Come lasciare andare la persona che si ama?

Inviata da Aurora · 18 ago 2015 Terapia di coppia

Buonasera,
da più di un anno sono innamorata di una ragazza a distanza, abita abbastanza lontana, ci siamo viste due volte, l'ultima volta poco fa, ci siamo baciate, abbiamo vissuto insieme cose meravigliose. Bene, il nostro rapporto è sempre stato indefinito, profondo ma indefinito. Voglio dire che non eravamo amiche ma non eravamo amanti, c'era qualcosa di simile all'amore, c'è sempre stato, o almeno credo, di sicuro io la amo, più ora che prima.
Per "prima" intendo quando le cose erano migliori, quando anche lei dimostrava dei sentimenti per me, ora invece, nonostante il bacio, mi ha fatto capire che non prova niente per me in quel senso. Non riesco a metabolizzare questa cosa, perché fino a pochi mesi fa pensavo che ci fosse qualcosa da parte sua, e invece no. Ho sempre sospettato che sarebbe finita così, ma non mi è mai importato.
Ora so che la cosa giusta per me e per lei è smettere di parlare, sono solo un peso per lei, ma non riesco a lasciarla andare.
Parlarle e pensare a lei mi procura dolore, mi ingelosisco per niente, tremo di rabbia a volte per colpa sua, sono oppressa dal dolore che mi provoca, ma io amo lei come persona, non l'ho mai amata per come mi faceva sentire, ho sempre amato lei nella sua totalità, lei è la mia concezione di bellezza da ogni punto di vista.
Non riesco a staccare, a distrarmi, lei è sempre nella mia testa, mi crea ansia angoscia, dolore e tristezza pensarle..
Però è come se lo vedessi come un prezzo da pagare per poter stare nella sua vita, per poterle parlare, sono consapevole di idealizzarla a volte, di vederla più bella di quello che è, ma è così che ho sempre fatto, sembra una cosa innata verso di lei.
Lei merita amore e io l'amore per lei ce l'ho, ne ho tantissimo, non voglio sprecarlo, mi illudo di poterlo conservare e poterglielo dare un giorno, anche se lei mi ha fatto capire che adesso è un ragazzo che vorrebbe e che comunque non è innamorata di me, nonostante tutto continuo a pensare che non dovrei perdere le speranze.
So come stanno le cose e so che dovrei allontanarmi del tutto ma non potrei immaginare una vita senza di lei, sarebbe una vita senza bellezza. Non so cosa fare.
Cosa posso fare?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 18 AGO 2015

Gentile Aurora,
tra le cose che può fare vi è quella di provare a rispettare anche il fatto che un'altra persona può cambiare idea e comportamento avendone il diritto.
Il benessere psicologico personale è sempre all'interno di un giusto equilibrio tra amor proprio/giusta valutazione di sè ed amore/giusta valutazione dell'altro e questo indipendentemente se si tratta di una relazione eterosessuale o omosessuale.
In lei c'è evidentemente uno squilibrio rappresentato da svalutazione di sè e idealizzazione dell'altra.
Al di là del bacio o dell'affetto, se questa ragazza ( forse indecisa sul proprio orientamento ) vuole vivere una relazione etero lei dovrebbe farsene una ragione e fare un passo indietro per non rischiare di apparire petulante e prepotente.
Superfluo dire che per migliorare autostima e congruenza le gioverebbe un percorso di psicoterapia.
Cordiali saluti
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7297 Risposte

20591 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

24 AGO 2015

Cara Aurora,
Sono d'accordo col collega Fiore quanto parla di giusta valutazione di amor proprio e dell'altro.
Più volte ha parlato dell'altra come una ragazza perfetta nella sua bellezza, quasi come se fosse ossessionata dalla sua parte estetica e non davvero della persona, anche perché vi siete incontrate due volte e al di là di una forte emozione non si può parlare di un vero sentimento.

Prenda questa situazione comebase per esperienze future.
Il fatto di stare troppo addosso all'altro non aiuta le relazioni anzi non permette nemmeno di avere inizio.
Altro aspetto importante è rispettare il volere dell'altro,in generale non solo nella coppia e imparare a gestire la propria emozione, i propri impulsi e pensieri che non fanno che alimentare il tutto.
Infine le suggerirei di fare un percorso volto al suo benessere personale, lavorare sui suoi bisogni, desideri, autostima e gestione delle emozioni.

Un caro saluto.
Dott.ssa Michela Romano

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 AGO 2015

Cara Aurora, a me sembra che lei abbia riversato tutto ciò che lei desidera essere in questa sua amica, e, un po' come narciso, non vuole perderla per non perdere la parte di sé che le manca.
Io le suggerisco un percorso psicologico per conoscersi meglio ed aumentare la sua autostima, perché tutte le qualità che lei vede fuori di lei, emergano invece dentro di lei, al punto che possa rinunciare a questa amica/amante in quanto non ha più bisogno di lei per completarsi.
Vedrà che dopo sarà molto più facile distaccarsi e lasciarla andare, perché sarà una bella persona, ma non più un suo prolungamento.

Cari auguri.
Dott.ssa Annalisa Iovane

Dott.ssa Annalisa Iovane Psicologo a Roma

138 Risposte

112 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

19 AGO 2015

Cara Aurora,
la situazione che ha descritto sembra carica di nostalgia e allo stesso tempo rabbia per qualcosa che avrebbe voluto andasse differentemente. La consapevolezza della sua difficoltà è un importante indicatore della sua motivazione a cambiare anche se in questo momento le appare come impossibile. Deve essere difficile per lei lasciare andare una relazione che da indefinita ora le sembra chiara. La ricorrenza dei pensieri e le reazioni emotive che si stanno scatenando dentro di lei costituiscono una protesta all'idea impensabile di lasciarla andare. Il dolore che ora prova potrà sembrarle senza significato, ma una indagine profonda di se stessa, le consentirà di riconoscere quelle risorse che ora non vede e che le consentiranno di integrarlo.
Un caro augurio

Dott.ssa Angela Niro Psicologo a Foggia

57 Risposte

28 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

19 AGO 2015

Cara Aurora,
nel tuo messaggio c'è tutto il dolore della perdita e la speranza di poter recuperare un rapporto in cui credevi.

La fine di una relazione, anche quando è stata una relazione indefinita, è dolorosa.

La ricchezza dei tuoi sentimenti e la tua delicatezza nel modo di descriverli mi fa pensare che la tua vita non sarà comunque priva di bellezza.

Un saluto
Dott.ssa Francesca Fontanella



Dott.ssa Francesca Fontanella Psicologo a Rovereto

1030 Risposte

2102 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

19 AGO 2015

Cara Aurora
c' è serenità nella sua lettera nonostante l'angoscia generata da questa perdita inaspettata o quasi e comunque di certo da lei "messa in conto" già da tempo.
A questa serenità, se pur dolorosa, lei deve aggrapparsi per poter vivere questa sorta di lutto che abbisogna di tempo per essere elaborato e che, magari, lascerà uno strascico di malinconia per abbastanza tempo.
Sono le cose della vita, cose un poco tristi ma che dobbiamo infine accettare; soprattutto quando si tratta di rispettare la fondamentale libertà di un'altra persona.
lei mi sembra matura e credo che riuscirà alfine ad accettare la scelta dell'altra, anche per il fatto che il suo non è un amore di dipendenza ma proprio un amore per la persona, come ben ci spiega nella sua lettera.
Un caro saluto.
Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologa Psicoterapeuta

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

7206 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

19 AGO 2015

Ad una risposta completa come quella del Dott. Fiore non mi resta da aggiungere altro, se non che, di fronte ad una situazione come la tua, non rimane nulla di più idoneo che accettare la propria sofferenza dedicandola alla persona 'amata' e manifestandole tutto il rispetto che merita relativamente al suo desiderio. Tieni presente che se si tratta di amore autentico, da parte tua, la priorità va lasciata al desiderio della persona che ne è l'oggetto, nel caso contrario si tratta di 'dipendenza affettiva'. Posso restare a tua disposizione per ulteriori chiarimenti,qualora lo ritenessi necessario.
Dott.ssa Carla Panno
psicologa-psicoterapeuta

Dott.ssa Carla Panno Psicologo a Milano

1057 Risposte

670 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 27300 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17900

psicologi

domande 27300

domande

Risposte 94300

Risposte