Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Come faccio a capire se mio marito è un narcisista? Come devo comportarmi?

Inviata da Valeria Lamberti il 23 dic 2016 Terapia di coppia

Salve. Sono una donna di 31 anni, sposata da neanche 4 mesi ed ho scoperto il tradimento di mio marito. Una relazione iniziata poco prima del matrimonio(credo). Ho provato a dialogare, farlo parlare, ma lui ha sempre detto di amare me e che l'altra era solo "un'amichetta". Gli ho chiesto perciò di chiudere questa storia parallela, ma lui ha continuato a mentirmi. Così sono andata via dai miei per due settimane. Lui mi scriveva e mi chiamava (non gli ho mai risposto) dicendo di tornare, mi chiedeva scusa e che amava me. Abbiamo poi parlato, mi ha promesso che l'avrebbe chiusa. Sono ritornata a casa nostra e lui ha continuato a sentirla (sapeva che io potevo controllare il suo traffico telefonico) prendendosi un secondo cellulare (giustificandolo come un volermi far stare tranquilla perchè a suo dire, non c'è più nulla). Parlando con lui mi ha ripetuto le frasi: "Perdonami del nale che t'ho fatto È come una droga. Ma ce la farò. Ne uscirò. Perchè io tu sei la donna della mia vita. Ti voglio bene."
Non capisco perchè ha voluto che io ritornassi a casa nostra se doveva continuare a sentirla.
La crisi adesso è totale. Leggendo un pò in giro, credo di associare la personalitá di mio marito ad un narcisista, ma non ne sono sicura anche perchè in questo momento sono molto confusa. Vi chiedo aiuto.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Valeria,
il problema da dirimere per lei non è tanto quello di trovare l'etichetta diagnostica adatta per suo marito ma piuttosto decidere cosa fare, cioè se prendere per buona la "scusa" che per lui questa relazione adulterina è come una droga e sopportare a tempo indeterminato oppure dirgli con assertività e congruenza che crede alle sue parole ma che proprio per questo deve andarsi a curare e finchè non sarà guarito definitivamente da questa dipendenza dovrà fare a meno di lei.
E' ovvio che dovrà essere lei a prendere una decisione ma per questo può farsi aiutare a chiarirsi le idee consultando uno psicoterapeuta e invitando suo marito a fare altrettanto.
Magari potrà rendersi disponibile per una psicoterapia di coppia.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6609 Risposte

18511 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Narcisista o Peter Pan, ti tradisce!
Se veramente ti ama, il suo rapporto con l'altra, potrebbe diventare amicizia.
A quel punto lo lascerai tranquillo. Ha bisogno di sentirsi ancora desiderato.

Dott. Francesco Testa Psicologo a Napoli

123 Risposte

90 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Salve, la domanda che le rivolgo è: alla luce di tutto questo, dare una definizione certa di suo marito a che cosa servirebbe? E sopratutto Lei come si sente in tutta questa storia? Dal suo racconto sembra che dentro di Lei ci sia una forte oscillazione tra una parte di se che vuole proteggersi da un comportamento oggettivamente doloroso di suo marito ed un altra che in qualche modo vuole credere (per qualche motivo) alle sue promesse e alle sue giustificazioni. Spero di non essere inopportuno se la invito a riflettere su questo. Di narcisismo si parla tantissimo e dobbiamo fare innanzi tutto distinzione tra tratto di personalità con funzionamenti di tipo narcisistico e vari tipi di narcisismo patologico. In ogni caso nessuno dei due aspetti è a mettere alla gogna, ma esprimono fragilità e funzionamenti nelle relazioni con gli altri che spesso sono vissuti con dolore da parte di entrambe le parti, con difficoltà nel venirne a capo se non con una buona terapia. Sul narcisismo si scrive tanto e mi permetto di dire che su internet spesso trovo materiale vecchio ed inesatto rispetto l'ultime evidenze scientifiche e cliniche. Mi permetto di suggerirle un libro molto recente "L'illusione del narcisista" di Giancarlo Dimaggio, che sicuramente, descrive in modo divulgativo ma assolutamente puntuale e dettagliato la figura del narcisista. Contemporaneamente mi permetto di suggerirle, in questo momento sicuramente doloroso, di provare a parlare con uno psicoterapeuta per cercare di avere una visione di se stessa più completa, al fine di formulare meglio un intervento ed una soluzione del tutto. Spero di essere stato di aiuto. In bocca al lupo...

Anonimo-164378 Psicologo a Latina

4 Risposte

1 voto positivo

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19350 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15550

psicologi

domande 19350

domande

Risposte 78300

Risposte