

Inviata da Giulia210660 · 27 lug 2022 Attacchi di panico

Salve, sei anni fa il mio ragazzo ha iniziato ad avere qualche attacco di panico ma non si è mai voluto rivolgere a uno specialista. Dopodiché questi attacchi non si sono più presentati sino ad oggi che dopo un periodo stressante a lavoro ha ricominciato ad averli più forti di prima, non gli permettono più di prendere i mezzi di trasporto e di allontanarsi da casa perché ha sempre paura di sentirsi male. Ho scelto di stargli accanto in questo percorso e l’ho convinto a rivolgersi a uno psicoterapeuta che lo potesse aiutare. Ha iniziato le sedute ma per il momento gli è stato detto di rivolgersi a uno psichiatra per iniziare una terapia farmacologica che lo potesse aiutare a uscire di casa e permettergli quindi di svolgere un percorso psicoterapeutico in contemporanea. In tutto questo gli sono sempre stata vicina e ho cercato di supportarlo in questo periodo delicato ma da qualche settimana le cose non vanno più bene per colpa di sua madre che lo sta convincendo del fatto che io sia il problema è che questi attacchi di panico gli vengano solo quando è con me quando in realtà non è così. È capitato delle volte che gli venissero con me ma non sempre. Ho provato a chiedere a lui se io possa essere il problema o gli causassi ansia ma lui dice di no, di non volermi allontanare e che ha bisogno di me per superare questo momento. Io per colpa di sua mamma sto iniziando a pensare di poter essere io il suo problema è che forse sia il caso di allontanarmi per farlo stare meglio. Ma ad oggi non sono come comportarmi e sto veramente iniziando a pensare di essere io là causa di tutto questo è dopo quasi otto anni di relazione mi dispiacerebbe chiuderla per colpa di terze persone. Ci tengo a precisare che sono sempre stata ben vista dalla sua famiglia sino a quando non l’ho convinto a rivolgersi a uno specialista perché mi sono resa conto della situazione grave, da quel momento sua mamma ha iniziato a non vedermi più nello stesso modo di prima e a ritenermi la causa. Lui sta male per questa situazione che si è creata, ne parla con me ma a sua madre non dice nulla. Non so più come comportarmi e cosa sia giusto fare…mi sembra tutto assurdo. Come posso capire se sono effettivamente io il problema o no?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Psicologi specializzati in Attacchi di panico

Vedere più psicologi specializzati in Attacchi di panico

Altre domande su Attacchi di panico

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 36450 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 21250

psicologi

domande 36450

domande

Risposte 124500

Risposte