Come giustificare depressione e ansia?

Inviata da Rere · 18 feb 2019 Ansia

Buongiorno
Mi rivolgo a voi per chiedere consiglio su cosa posso dire ai colloqui e anche alle persone che incontro.
Soffro di ansia, depressione, disturbi di personalità dovuto principalmente come causa a un cobtesto familiare iperprotettivo.. Dalla fine delle scuole superiori mi sono chiusa per anni(Una decina) in casa senza lavorare ne studiare. Grazie alla psicoterapia sto piano piano ricominciando a vivere. Al momento da un annetto faccio dei piccoli lavori saltuari. Sto rafforzando l'autostima e inizio a esplorare il mondo che tanto mi fa paura e che non ho mai sperimentato. Accetto la mia condizione, noto difficoltà ma non mi sento condannata ne guardo più spesso al passato, che mi ha immobilizzato. guardo al futuro e so che ci vuole del tempo per rompete certe dinamiche e cambiare se stessi.
Ma ai colloqui e con le persone non so cosa dire. Non so cosa dire alla domanda "come mai questi anni di vuoto? Cosa ha fatto?" Io non ho fatto nulla, non ho neanche studiato (me ne pento ora) oppure "Perché non cerchi di qua e di là, manda il cv subito".
Aggrapparmi alla scusa in cui versa l'Italia (cerco ma non trovo) come anche dire la verità non regge (E vado in ansia quindi vengo scoperta). Se cercassi e non trovassi ok sarei tranquilla ma qui si tratta di un percorso mio personale. Io al momento resto su i miei passi, i miei ritmi, so di aver bisogno di tempo e che tornerò a cercare qualcosa di piu continuativo. Almeno ci proverò, poi se non troverò vedrò altre strade.
Capite cosa intendo? Un conto è vedere fuori dal nostro controllo (società, mondo, italia) questo viene accettato. Non viene accettata la responsabilità e i problemi personali, di cui io non avrei problemi a parlarne se non fosse per lo stigma che c'è dietro alle problematiche della mente. Per me è come un male al ginocchio, che con le giuste cure passa, per gli altri è sei pazza, fattela passare, hai problemi, potresti dare problemi sul lavoro o nella relazione con le persone.
Mi trovo ogni volta con le spalle al muro, in imbarazzo evidente nonostante io l'accetti e non so come uscirne o trovare una buona risposta a:
-ai colloqui per il vuoto di tanti anni.
- con la gente che fatica a capire perché io faccia lavori saltuari da tempo.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 20 FEB 2019

Gentile Reby, conoscendo solo una parte della sua storia non è facile risponderle. Mi chiedo però come mai la sua terapeuta non l'abbia aiutata al riguardo, credo che noi non dobbiamo interferire troppo col suo lavoro. Personalmente penso che con alcune persone è meglio non dire la verità (potrebbe prepararsi con calma una giustificazione, per esempio che aveva un familiare malato o che doveva attendere all'amministrazione familiare) mentre con altre, sopratutto ai colloqui di assunzione, è meglio dire le cose come stanno: potrebbe però mettere l'accento più su malesseri fisici, evitando di dire che era così depressa che non poteva lavorare. In ogni caso spero che la terapia l'aiuti a trovare sempre maggior fiducia nelle proprie capacità. Cordialmente
dr. Leopoldo Tacchini

Dott. Leopoldo Tacchini Psicologo a Firenze

946 Risposte

383 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

19 FEB 2019

La risposta migliore potrebbe essere quella che vogliono sentirsi dire, e capire l' obiettivo di chi ti fa questa domanda. Solitamente l' obiettivo di chi seleziona è valutare se la persona è rimasta attiva oppure si è adagiata. Puoi riempire parlando di esperienze formative, aggiornamenti o tempo personale di crescita. Tutto deve essere indirizzato a far capire che hai obiettivi chiari e che non hai perso tempo inutilmente. Poi ti consiglio di frequentare un corso di aggiornamento al più presto, in modo da poterti tenere aggiornata e presentarti con una carta vincente. Resto a disposizione. Alessandra Dott. Monticone

Monticone Alessandra Psicologo a Asti

268 Risposte

107 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Ansia

Vedere più psicologi specializzati in Ansia

Altre domande su Ansia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24850 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17250

psicologi

domande 24850

domande

Risposte 88500

Risposte