Come lasciarlo senza soffrire?

Inviata da Giusy · 19 ott 2016 Terapia di coppia

Ho una relazione extraconiugale dal marzo 2013, è stato un ritrovarsi dopo 30 anni allora eravamo giovani alle prime esperienze, ci siamo amati poco più di ventenni.
Per motivi di lavoro lui se n’è andato, io all’epoca non ero per niente presa, era uno dei tanti amori da ragazzini, lui invece non mi ha mai dimenticata anzi più volte mi ha cercata senza esito.
Mi ha trovata tramite un conoscente, abbiamo cominciato in sordina per poi finire in una relazione estremamente coinvolgente. Ci vediamo mediamente una volta al mese e trascorriamo qualche settimana di vacanza insieme all’anno. Dice di non amare sua moglie di stare con lei solo per sua figlia 25 enne la quale non gli perdonerebbe mai una separazione anzi lo disconoscerebbe. Lui per amore di sua figlia (unica) non lascerebbe mai la moglie anche se ciò vuol dire rinunciare a me! Però si culla dietro ai forse un giorno mi supplica di avere pazienza, gli dispiace che io soffra ma sta male anche lui senza di me, continua a dirmi parole che non ho mai sentito frasi d’amore uniche, con sua moglie dice di non essersi mai comportato come con me, che far l’amore con me è la cosa più bella in assoluto. Che mi pensa sempre, mi scrive mi manda messaggi d’amore. Io per lui ho fatto veramente pazzie, trascurato marito figli. Credo di amarlo, credo di essere completamente coinvolta. Come in un brutto film succede che accetta di partire per lavoro all’estero. Dovrà stare via circa un anno, quindi non lo vedo da circa 6 mesi, è tornato in Italia due volte per una settimana ma è dovuto sempre andare dalla sua famiglia. Dall’estero un tempo mi chiamava ci sentivamo, ora mi rimangono i messaggi che sono giornalieri intensi “cerca di capire, ora non posso, è una missione devi capire un giorno ti spiegherò ecc. “ Io non gli credo più ovvero non posso più accettare questo suo comportamento. A suo tempo ho anche pensato di lasciare la mia famiglia per lui, ed ancora oggi penso che il coinvolgimento la passione l’estasi ecc non l’ho mai provata con mio marito in questi ultimi anni siamo sposati da quasi 30 anni e ci conosciamo da oltre 40! Con mio marito ho vissuto una vita vera intensa, mi ha sempre amata mi ha sempre rispettata io l’ho tradito! L’ho tradito perché non andiamo più d’accordo lui vede bianco io nero e anche se siamo l’opposto ci capiamo con un solo sguardo! Litighiamo sempre per qualsiasi stupidata. Io lo guardo e penso che nonostante tutti gli sbagli lui è mio marito un bell’uomo attraente che ogni donna vorrebbe al suo fianco, galante simpatico ma l’ho tradito per un uomo che sa prendermi, che scherza e ride con me, che la pensa come me che ha i miei stessi gusti, che al mattino mi svegliava con un bacio ed il caffè (un tempo lo faceva anche lui) Ma ora non c’è ed è distante, mi chiede di portare pazienza perché sta male, ha fatto un grosso errore nell’accettare il lavoro è depresso, non ha più nemmeno l’erezione dallo stress! Ma mi i dice che sono importante, che solo quando guarda le mie foto si sente bene, che mi ama l’unica cosa che lo tiene su è il mio pensiero.Ma non mi telefona! Chiama lei due volte al giorno (a volte anche per colpa mia, sono impegnata al lavoro e nessuno sa di questa storia) perchè è il suo dovere. Dice di stare veramente male! Ci sono giorni che piango intensamente, mi dispero perché non riesco a liberarmi di lui, lo so che basterebbe cancellare il suo numero ma sto male e non ce la faccio ho provato più volte, non riesco proprio. Addirittura lo sogno vorrei stare tra le sue braccia, vorrei vederlo vorrei stargli vicino, lo amo? Sono masochista? Credo di si. lo so che è tutto un errore lo so che dovrei dirgli di andare a quel paese, lo so che non mi merita, so anche di essere “troppo “ per lui e se devo essere sincera non sarebbe nemmeno il mio ideale di uomo fisicamente ma ha il carattere speciale e sa come prendermi . Ora mi ritrovo ad analizze qualsiasi cosa lui fa, a volte provo rabbia a volte vorrei fargli del male dirgli le cose peggiori del mondo, poi per fortuna mi calmo. Mi dice che mi ama veramente che abbiamo 50 anni e tutti e due siamo maturi per capire. Come posso chiudere il telefono ad una persona che mi dice di stargli vicino perché ha bisogno di me. Potrei peggiorare la sua situazione di salute anche se ora come ora sono così arrabbiata che non me ne importerebbe nulla. Vorrei solo che qualcuno mi aiutasse che qualcuno cercasse di darmi un consiglio oggettivo. Vorrei non struggermi da dolore. Avevo già improntato una lettera di arrivederci ma non so se inviargliela, gli ho scritto di finire la missione di leggersi dentro e che ne riparliamo quando avrà terminato al limite. Gliela mando? Aiutatemi perfavore. Grazie infinite.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 20 OTT 2016

Gentile Giusy,
lei si chiede se è masochista e sa anche che è tutto sbagliato, quindi dovrebbe comprendere che la sua è una forma di dipendenza affettiva mascherata da amore.
Se a ciò aggiunge la assenza fisica ( e forse, nonostante le apparenti giustificazioni, anche mentale) di questo secondo uomo, direi che non vale la pena per lei di farsi del male.
Non intendo giudicarla (anche perchè occorrerebbe una analisi approfondita della sua relazione coniugale) ma nonostante le incomprensioni penso che abbia fatto a suo marito e ai suoi figli un torto che non meritano.
Pertanto le suggerisco di riavvicinarsi alla sua famiglia che dovrebbe rimanere il centro dei suoi interessi e di chiedere un sostegno psicologico per recuperare una migliore intesa coniugale.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7048 Risposte

20149 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 OTT 2016

Gentile Giusy,
rispondere alla sua lettera non è semplice. O perlomeno non lo è dandole consigli concreti. Quella che descrive è una situazione di forte confusione, dispiacere, senso di colpa e rabbia ma anche tanta voglia di VITA. Forse questo può essere un punto dal quale partire: concentrarsi sul suo diritto di vivere una vita piena ed appagante. Sono i mezzi attraverso i quali ricercarla che forse in questo momento appaiono più poveri delle reali possibilità. E sono le forti emozioni che prova, che di certo non la aiutano ad individuare altre strade. Forse le uniche cose che non dovrebbe fare potrebbero essere rassegnarsi ad una relazione sfuggente e imprevedibile e/o rassegnarsi ad una vita coniugale che sente svuotata.Cerchi qualcuno (un professionista) che possa aiutarla a contenere gli stati di forte disagio e a orientarsi verso soluzioni più appaganti. Forse potrebbe rivelarsi una strada percorribile coinvolgere suo marito (e se anche lui necessitasse di ciò che le manca?) e riformulare la vostra relazione scoprendo una nuova complicità ed intimità. Sicuramente in questa bufera di emozioni, dove già le sue sono faticose da gestire, non può farsi carico di quelle degli altri che sono tenuti a prendersi cura delle proprie. Quello che si rivelerà più utile per lei, è molto probabile che possa generare dispiacere nell'altro, ma non sempre è possibile fare il bene per tutti, proprio per questo ciascuno dovrebbe lavorare per ottenere un pezzettino del proprio.
Cari saluti
Stefania

Dr.ssa Stefania Ferrari Psicologo a Monza

24 Risposte

100 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

19 OTT 2016

Gentile Giusy,
una situazione così intricata non può essere risolta con un consulto on line. Deve richiedere quanto meno una consulenza on line. Le variabili da prendere in considerazione infatti sono molte e non avrebbe senso dare consigli senza esaminarle attentamente.Bisogna valutare soprattutto natura e qualità del suo matrimonio, di quello di lui e del vostro legame.
Cordiali saluti

Valentina Sciubba Psicologo a Roma

1054 Risposte

722 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 23750 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16850

psicologi

domande 23750

domande

Risposte 85750

Risposte