Come faccio a ritornare a stare bene senza ansia e pensieri ossessivi ?

Inviata da Cloe · 8 mar 2021

Buonasera, sono una ragazza di 19 anni, sono sempre stata bene, data la mia insicurezza e la mia timidezza ho sempre avuto ansia da prestazione sin da piccola (es: prima di un interrogazione) ma sempre qualcosa di passeggero, nulla che mi ostacolasse di stare bene nel mio quotidiano. Ma da circa un mese, da un giorno all'altro senza motivo non riesco a stare più bene e spensierata. È iniziato tutto quando mentre ero con il mio ragazzo dal nulla mi è venuta come una sensazione strana che mi provocava disagio, tipo ansia, un peso sullo stomaco che non mi faceva stare bene in quel momento con lui e questa cosa mi ha spaventata perché con lui sono sempre stata bene. Ho inziato a farmi 2000 domande come "ma se non riesco a stare bene è perché forse non sto più bene con lui e non lo amo più?" , sono iniziate a venirmi tutte queste paranoie e mi hanno spaventata, più aumentavano i pensieri e più aumentava l'ansia, più non stavo bene e più a avevo paura, era un circolo vizioso che non mi permetteva di far decidere a me cosa pensare perche i pensieri si intrufolavano nel mio cervello e mi sentivo impanicata, come in una gabbia. All'inizio, nei giorni a seguire, me la sono vista davvero brutta, mi svegliavo sempre con l'ansia, crisi di pianto, sensazione di nausea e peso sullo stomaco che non mi permettevano di mangiare, il cuore mi batteva forte e avevo il respiro affannoso. Non avevo voglia di fare nulla, volevo solo capire cosa avessi e passavo la maggior parte del tempo a pensare per capirlo perché volevo solo ritornare a stare bene con me stessa e soprattutto con il mio ragazzo. Infatti non l'ho capito subito che il problema era proprio con il mio ragazzo o forse non lo ammettevo. Con il tempo ho iniziato a capire che ciò che mi provocava ansia e quella brutta sensazione fosse il fatto che avevo paura di non amarlo più. Ma ancora adesso mi chiedo il perché dato che io lo amo e ne sono certa, è stato il mio primo amore, la mia prima volta in tutto, stiamo insieme da 2 anni ed è sempre andato tutto bene, lui è il fidanzato che davvero tutte vorrebbero avere, così premuroso, dolce, simpatico, che si preoccupa per me, un ragazzo raro e mi sono sentita sempre cosi fortunata ad averlo. Ci amiamo molto e tra noi c',è sempre stata una forte complicità data dal fatto che prima eravamo migliori amici. In quei pochi litigi che abbiamo avuto, le discussioni....si è sempre superato tutto parlando e chiarendo, mai una parola o un atteggiamento irrispettoso ne da parte mia ne da parte sua. Una relazione sana, quella che ti fa dire si è lui l'uomo della mia vita, che ti fa pensare ad una vita futura con lui e ad avere bambini con lui. Io sono insicura di natura e nonostante tra noi ce una forte fiducia ho sempre avuto la costante paura di perderlo, non che mi tradisse perché sono certa che non mi farebbe mai del male, ma la paura che si potesse innamorare di un altra, che magari altre sono piu belle di me o che magari pensasse ancora alla sua ex. E lui ha sempre avuto pazienza per tutte le mie paranoie, mi ha sempre ascoltata e cercato di rassicurarmi. Ma adesso è come se non avessi paura di perderlo per colpa sua ma per colpa mia e mi sento in colpa. Con lui ne ho parlato da subito, non gli ho detto esplicitamente che il problema di base fosse che io avevo paura di non amarlo più perché fondamentalmente io lo amo e dicendogli così avrei complicato solo le cose, ma gli ho detto semplicemente come mi sentivo, della sensazione di ansia e che questa cosa non mi permetteva di stare bene nemmeno con lui e non volevo. Lui mi è stato vicino, si è preoccupato per me, ci stava male vedendomi così perché si sentiva impotente ed io mi sentivo in colpa e stavo solo peggio. Mi ha consigliato e ha insistito per farmi parlare con qualcuno, così sono andata dal mio medico di famiglia, gli ho spiegato solo il mio stato di ansia e mi ha prescritto delle gocce che non ho voluto prendere perché anche se non volevo ammetterlo sapevo il problema qual era e dovevo risolverlo e che le gocce servivano a poco. Ho provato a prendermi anche una settimana di pausa da tutto, dalla scuola, dal cellulare e anche dal mio ragazzo...sono stata a casa e uscivo con mia mamma e cercavo solo di stare bene e di non pensare, sono riuscita a stare lontana da tutto ma non dal mio ragazzo, lo chiamavo e volevo sentirlo e avevo bisogno di lui. Man mano quella sensazione di ansia forte è scemata e ho cominciato a stare meglio, lui mi ha aiutata molto, avevo bisogno di uscire, di stare davanti al mare e lui mi portava, cercava di farmi stare bene e quando non pensavo riuscivo a stare bene. Prima di vederlo però ho sempre l'ansia che possa ricapitare quella sensazione che non mi permette di stare bene con lui, ho l ansia perché ho paura di stare com lui e di accorgermi di non stare più bene ma nonostante ciò non mi sono mai tirata indietro, ho continuato a vederlo e a stare insieme a lui perché quando sono lucida io ci sto bene come lo sono sempre stata ma quando sento l'ansia che sta per venire inizio ad avere paura, ricomincia il circolo vizioso e mi sento in colpa perché mi dico che non è giusto, che se sto con lui ci devo stare bene e per questo inizio a chiedermi anche se sia giusto che io continui a stare con lui...Quando sto con lui poi inizio a testarmi, inizio a notare se in quel momento sto bene con lui, se mi sto annoiando, se ho riso abbastanza, se lo penso abbastanza, se lo rispondo subito ai messaggi...testo qualsiasi cosa faccio o non faccio e mi sento in colpa se tipo ad esempio non lo rispondo subito ai messaggi o magari se mi accorgo che in quel momento sto pensando ad altro...e dico ma allora davvero non lo amo? Quando gli dico ti amo lo sento davvero, ma la domanda nella mia testa non manca mai..."è vero che lo amo o lo sto prendendo solo in giro?" E ricominciano le paranoie..a volte quando sono più lucida riesco ad ignorare il pensiero e godermi il momento e quando ci riesco sto bene con lui, lo amo e sono felice, quando non ci riesco mi sento persa. A distanza di un mese da quando è cominciato tutto adesso sto meglio, perché man mano ho ripreso a mangiare, a fare le cose del mio quotidiano, a distrarmi ecc...ma sento sempre dietro di me quel velo di ansia e le paranoie...che riesco talvolta ad ignorare e a non pensarci ed altre volte sono più forti di me. Da quando è iniziata a venirmi questa cosa ho sempre cercato rassicurazioni su internet che in realtà non è vero che io non lo amo ma che sono solo paranoie...ho letto di storie simili e quando lo faccio in quel momento mi tranquillizzo e per un breve periodo di tempo riesco anche a stare bene poi di nuovo come se avessi delle ricadute ci ricasco. Sento davvero il bisogno di parlare con uno psicoterapeuta perche voglio stare bene, voglio tornare ad essere felice e spensierata con il mio ragazzo (anche se a volte mi creo anche paranoie su questo perché penso che il problema non è così grave da andare da uno psicoterapeuta e inizio a complessarmi che magari sono io che ingigantisco la cosa) ..non ne posso più di questa situazione...purtroppo però non posso permettermelo uno psicoterapeuta non lavorando e mia mamma non è d'accordo che io ci vada e per questo mi sento sola e non so che fare. Scusate il lungo poema ma non sono riuscita ad essere più sintetica di così.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 27700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18000

psicologi

domande 27700

domande

Risposte 95400

Risposte