Come gestire il comportamento oppositivo provocatorio di una bambina di 6 anni?

Inviata da Vanessa · 7 giu 2019

Mia figlia di 6 anni è sempre stata una bambina leggermente oppositiva, testarda e rabbiosa. Fin da neonata ha mostrato un bel caratterino, ma ora già da prima della nascita del mio secondo figlio, il suo comportamento è peggiorato. Si atteggia a grande, non ascolta più neanche quello che hai da dirle, per non parlare delle regole, per lei apparentemente inesistenti. Anche le maestre a scuola hanno perso lo stimolo iniziale e sono come rassegnate, mentre io invece mi sento impotente e disperata.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 7 GIU 2019

Buonasera Vanessa! Ho incontrato diverse mamme riportanti la sua fatica.... E per tutte la parola d'ordine è: non arrendersi! Deve, se le è possibile anche con la collaborazione di tutti gli altri adulti intorno a sua figlia, mantenere la sua posizione "superiore" di mamma, far rispettare regole con eventuali punizioni (concrete e legate alla regola infranta) e non mettersi al pari della bambina. Ho seguito gruppi di sostegno alla genitorialità con piccoli gesti, i successi possono essere davvero grandi! Resto a disposizione per qualsiasi ulteriore chiarimento Dott.ssa Laura Ceccoli

Dott.ssa Laura Ceccoli Psicologo a Genova

38 Risposte

63 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 GIU 2019

Gentile Vanessa, sono d'accordo in buona sostanza con la Collega. Per me la parola d'ordine è, invece, fermezza! Il punto chiave che viene insegnato nei Corsi per noi psicologi è che il bambino deve essere sicuro che ci saranno delle conseguenze non desiderate al suo comportamento. Non parlo ovviamente di punizioni fisiche, ma di sottrarre qualcosa di gradito. In questo senso che una tecnica che si chiama economia a punti: il bambino otterrà un premio desiderato solo se si comporterà bene per un numero di volte prefissato. Non occorre arrabbiarsi, tanto meno disperarsi. Occorre però applicare con fermezza il metodo, per questo qualche seduta o la partecipazione ad un gruppo di genitori con gli stessi problemi potrebbe essere utile. Resto a disposizione.
dr. Leopoldo Tacchini

Dott. Leopoldo Tacchini Psicologo a Firenze

1004 Risposte

409 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 GIU 2019

Gentile Vanessa,
i suoi vissuti sono comprensibili davanti ai comportamenti e atteggiamenti della sua bambina e ha fatto bene a chiedere aiuto.
Occorre capire anche l'altro versante della questione, cioè i vissuti di sua figlia, che probabilmente rappresentano il motivo dei suoi comportamenti oppositivi. C'è infine un fratellino in arrivo e sicuramente un nuovo equilibrio familiare da creare. Tanti elementi da approfondire e su cui poter riflettere insieme, voi genitori e uno psicoterapeuta che si occupi di bambini e genitorialità.
Se lo desidera rimango a vostra disposizione.
Un cordiale saluto,
drs Lucia Mantovani, Milano

Studio di Psicologia Dott.ssa Lucia Mantovani Psicologo a Milano

995 Risposte

480 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 GIU 2019

Gentile Vanessa,
concordo pienamente con la risposta della Collega Altieri.
Che le piaccia o no, i bambini hanno come principale modello di comportamento e apprendimento i propri genitori e "non nascono con la rabbia".
E' però possibile che lei abbia poca consapevolezza di tutto ciò per cui è consigliabile un percorso di psicoterapia, meglio se di coppia con il coinvolgimento del suo compagno.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7364 Risposte

20736 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

8 GIU 2019

Gentile Vanessa, se la sua fatica con la bambina è così intensa le suggerisco di cercare, da subito, un supporto per lei (meglio se per entrambi i genitori) specie considerando che sta per arrivare un altro bambino in famiglia.
In tutta onestà, sentir parlare di bambini "rabbiosi" mi lascia un po' perplessa: la rabbia è un'emozione naturale, certamente variabile da un individuo all'altro nei modi e nell'intensita' con cui si manifesta, ma insegnare ai bambini la regolazione emotiva è compito dell'adulto.
Lei/voi cosa fa/fate (o facevate) quando vostra figlia si comporta così? Cosa significa che le regole (quali/quante?) sono per lei inesistenti? E cosa succede se non le rispetta? E se invece le rispetta? E come mai le maestre si sono arrese? Possibile che non abbiano trovato alcuna strategia per comprendere meglio la situazione e migliorarla? Se tutti gli adulti attorno "si arrendono" sua figlia rischia di veder confermato un suo "potere negativo" che la portera' a sentirsi sempre più sola e disperata (la rabbia nei bambini può esprimere anche questo), oltre che impotente perché, lei si', non ha i mezzi sufficienti per comprendere del tutto quello che le accade intorno.
Come vede il discorso è molto articolato: l'essenziale, a mio parere, è che lei inizi a mutare un po' lo sguardo verso la sua bambina, comprendendo che avrà le sue motivazioni per comportarsi nel modo da lei descritto e che sta agli adulti trovare la chiave giusta per migliorare la relazione. Molti auguri e ci riscriva se ritiene.

Dott.ssa Roberta Altieri Psicologo a Milano

146 Risposte

79 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

8 GIU 2019

Gentile Vanessa,
comprendo la fatica nella relazione con la figlia, piuttosto vivace e determinata. Continui tuttavia a porre limiti e regole facendo passare il messaggio che lei è l’adulta. Richieda il sostegno del padre a livello educativo, il suo contributo è altresi importante.
Se la difficoltà persiste le consiglierei di rivolgersi ad una psicologa per gestire al meglio la genitorialita’
Cordialmente
Dr.ssa Costa

Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2757 Risposte

2282 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 27800 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18050

psicologi

domande 27800

domande

Risposte 95850

Risposte