Come liberarmi da tanta zavorra e scegliere la strada giusta?

Inviata da Francesco · 23 ott 2015 Crisi esistenziale

Salve a tutti, ho 38 anni, sono felicemente gay ed ho una relazione stabile da cinque anni. Nato in provincia mi sono trasferito a Roma dove ho seguito la carriera dello scenografo. Giovane talento nascente, spavaldo e creativo ma poi ho passato anni da una psicologa che secondo mia madre e la stessa, attraverso una tecnica di ipnosi chiamata EMDR doveva farmi diventare eterosessuale. Ricordo che non accettava la mia sessualità. Queste ipnosi mi provocava no grandi mal di testa e poi ho mollato tutto. Ovviamente son finito in relazioni raccapriccianti perché non ero sicuro di me fino a quando presa consapevolezza di chi ero ho finalmente guardato con sincerità dentro di me. Oggi so chi sono e mi sento sereno. Sono molto riflessivo e purtroppo il mestiere di scenografo non è assiduo. Ogni volta che finisco un film dico cambio lavoro.... ma cosa fare? Tutti mi dicono sei un talento, ma sia economicamente che per questioni legate più a raccomandazioni che talenti, non ho mai ottenuto i risultati sperati, almeno per un 37 enne... 5anni fa ho deciso di partire per Londra e li avrei spaccato il mondo. Poco tempo prima ho conosciuto il mio amore e dopo pochi mesi di Londra son tornato nel profondo sud per stare vicino al mio amore. Per tre anni non ho lavorato e sono stato coi miei che non mi davano molto. Insomma il lavoro del cinema è ripreso ma io che avevo cavalcato le onde di una metropoli come Roma mi ritrovo in un piccolo centro nel quale mi sento letteralmente soffocare a sperare in un film con la grande voglia di prendere a volte è partire per l australia e magari fare il pizzaiolo ma svegliarsi e lavorare tutti i giorni, ma starei lontano dalla persona che amo ed ecco che scelgo di stare qui e soffrire inutilmente e sprecare tempo. In fondo al mio cuore ho sempre amato Roma e mi manca...ma forse per pigrizia o eccessiva autocritica e molte contraddizioni non so che strada prendere.....scusatemi se sono stato lungo a scrivere.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 23 OTT 2015

Gentile Francesco,
non penso che lei abbia fatto la scelta giusta nel decidere di ritornare al sud rinunciando ad un lavoro che le piaceva e alle possibilità lavorative di una grande città sia pure per un buon motivo quale quello di stare vicino al suo amore.
Tra l'altro, se ci scrive per avere un parere, evidentemente ciò significa che da qualche parte è insoddisfatto e non è completamente convinto della scelta fatta.
Parimenti alle relazioni eterosessuali, il suo amore avrebbe potuto prendere in considerazione la possibilità di seguirla a Londra o anche a Roma specie se deve essere solo lei a provvedere alla gestione economica della relazione oppure, rimanendo nel profondo sud, a maggior ragione il suo amore si dovrebbe preoccupare di trovare un lavoro se non ce l'ha già, per contribuire alle spese di una vita insieme.
Quanto alla sua omosessualità, se è egosintonica vale a dire che lei è contento di come è e di quello che è, non ha bisogno di psicoterapia specie relativamente a questo tema. Se mai le potrebbe essere utile per trovare una migliore intesa nella sua relazione sentimentale.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7134 Risposte

20297 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

27 OTT 2015

Carissimo Francesco, raramente rispondo a questi post ma la sua lettera mi ha davvero colpita. Intanto la abbraccio virtualmente e le faccio i complimenti perchè, da ciò che scrive, lei mi sembra una persona coraggiosa che ne ha passate tante senza mai arrendersi.
Le battute d'arresto fanno parte delle nostra vita, e ci sono scelte, come quella che ha, per ora, fatto lei che hanno un costo piuttosto alto e richiedono molto coraggio. Quanto amore prova per quest'uomo? Il suo partner è realmente consapevole che lei rimane lì dove si trova per lui? Non è forse meglio partire nuovamente e cercare lavoro e fortuna altrove? Immagino che siano tutte domande che al momento risuonano nel suo cuore, ma vedrà che sarà la vita stessa a darle le risposte che cerca, al momento opportuno.
Lei continui solo ad essere onesto e sincero con se stesso come sta facendo.
Non so in che città abita, ma mi scriva pure se non può venire in studio, le assicuro che non tutte le psicologhe sono ottuse e omofobiche!
Buona fortuna

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

24 OTT 2015

Gentile Francesco,
mi risulta che chi lavora nel cinema viaggia spesso, a volte anche all'estero, per motivi di lavoro e cerca perciò come può di conciliare amore e lavoro. Spesso i partner di una coppia si vedono anche solo una volta al mese per vari periodi; i figli seguono le madri al lavoro con qualche disagio dovuto agli spostamenti ecc..Perchè voi non accettate di fare altrettanto?
Per non parlare della vita dei marinai ecc..
Un domani potrebbe amaramente rinfacciare al partner il suo sacrificio e il rapporto ovviamente ne risentirebbe.
cordiali saluti

Valentina Sciubba Psicologo a Roma

1054 Risposte

726 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 OTT 2015

Carissimo Francesco,
mi unisco alla collega nel comuncarLe che le terapie riparative non sono lecite.
É inoltre possibile che la stessa abbia influito negativamente sulla Sua vita.
La Sua é una passione, oltre che un lavoro, ha mai chiesto al Suo compagno di trasferirsi a Roma?
Il mio consiglio é che Lei intraprenda un nuovo percorso terapeutico finalizzato a riacquistare contatto con il Suo proprio desiderio.
Le consiglio un analista ad indirizzo lacaniano, hanno sedi in tutta Italia.

Un caro saluto.
Dott.ssa Fornari Daniela

Dott.ssa Daniela Fornari Psicologo a Iseo

395 Risposte

435 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 OTT 2015

Gentile Francesco,
innanzitutto mi spiace molto per la sua esperienza negativa con una psicoterapeuta che, a quanto ci scrive, non ha rispettato il suo orientamento sessuale. Le terapie riparative, volte cioè a modificare il proprio orientamento sessuale, sono considerate illecite oltre ad essere prive di fondamento scientifico.
Spero che nel suo futuro possa incontrare uno/a psicoterapeuta che possa fornirle il sostegno di cui sente il bisogno e che possa aiutarla a chiarire con lei gli obiettivi e le modalità più adeguate per raggiungerli

Studio Dr.ssa Campagnola Psicologo a Montebelluna

30 Risposte

23 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Crisi esistenziale

Vedere più psicologi specializzati in Crisi esistenziale

Altre domande su Crisi esistenziale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24800 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17250

psicologi

domande 24800

domande

Risposte 88400

Risposte