Come instaurare un buon rapporto con Luca il figlio del mio compagno

Inviata da Veronica · 27 lug 2015 Terapia familiare

Salve, sono Veronica la fidanzata di Roberto , il padre di Luca. Luca e' un bambino di dieci anni che ha perso sua madre morta di leucemia. Con me il bambino non ha un bel rapporto, una volta ha visto che io e suo padre ci baciavamo sul divano e da quel momento mi odia sempre di piu'. Quando mi vede fa finta di niente, non mi considera nemmeno, non vuole mai parlare con me, mi esclude sempre e non accetta che io sono la fidanzata di suo padre. Capisco quello che sta provando, sente la mancanza di sua madre, molte volte piange chiudendosi in camera sua ed ha molta difficolta' ad esprimere le sue emozioni allora ho deciso di portarlo da un bravo psicologo in modo da poterlo aiutare a superare questo momento difficile che sta' passando. Suo padre sta poco tempo con lui perche' e' sempre impegnato nel suo lavoro percio' devo stare io con lui dato che passa la maggior parte del tempo da solo. A scuola e' bravissimo soprattutto in italiano pero' non socializza con i suoi coetanei solo con Stefania una bambina anche lei con problemi familiari ma nonostante tutto cerca di sorridere anche se i suoi genitori si stanno separando. Una sera quando Luca non riusciva a dormire io mi sono avvicinata a lui per abbracciarlo ed in quell'istante si e' subito alzato mi guardava con occhi minacciosi dicendomi che dovevo morire al piu' presto perche' per lui io sono solo un'impiastro che vuole prendere il posto di sua madre. Io ho cercato di comprenderlo e di capirlo ma lui mi disprezza, molte volte mi dice tante parolacce sputandomi in faccia e se io voglio stare vicino a lui comincia subito ad allontanarsi da me scappando e si rifugia nella sua stanza dove ha moltissime foto di sua madre ed ogni tanto immagina di parlare con lei. In questi giorni Luca e' uscito per andare a mare con suo padre dato che se ci sono anche io lui non vuole venire e preferisce passare un po' di tempo con suo padre Roberto. All'improvviso mentre era in acqua a fare il bagno Luca si e' sentito male ed e' subito svenuto. All'ospedale ci hanno detto che sicuramente si tratta di una forma di leucemia molto grave praticamente la stessa forma che aveva sua madre ed in quel momento il mondo ci e' crollato addosso. Luca e' sempre piu' debole, non mangia, sviene spesso, dorme quasi tutto il giorno, non sorride piu' perche' ha paura di morire ma dall'altro lato e' felice dicendo che se muore potra' finalmente vedere la sua mamma ancora una volta. Io e Roberto siamo a pezzi ma non ci arrendiamo. Per favore ho bisogno del vostro aiuto e dei vostri consigli per capire meglio come comportarmi con lui e fargli capire che io lo voglio tanto bene proprio come una vera madre e che gli offro tutto il mio sostegno per cercare in tutti i modi di farlo tornare a sorridere e di non avere piu' paura perche' l'amore sconfigge ogni male. Grazie!!!!!

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 18 OTT 2015

Gentili Veronica e Roberto,
stando a ciò che dite, se ho ben capito, sembra che anche al bambino sia stata diagnosticata (tramite le opportune analisi di laboratorio) una patologia leucemica.
Se è così, è molto sconfortante perchè questo bambino era già stato colpito duramente dalla disgrazia della perdita di sua madre e già questo era troppo. Comunque non bisogna disperare ed è augurabile che le apposite cure possano nel suo caso bloccare la malattia.
Penso che questa ora è la priorità e tutti gli sforzi devono essere concentrati su questo obbiettivo. Nella speranza che ci siano presto miglioramenti delle condizioni di salute del bambino, lei, Veronica può solo offrirgli assistenza e vicinanza facendogli capire che non ha intenzione di prendere il posto di sua madre ma solo di essergli amica.
In seguito, sarà utile che si affidi ad uno psicoterapeuta per essere guidata a conquistare gradualmente la fiducia e l'affetto del piccolo.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7516 Risposte

21034 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

28 LUG 2015

Gentili Veronica e Roberto,
la vostra situazione appare indiscutibilmente difficile. Leggendo le prime righe avevo ben chiaro come potervi dare delle indicazioni per instaurare con il piccolo Luca un rapporto di affetto e fiducia, a soli 10 anni ha vissuto un'esperienza molto traumatica come la morte della madre pertanto è comprensibile e atteso il suo rifiuto nei suoi confronti Veronica. Ma rispetto a questo sarà solo il tempo, la costanza e la regolarità nel rapporto con lui ad aiutarlo nel capire che la mamma non tornerà che lei Veronica non sarà mai la sua madre naturale ma che comunque potrà contare su di lei e sul suo affetto. Non cerchi di sostituirsi alla madre biologica ma piuttosto parli direttamente con lui dell'accaduto facendogli capire che la sua mamma rimarrà tale anche se non c'è più e gli dimostri l affetto che nutre per lui attraverso anche piccoli gesti anche e soprattutto se lui li rifiuta, perché passerà questo comportamento provocatorio e rifiutante e si ricorderà solo dell'amore che gli viene trasmesso.
Quanto alla malattia riscontrata è necessario provvedere con tutte le cure del caso, immagino sia te affidati a medici quindi insieme state affrontando un momento delicato. Siete una famiglia quindi unitevi per affrontare questa situazione con coraggio. State accanto al piccolo, parlate con lui di quello che sta succedendo, fategli esprimere sempre i suoi pensieri, le sue paure e ascoltatelo mentre lo fa, aiutatelo a manifestare le sue emozioni e spiegate lui ogni aspetto del suo processo di cura. A soli 10 anni il piccolo Luca è costretto a crescere in fretta.
Vi consiglio inoltre di rivolgervi ad un collega psicoterapeuta vicino nella vostra zona di residenza. Credo che in questo momento delicato per tutti voi abbiate davvero necessità di un sostegno psicologico per proseguire nel corso dei mesi.
Rimango a disposizione per ulteriori contatti.
Cordiali Saluti.
Vi auguro ogni bene.
Dott.ssa Anna Gallucci Vicenza

Dott.ssa Anna Gallucci, Psicologa - Psicoterapeuta Psicologo a Vicenza

126 Risposte

80 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

28 LUG 2015

Cari Veronica e Roberto,
le filosofie orientali suggeriscono, in questi casi, "Non fare niente, sii presente".

La tua presenza silente, affettuosa e dedicata, sarà di beneficio per Luca e per Roberto e renderà più forte la vostra relazione.

Oltra alle cure che i medici e il personale sanitario offrono a Luca e a voi, cercate, se possibile, un ulteriore spazio di ascolto e sostegno.

Un caro saluto
Dott.ssa Francesca Fontanella

Dott.ssa Francesca Fontanella Psicologo a Rovereto

1030 Risposte

2108 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

27 LUG 2015

Cara Veronica, è una situazione molto delicata e occorre molto coraggio. Luca avrà sempre come riferimento la sua mamma insieme al suo papà e paradossalmente il ricordo della mamma lo sta aiutando nel vivere la propria terribile condizione. Tu però puoi essere una buona compagna per lui, a patto che mantieni un ruolo di amica, compagna di giochi, e che soprattutto, ai suoi occhi, non intacchi l'unione genitoriale. Devi essere forte per questo, ma se lui capisce che sei una amica di cui può fidarsi ti accetterà. Un abbraccio forte, Giuseppe

Dr. Giuseppe Di Maria Psicologo a Roma

127 Risposte

148 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia familiare

Vedere più psicologi specializzati in Terapia familiare

Altre domande su Terapia familiare

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 29750 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18650

psicologi

domande 29750

domande

Risposte 101150

Risposte