Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Come faccio a distinguere ciò che voglio da ciò di cui ho paura?

Inviata da Ada · 30 mar 2020 Autorealizzazione e orientamiento personale

Non ho mai avuto relazioni prima, se non qualche interesse per qualcuno ogni tanto, ma per colpa della mia timidezza ho sempre evitato di espormi. Da quasi quattro anni sto con un ragazzo, di cui non posso dire nulla di negativo ad essere onesta. Ci vediamo praticamente tutti i giorni, prima o dopo le rispettive lezioni in università facciamo veramente tutto insieme.
Due anni fa mi sono trasferita a 900km lontano da casa per studiare: durante quel periodo abbiamo affrontato le prime discussioni serie di questo rapporto, che in realtà erano già emerse poco prima che io partissi, ma in modo superficiale. Queste riguardavano questioni di gelosia che entrambi provavamo nei confronti dell'altro: lui per una persona che io ho conosciuto durante i miei studi fuori alla quale mi sono molto legata, ed io per una sua amica di vecchia data, che durante una di queste discussioni lui stesso ha definito "la ragazza storica che hai in testa da sempre". Una delle prime volte in cui ho iniziato ad avere qualche dubbio è stato quando una sera, mentre eravamo in comitiva, ho notato che si sono allontanati da soli da tutti gli altriperchè a quanto pare anche lei doveva partire per l'università ed ha avuto una crisi di pianto tra le sue braccia. I miei pensieri sono stati poi confermati più volte, quando durante una delle discussioni lui ha ammesso che lei lo aveva invitato a casa sua facendogli intendere che sarebbe potuto succedere qualcosa tra loro-ma ciò per cui sono stata veramente male è ciò che ha detto lui: "in quel modo io l'ho avuta servita su un piatto d'argento"-, o quando ho scoperto che mi stava nascondendo dei messaggi che si erano scambiati, o quando un paio volte ha deciso lui stesso di chiudere i rapporti con questa persona ma ogni volta ho scoperto che non ci era riuscito veramente.
Ora, anche io ho commesso i miei errori: è una cosa che mi succede a dir poco raramente, ma con questa persona ho legato da subito ed a dire il vero non ci vedevo niente di più che un'amicizia, ma una di quelle belle, forse una di quelle che non avevo mai avuto e che mi ero accorta di desiderare tanto. Verso la fine dell'anno universitario lui mi ha baciata ed a quel punto io sono andata letteralmente nel panico perchè ho perso di vista qualsiasi cosa, non riuscivo più a capire cosa volessi veramente, non riuscivo neanche a capire cosa pensasse veramente la mia mente. Qualche giorno dopo ho lasciato il mio ragazzo, senza dirgli tutta la verità, perchè troppi i sensi di colpa, credo, non avevo il coraggio neanche di guardarlo negli occhi. Se da una parte ero fortemente legata al mio ragazzo e fargli del male era, ed è, una delle mie più grandi paure, dall'altra invece c'era quel grande punto interrogativo, che mi faceva stare particolarmente bene, ed io sono una persona abbastanza curiosa, o almeno così mi ritengo. Ormai non sono neanche più in grado di ricostruire come si siano evolute le cose, è come se avessi un vuoto che in realtà vuoto non è, ma un ammasso di confusione che in quel periodo mi soffocava e che tutt'ora mi oscura anche i ricordi: ho abbandonato i miei studi fuori e sono tornata a casa, dal mio ragazzo. Sono sparita improvvisamente da lì, senza avere il tempo di salutare nessuno. Questa persona mi ha scritto poco dopo per chiarire, in quando avevamo avuto delle discussioni, di cui a dire il vero non riesco a ricordare i particolari. In ogni caso io ed il mio ragazzo eravamo tornati insieme e, cosa che avevo sempre reputato da stupidi, avevamo deciso di chiudere con queste persone esterne perchè ci eravamo accorti che stavano rovinando il nostro rapporto. La stessa estate siamo partiti per luoghi diversi con i rispettivi gruppi di amici ed a confermare i miei ultimi dubbi, relativamente poco tempo fa, a sua insaputa, mi è stato riferito che, non so in quali limiti, questa "promessa" non è stata rispettata da lui proprio durante quella estate. Nel frattempo non posso negare di aver sentito la mancanza di questa persona e di aver attraversato, e star tutt'ora attraversando, alcuni dubbi riguardo questa situazione. Non sono in grado di capire se mi manchi effettivamente ed in che modo. Non sono in grado di capire se è questione di abitudine o molto di più con il mio ragazzo, invece. Ultimamente non riesco ad essere come ero solita essere con lui, forse perchè mi sto tenendo solo per me questa cosa che mi è stata riferita e che pesa tanto, di cui non ho parlato con lui e non credo di volerne parlare. E credo che tutto ciò alimenti questa sensazione dentro di me. Non so più né quando né di chi fidarmi. So di essere un riferimento per lui, così come lui lo è per me. Non so se sono in grado di affrontare una rottura, non so neanche se sono sicura di volerla. So di non volerlo ferire, a costo di qualsiasi cosa, ma ho paura che quel qualsiasi cosa possa costare prima di tutto a me, e non so quanto possa farmi bene. So che mi sento incastrata e non so in che modo liberarmi.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 3 APR 2020

Ciao ada leggendo la tua richiesta non ti nego di averla compresa tutta questa tua confusione. Hai provato una serie di emozioni contrastanti di forte intensità, che ti hanno stranita e forse non ti sei ancora concessa la possibilità di collegarle nel posto giusto dentro di te. Mi ha colpito molto quando hai scritto di aver deciso di tornare dopo esserti lasciata andare ad una nuova avventura. Sei tornata nel tuo posto sicuro, quello da cui però eri scappata. Forse non era il momento di prendere il volo e nonostante tutto hai voluto fare un salto nel vuoto. Prova a metterti in contatto con te stessa e definire quali sono le cose e le persone che vuoi davvero nel tuo spazio, mettendo da parte senso di colpa, ma lasciando spazio alla tua Felicità.
Spero che tu riesca a trovare il tuo spazio.
Dott.ssa Ortensia Posa

Dott.ssa Ortensia Posa Psicologo a Chieti Scalo

16 Risposte

18 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

1 APR 2020

Cara Ada,
comprendo il tuo sentirti incastrata, ed è comprensibile che non sia una situazione semplice da gestire, sopratutto emotivamente.
"...ho paura che quel qualsiasi cosa possa costare prima di tutto a me, e non so quanto possa farmi bene" cito testuale la tua frase, perché penso esprima che ti stai rendendo conto che in primis devi stare bene tu. Riorientare la propria bussola verso se stessi, in questi momenti di confusione, può essere davvero vitale.
Potrebbe esserti utile capire cosa vuoi davvero per te stessa, quindi iniziando a cercare le risposte dentro di te.
Ad ogni modo, fare un percorso di consulenza potrebbe essere una buona strada da intraprendere per affrontare tutti i tuoi dubbi.

Un caro saluto

Dott.ssa Sara Pegoraro

Dott.ssa Pegoraro Sara - Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Noventa Vicentina

24 Risposte

5 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

31 MAR 2020

Buongiorno, ciò che potrebbe essere utile e seguire una scelta che faccia stare bene lei in primis. Sicuramente il legame creato genera un attaccamento, che potrebbe emergere in futuro anche in altre situazioni. Sarebbe utile per Lei approfondire questi aspetti seguendo un percorso di crescita personale individuando quali sono le sue modalità di pensiero e come gestire al meglio l'aspetto emotivo e comportamentale che segue

Dott.ssa Nadia Pagliuca Psicologo a Torino

69 Risposte

23 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Autorealizzazione e orientamiento personale

Vedere più psicologi specializzati in Autorealizzazione e orientamiento personale

Altre domande su Autorealizzazione e orientamiento personale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 21700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16200

psicologi

domande 21700

domande

Risposte 82200

Risposte