Come diventare più sicura di me?

Inviata da Raspberry · 13 ott 2016 Autostima

Buonasera,
scrivo qui perché vorrei un parere psicologico e consigli utili volti a migliorare il mio equilibrio emotivo oramai compromesso. Sono una studentessa laureanda in Biotecnologie e ho 24 anni. Comincio col dire che due anni fa mi ero recata presso un consultorio per problemi di ansia e attacchi di panico, che accusavo nella preparazione degli esami universitari. Fortunatamente la situazione era migliorata, tanto che sono riuscita a terminare gli esami.
I problemi recenti sono insorti a luglio e si protraggono tutt'ora, in quanto, per poter scrivere la tesi di Laurea, lavoro come tirocinante in un laboratorio di Biochimica interno al Dipartimento Universitario. In principio ero entusiasta, perché sapevo che di lì a poco avrei imparato tante tecniche, sarei diventata abile nel mio campo di studi. Però le cose non vanno come speravo, in quanto c'è una dottoranda che mi segue nel progetto e nella tesi, la quale mi rimprovera costantemente (almeno all'inizio) per ogni minimo errore che faccio nella pratica di laboratorio. Questo non ha fatto altro che far riemergere stati di ansia e attacchi di panico. Durante il primo periodo tornavo a casa piangendo TUTTI I GIORNI, con sintomi depressivi, tanto da avere il terrore di andare a lavorare in quello che volevo fosse per me un ambiente sereno e stimolante. Ho trovato conforto in mia mamma, nel mio ragazzo e nei miei amici. Nel mese scorso ero tentata di abbandonare il progetto di stage, poi ho parlato con la tutor, ci siamo chiarite e le cose sembrano andare meglio. Tuttavia, capita ogni tanto di ricevere rimproveri dalla stessa, che sebbene siano giusti, io mi sento umiliata e frustrata. In realtà ce l'ho con me stessa. Sono incapace di ricevere critiche, richiami, pur volendo di volta in volta migliorarmi. Mi viene ripetuto che non so ragionare, che non ho capacità di problem solving, etc. So di essere una persona insicura e mi si creda, ci sto lavorando su per migliorarmi. Ma alcune volte, come stasera, mi sento a pezzi. Ho l'autostima sottoterra, non mi sento abbastanza intelligente e competente da essere idonea a fare quel lavoro, peraltro un lavoro che io amo, proprio perché ho scelto quel percorso di studi che ho sempre voluto fare. Voglio liberarmi di quei pensieri negativi che mi impediscono di vivere con serenità. Mi sento una stupida incapace, una persona mediocre. Ma allo stesso tempo non vorrei vivere in situazioni accomodanti, vorrei fare sempre qualcosa che mi permetta di uscire da quella che viene definita come "zona comfort". E per farlo, so che devo rompere il muro dell'insicurezza. Non so più come uscirne.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 13 OTT 2016

Cara Raspberry,
lavorare sul tuo stile comunicativo ti sarebbe di certo utile per imparare ad esprimere chiaramente e senza giudizio le tue opinioni e il tuo disappunto, soprattutto quando pensi che gli altri esagerino con te. L'insicurezza porta ad essere passivi a livello comunicativo e a reprimere ciò che si pensa, con forti ripercussioni sullo stato emotivo e a lungo termine sull'autostima. Dall'altra parte c'è l'aggressività, ma non mi sembra essere il tuo caso. La via di mezzo e l'assertivit. Uno psicologo ti potrebbe essere di aiuto.
Cordialmente

Dott.ssa Simona B. Morabito Psicologo a Reggio Calabria

50 Risposte

165 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 OTT 2016

Gentile Raspberry, credo che tu conosca già la via per la soluzione a questa dolorosa e "scomoda" situazione e, non a caso, ti sei rivolta a questo sito. Ti consiglio pertanto di intraprendere un percorso che possa esserti di aiuto per accrescere la tua autostima e la tua sicurezza interiore. Il rischio altrimenti è che ci siano dei veri e propri "sabotaggi" nei momenti in cui potresti invece avere delle soddisfazioni (proprio come nel caso del tuo stage!).
Un caro saluto,
Beatrice Lazzeri
Psicologa Psicoterapeuta Firenze

Dott.ssa Beatrice Lazzeri Psicologo a Prato

24 Risposte

14 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 OTT 2016

Gentile utente,
come ha verificato, è stato un bene che lei abbia parlato con la tutor, si sia chiarita e si sia in qualche modo calmata.
Se invece, per caso, avesse scelto direttamente di abbandonare il progetto avrebbe commesso sicuramente un errore.
Intendo dire che è sempre preferibile cercare il dialogo e il confronto piuttosto che irrigidirsi e chiudersi.
In questa logica, anche ricevere dei giusti rimproveri dovrebbe essere meglio tollerato perchè essi spingono a mettere più attenzione in quello che si fa e a perfezionarsi.
In fondo, come lei stessa ha riconosciuto, ha bisogno di migliorare autostima e capacità di tollerare le frustrazioni e per ottenere questo risultato dovrebbe riprendere un secondo step di psicoterapia.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7180 Risposte

20397 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 OTT 2016

Gentile utente, lei stessa si rende conto di come il problema non stia nelle situazione esterne o nei comportamenti degli altri bensì nella risonanza emotiva che questi hanno su di lei. Sempre in modo obiettivo capisce che la soluzione non è di mettersi sotto una campana di vetro per difendersi dalle situazioni o dai rimproveri. Il modo per uscirne è intraprendere una psicoterapia che possa cambiare il modo di reagire agli stimoli disturbanti.
Consiglio EMDR o psicoterapia cognitivo comportamentale, che per la loro impostazione sapranno darle risultati apprezzabili in tempistiche relativamente brevi.
Cordialmente
Dott.ssa Annalisa Caretti

Studio Dott.ssa Annalisa Caretti Psicologo a Verbania

127 Risposte

111 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 OTT 2016

Cara Raspberry,
la sua capacità introspettiva è davvero interessante.
La inviterei a cercare di comprendere quali possono essere i motivi che l'hanno portata e la portano così spesso a sentirsi in ansia e inadeguata. Le suggerirei quindi di intraprendere un nuovo percorso con questo obiettivo in modo tale da poter poi lavorare sulle ragioni che le impediscono una vita più serena e offrendosi la possibilità di costruirsi delle alternative più praticabili per lei.
Rimango a disposizione.
Cordialmente,

Annalisa Anni
Psicologa Psicoterapeuta Padova

Dott.ssa Annalisa Anni Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Padova

505 Risposte

925 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Autostima

Vedere più psicologi specializzati in Autostima

Altre domande su Autostima

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 25600 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17400

psicologi

domande 25600

domande

Risposte 90250

Risposte