Come NON diventare dipendente dal terapeuta e metodo di approccio

Inviata da Greta. 23 apr 2019 3 Risposte  · Coaching

Buonasera dottori, vorrei porvi una domanda. Vado ogni settimana dalla mia psicoterapeuta, ma come faccio a diventare autonoma e indipendente se vengo sempre aiutata da lei in ogni occasione della mia vita? Ho paura di diventarne dipendente, c'è qualche pratico consiglio per evitare che ciò accada?
Un'altra domanda, come fa uno psicoterapeuta a decidere se utilizzare modi forti o più morbidi con il proprio paziente?
Spero mi risponderete, grazie in anticipo.

paura , consiglio , vita

Miglior risposta

Gentile Greta,
innanzitutto è importante sapere da quanto tempo lei ha iniziato la psicoterapia e quante sedute ha finora fatto sapendo che un percorso di psicoterapia non può definirsi tale se non ha una durata di almeno un anno con regolari sedute settimanali.
Consideri poi che la relazione terapeutica si modifica nel tempo ed un terapeuta che si rispetti sa prevenire e/o lavorare sul rischio di dipendenza da parte del paziente dopo che sono stati raggiunti gli obbiettivi terapeutici.
Inoltre utilizza un approccio più neutrale o più direttivo a seconda del suo orientamento teorico e a seconda della diagnosi e della personalità del paziente.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Greta,
per un certo periodo di tempo la relazione con il terapeuta è piuttosto intima e coinvolgente, successivamente si avvia un processo di autonomia ed indipendenza. Occorre concedersi del tempo, ogni terapeuta ha il proprio metodo in termini di direttività/ non direttività. Le consiglio di parlarne con la terapeuta di riferimento, questi sono elementi preziosi per il procedere del percorso.
Cari saluti
Dr.ssa Donatella Costa

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

25 APR 2019

Logo Dott.ssa Donatella Costa Dott.ssa Donatella Costa

2248 Risposte

1926 voti positivi

Buongiorno Greta,

da quanto tempo ha intrapreso la terapia? questo è un elemento che importante che non ha scritto nella domanda. All'inizio è possibile notare una sorta di dipendenza, il terapeuta non si preoccupi che sa affrontare anche queste tematiche, può comunque chiedere. Cosa intende per metodi forti?
Se ha dei dubbi mi può scrivere, cercherò di aiutarla.
Cordiali saluti
Dott.ssa Alice Noseda

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

25 APR 2019

Logo Dott.ssa Alice Noseda Dott.ssa Alice Noseda

1314 Risposte

1047 voti positivi

Domande simili:

Vedi tutte le domande
Crisi con terapeuta

2 Risposte, Ultima risposta il 24 Aprile 2019

La mia terapeuta mi invoglia a fumare?

7 Risposte, Ultima risposta il 24 Giugno 2015

Controllo su Psicoterapeuti

2 Risposte, Ultima risposta il 31 Agosto 2017

Transfert e controtrasnfert: sono davero utili?

6 Risposte, Ultima risposta il 17 Febbraio 2016

Abuso Codice Deontologico?

5 Risposte, Ultima risposta il 10 Giugno 2019

Chi mi può aiutare nel mio percorso di crescita?

6 Risposte, Ultima risposta il 17 Novembre 2018

Ho perso la persona più importante della mia vita per causa mia

4 Risposte, Ultima risposta il 09 Ottobre 2015

Ragazza insicura, lasciarla andare o provare a ricostruire?

1 Risposta, Ultima risposta il 19 Marzo 2019