Come gestire una persona negativa

Inviata da Andrea · 20 nov 2015 Terapia familiare

Salve, mio suocero ha 65 anni, è una persona:
- ansiosa/nervosa. Soffre di colite e tic nervosi, deve tenere sempre tutto sotto controllo.
- molto negativa. Vede sempre pericoli esagerati.
- tratta i familiari come persone incapaci. Fa tutto in prima persona perche gli altri non sanno fare le cose (anche cose banali come spazzare per terra).
Questo modo di vedere il mondo lo rende molto ansioso, preoccupato, negativo e spesso si innervosisce e risponde male verso moglie e figlie.

Ad esempio giorni fa alla moglie è caduto il caffè per terra, sembrava una tragedia, è stato almeno 5 minuti a dirgli che deve stare attenta, che non sa fare le cose...

Oppure alla figlia che voleva andare a un concerto gli ha detto di no perché è pericoloso (secondo lui c'è gente che si ubriaca, la figlia si perde tra la folla, fanno attentati,..)

Vorrei sapere:
1) come vanno gestiti gli scatti d'ira. Ad esempio nella situazione del caffè che ho indicato prima
2) Come va gestita questa percezione esagerata dei pericoli, ad es la figlia che non può andare a un concerto.
3) non ha mai scatti d'ira verso di me ma solo verso moglie e figlie ma a me da fastidio vedere/sentire queste scene, come posso evitare di farmi rovinare momenti/giornate?

Grazie.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 21 NOV 2015

Gentile Andrea,
si ritenga fortunato se suo suocero non è irascibile anche con lei.
E' probabile che suo suocero sia sempre stato così e che questi comportamenti siano radicati nel suo carattere e pertanto difficilmente modificabili.
Tuttavia, siccome sembra che suo suocero soffra anche di disturbi psicosomatici potrebbe essere utile un passaggio per il medico di base che potrebbe impostare una adeguata terapia farmacologica suggerendo contemporaneamente una psicoterapia.
Questo passaggio potrebbe essere mediato e facilitato dagli stessi familiari di suo suocero, così tartassati.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7351 Risposte

20701 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 NOV 2015

Caro Andrea,

è difficile poter pensare di gestire un'altra persona e i suoi scatti d'ira soprattutto se si tratta di una persona con pià di 65 anni e un comportamento e una gestione delle emozioni ormai strutturata.

In un'ottica più allargata è possibile che il suo comportamento sia funzionale al sistema famigliare e che quindi ne lui ne gli altri vogliano un cambiamento.

Le suggerisco di provare a proporre il suo punto di vista e qualora questo non fosse sufficiente a generare il cambiamento ad accettare lo status quo tirandosi fuori dai giochi.


cordiali saluti

Dott.ssa Monica Salvadore

Dott.ssa Monica Salvadore - Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Torino

369 Risposte

854 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 NOV 2015

Caro Andrea,
è difficile poter gestire i comportamenti e le reazioni altrui, anzi direi è quasi impossibile, ancor più con persone di 65 anni, come suo suocero, che ha modalità comportamentali ormai strutturate e radicate.
In un'ottica sistemica più allargata è possibile che questi comportamenti siano funzionali alla famiglia stessa, permettendo ai vari membri di avere ruoli definiti e adeguati all'equilibrio familiare, in un modo che però è difficilmente intuibile in questo contesto.

Credo che lei possa comunque portare il suo punto di vista all'interno della famiglia esprimendo ciò per cui si trova in disaccordo con suo suocero e se questo non risulta generare nessun cambiamento non le resta che accettare lo status quo e tirarsi fuori dai giochi.
Cordiali saluti

Dott.ssa Monica Salvadore

Dott.ssa Monica Salvadore - Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Torino

369 Risposte

854 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 NOV 2015

Caro Andrea,
è lodevole la sua intenzione di trovare una strategia di gestione di suo suocero. Da quello che scrive, lui agisce questi comportamenti solo con le figlie e la moglie e mi chiedo se questo meccanismo relazionale sia recente o se, invece, si antico e di vecchia data.

Nel caso in cui fosse recente potreste valutare di contattare il medico di base per accertamenti diagnostici. Alcune patologie dell'età senile hanno a che vedere con i comportamenti che ci ha descritto.

Nel caso in cui questo meccanismo fosse di vecchia data le possibilità dipendono da suo suocero. Nel caso in cui suo suocero sentisse la necessità di gestire questi comportamenti potreste accompagnarlo da uno psicologo, se, invece, non fosse interessato a gestirli, non vi resta che prenderne atto e agire la vostra vita indipendententemente dalle sue paure e dai comportamenti che agisce.

Un saluto
Dott.ssa Francesca Fontanella

Dott.ssa Francesca Fontanella Psicologo a Rovereto

1030 Risposte

2103 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia familiare

Vedere più psicologi specializzati in Terapia familiare

Altre domande su Terapia familiare

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 27750 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18000

psicologi

domande 27750

domande

Risposte 95700

Risposte