Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Come non sentirsi un fallimento a giurisprudenza??

Inviata da Giulia il 2 dic 2019

Buongiorno,
Ho 21 anni e frequento giurisprudenza, sono da qualche mese al terzo anno ma ancora devo dare materie del primo e del secondo. In questi anni sono stata un po’ rallentata sia da eventi che mi hanno coinvolta sia dalla mia ansia costantemente presente che è andata a peggiorare. Vedo tutti i miei amici andare avanti e avere grandi successi ed io invece perennemente bloccata al primo anno di studi. Sono fermamente convinta che questa sia la mia strada, in quanto quei pochi esami che ho sostenuto sono andati bene e perché giurisprudenza è sempre stato un mio sogno, ma non so come tornare al mio stato iniziale. Sono molto demoralizzata e mi sento soffocata dalla mole di studio. Non so proprio come fare, vorrei qualche consiglio su come alleggerire tutta questa tensione e magari non considerarmi un totale fallimento.
Grazie

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Cara Giulia,
se questa è la sua strada lotti per percorrerla al massimo delle sue capacità. La mole di studio è alta, sembra soffocante, ma si ponga piccoli passi/obiettivi e vedrà che con la determinazione e la volontà pian piano quella montagna da scalare si farà sempre più piccola. Non è questo il momento di arrendersi. Non guardi gli altri, conta solo arrivare al traguardo. Se non riesce da sola, può rivolgersi ad uno psicologo in università (se presente nella struttura) o esternamente, che potrà aiutarla a ritrovare la serenità giusta per superare gli ostacoli.

Cordiali saluti

Dott. Emmanuele Rosito

Dott. Emmanuele Rosito Psicologo a Guglionesi

100 Risposte

251 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Ciao Giulia,
innanzitutto ti direi di affrontare una cosa alla volta, un esame alla volta, senza avere addosso la pressione del tempo che passa, senza guardare a ciò che ancora ti manca da fare ma a ciò che hai già fatto e di apprezzare ogni singolo successo. Ognuno ha il suo tempo e il fatto che tu possa metterci più tempo degli altri a laurearti non significa che sei meno competente. Inoltre hai detto tu stessa che ci sono stati degli eventi che ti hanno coinvolta e per questo hai rallentato gli studi, bisognerebbe capire se questi avvenimenti hanno in qualche modo influito sulla tua motivazione o sul livello di fiducia in te stessa. Inoltre rifletti su cosa ti spaventa del laurearti in ritardo, questo è il punto di partenza per capire di cosa hai paura e di cosa ti mette pressione ed è da qui che devi partire.

Dott.ssa Paola Sperandeo Psicologo a Como

11 Risposte

4 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Giulia,
le consiglio di non essere così dura con se stessa, e neanche di paragonarsi con i suoi amici. Ognuno fa il suo percorso e affronta delle difficoltà o meno, e come lei ha proprio raccontato ci sono stati degli eventi che le hanno fatto rallentare un po’ lo studio. L’importante è che lei, come afferma, sia convinta di frequentare un corso che le piace, quindi abbia fiducia nella sua scelta e provi a studiare un po’ alla volta per non sentirsi soffocata. Nel caso in cui abbia difficoltà a gestire l’ansia le consiglio di confrontarsi con uno psicologo per agevolare il suo benessere.

Cordiali saluti,
Dott. G. Gramaglia

Gramaglia Dr. Giancarlo Psicologo a Torino

330 Risposte

125 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19350 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15600

psicologi

domande 19350

domande

Risposte 78400

Risposte