Come placare la fame nervosa?

Inviata da Francesca · 3 nov 2014 Nevrosi

Buongiorno,
vorrei sapere se c'è un "trucchetto" per placare un attacco di fame nervosa nel momento in cui arriva.
Grazie mille

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 4 NOV 2014

Cara Francesca,
Per ognuno di noi la fame nervosa può avere diversi significati e quindi arrivare in determinate circostanze, bisognerebbe sapere in quali circostanze e per quali motivi prende a lei.
Resto a disposizione per ulteriori chiarimenti,
Dott.ssa Gerbi

Dott.ssa Martina Gerbi Psicologo a Asti

143 Risposte

262 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

5 NOV 2014

Gentile Francesca,
lo psicoterapeuta opera individuando le cause e rimuovendole non si limite a ridurre o eliminare (se possibile) un sintomo spiacevole di un qualcosa che non è dato di sapere su una persona dall'anamnesi sconosciuta. Magari fosse possibile risolvere senza capire come mai lei ha una fame nervosa.
dr paolo zucconi sessuologo clinico e psicoterapeuta comportamentale a udine

Dr. Paolo G. Zucconi (sessuologia clinica & Psicoterapia) Psicologo a Udine

1087 Risposte

1587 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

5 NOV 2014

Gentile Francesca,
io andrei ad indagare più a fondo il perchè, le motivazioni, gli episodi , gli stati d'animo che la portano ad avere questi attacchi di fame nervosa.. i " trucchetti " sono risolutivi a breve termine , con l'aiuto di un professionista potrebbe ceracre di eliminare proprio queste " risposte ".
Consulti uni psicologo che potrebbe aiutarla in questo percorso.
Cordiali saluti, Dott. ssa Francesca Toro.

Dott. ssa Toro Francesca Psicologo a Martinsicuro

5 Risposte

8 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

5 NOV 2014

Cara Francesca
Un trucchetto per combattere la fame nervosa può essere quello di trovare un'attività alternativa più funzionale, come chiamare un'amica, fare un bagno caldo, fare una passeggiata o altre attività che possano far passare quei 10/15 minuti in cui le viene la voglia di abbuffarsi. Le consiglio comunque di rivolgersi ad uno specialista per capire la natura del suo problema.

Dott.ssa Rossella Boretti Psicologo a Prato

111 Risposte

103 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 NOV 2014

Francesca
io posso dirti un piccolissimo trucco che aiuta: lavarsi benissimo i denti, ma in modo proprio accurato col filo e tutto.
In genere, fatto questo,scoccia parecchio rimettersi a mangiare.
Per approfondimenti sui motivi di questa fame nervosa ..consultare uno Psicoterapeuta.
Cordiali saluti Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicoterapeuta in Ravenna.

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

7205 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 NOV 2014

Salve Francesca,
innanzitutto occorrerebbe comprendere meglio cosa intende per attacco di fame nervosa, quanto è frequente questa situazione, e se causa compromissioni in altre sfere della sua vita.
Le ripropongo un suggerimento che dò alle mie pazienti con impulsi di fame, quando giungono in terapia: imparare ad utilizzare tali momenti per divenire maggiormente consapevoli di se stesse, cioè di fermarsi e ragionare sul cosa sta spingendo verso la ricerca del cibo. E’ per sfogare una forte emozione? è per colmare un “vuoto”, una mancanza, un’assenza interiore? Se sente che il cibo è uno strumento utile a placare alcune ansie, irritazioni, demoralizzazioni, allora il punto nucleare, non sarà soltanto l’eliminazione dei frequenti spuntini o abbuffate, ma anche quello di risolvere le situazioni che le causano disagio e sofferenza.
Durante un ciclo di psicoterapia, in questi casi, è possibile apprendere le differenze basilari tra fame e voglia di mangiare, e modalità personalizzate per far fronte agli impulsi.
Parlando di “semplici” strategie, l’elemento distrazione è quello a cui spesso si ricorre almeno inizialmente: pianificare attività o cose da fare, in previsione di un possibile attacco di fame (dal chiamare un’amica, all’uscire a passeggiare, ecc..).
A disposizione per maggiori informazioni,
un caro saluto,
Dott.ssa Chiara Francesconi

Anonimo-127163 Psicologo a Fano

319 Risposte

303 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 NOV 2014

Cara Francesca, purtroppo non esistono soluzioni semplici a situazioni che hanno a che vedere con azioni impulsive, guidate dalle emozioni e dunque difficilmente gestibili, nel momento stessso, dalla parte più razionale di noi. Se questi attacchi di fame nervosa sono frequenti e le creano disagio, varrebbe la pena che ne parlasse con uno psicologo, per individuare le motivazioni e i bisogni che la spingono a cercare una soluzione nel cibo.
Saluti
Maria Rita Milesi
Psicologa Psicoterapeuta a Bergamo e a Milano

Dr.ssa Maria Rita Milesi Psicologo a Bergamo

140 Risposte

202 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Nevrosi

Vedere più psicologi specializzati in Nevrosi

Altre domande su Nevrosi

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 27300 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17850

psicologi

domande 27300

domande

Risposte 94200

Risposte