Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

come fargli capire il desiderio del secondo figlio?

Inviata da giulia il 12 lug 2013 Terapia di coppia

ciao a tutti.. sono sposata da un anno e ho un bimbo di 2 anni e 3 mesi.. da circa 8-9 mesi ho questo desiderio di aver un secondo figlio. All'inizio sembrava che per me fosse na cosa come un'altra.. ora più il tempo passa peggio è.. ne ho parlato fin da subito con mio marito del mio desiderio, ma lui ha sempre portato avanti, dicendo "aspettiamo, è troppo presto, più avanti".. Ogni mese che passa per me è un "trauma" dover aspettare per questo secondo figlio... Spesso divento nervosa quando vedo signore incinte e quando sopratutto mi chiedono quando faccio il secondo figlio... Ne ho parlato anche di questo a mio marito, ma non cè stato verso di fargli cambiare idea.. Io ormai non ce la faccio più... E' più forte di me.. cerco di stare calma e tranquilla e di non pensarci ma non ci riesco... e ogni volta va a finire che stresso mio marito per sta cosa... mi aiutate? come posso fargli capire meglio questo desiderio che per me sembra irraggiungibile? grazie.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Buongiorno gentile Giulia,
sembra che Lei sia colta da una certa fretta di consolidare il suo desiderio ma quando si parla di altre persone è complicato dare per scontate le conseguenze dei nostri obbiettivi. L'evento matrimonio che ha consolidato la vostra famiglia è recente, così come il suo primo bambino è ancora piccolissimo, ma Lei vuole correre avanti. E' sicura che in questo modo si gode quello che ha già? Il rischio è quello di non riuscire a viversi il suo piccolo figlio e anche il rapporto con suo marito. Le consiglio di richiedere una consulenza psicologica per valutare se ha sufficientemente elaborato i recenti eventi importanti della sua vita.
Cordialmente

Dr.ssa Anna Mostacci Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Roma

1714 Risposte

2799 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara giulia,
Forse sarebbe importante capire se sia un desiderio legato a un istinto materno o alla frenesia di sentirsi realizzata in questo campo. Chieda una consultazione a uno specialista della sua zona.

Cordialmente,

Dr. Cisternino

Dottor Antonio Cisternino MDPAC Psicologo a Torino

481 Risposte

632 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Giulia,
credo che Lei abbia già fatto tutto per far capire a Suo marito che è pronta per un secondo figlio, la difficoltà nasce dal fatto che probabilmente Lei non accetta che Suo marito al momento non è pronto. Si tratta di una scelta importante e in definitiva quello che Le è stato chiesto è di aspettare non di rinunciare a una seconda maternità! Per cui a cosa è dovuta questa fretta e questa ansia che tra l'altro la sta facendo vivere male? Credo che potrebbe richiedere una consulenza psicologica per capire meglio.
Cordialmente
Dott.ssa Mariella Genovese psicologa psicoterapeuta

Dott.ssa Mariella Genovese Psicologo a Reggio Calabria

44 Risposte

21 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile utente,
Prima di tutto le consiglio di iindagare cosa vi e' dietro questo suo legittimo ma impellente desiderio.Potrà sondare le sue motivazioni anche lavorando con uno psicologo in modo da arrivare a capire se e ciò che vuole e come comunicare al meglio con suo marito.in fede

Dott.ssa Frandi Claudia Psicologo a La Spezia

43 Risposte

11 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Giulia, credo innanzitutto che lei si debba chiedere la motivazione di questo suo desiderio che, da quello che mi sembra di capire, le impedisce di godersi il primo bambino e le fa dire " non ce la faccio piu' " e addirittura la fa parlare di un trauma.....
Sospetto che ci possa essere dentro di lei qualcos'altro che consciamente si trasforma nel desiderio di un secondo bambino.
Ed inoltre, se suo marito non è' d'accordo, non credo che si possa e, soprattutto, si debba convincerlo: ne andrebbe della serenita' dell' eventuale nascituro, non desiderato a sufficienza almeno da un genitore....
Le consiglio di chiedere aiuto ad uno/una psicoterapeuta che potrebbe aiutarla a capire meglio quello che si agita in lei.
Le faccio i miei migliori auguri per una grande serenità'

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Giulia,
la mancata soddisfazione di un bisogno può generare frustrazione, ma se tale frustrazione si carica di ansia e diventa poco funzionale per il normale svolgimento delle sua attività di vita , diventa opportuna rivolgersi ad uno specialista, per poter effettuare una diagnosi più attenta della problematica.
Se lo desidera, resto a sua disposizione.
Cordialmente,
Dott.ssa Raffaella Orlando

Dott.ssa Raffaella Orlando Psicologo a Napoli

201 Risposte

91 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20250 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15900

psicologi

domande 20250

domande

Risposte 80000

Risposte